Lucinda e i suoi pensieri: Jane Austen

Capita spesso di dedicarsi a certe letture piuttosto che ad altre e, nel farlo, quasi dimentichiamo che determinati romanzi sono alla base della letteratura odierna. Mi riferisco ai classici.

A partire da grandi nomi come Erodoto, Epicuro ed Apuleio (tanto per citare alcuni degli autori a noi più lontani sulla linea del tempo), fino ad arrivare a personaggi un po’ più recenti, come Victor Hugo o le autrici dell’Ottocento inglese, la grande Letteratura del passato ci ha fornito storie indimenticabili. Ed è proprio di una incredibile figura femminile inglese e dei suoi romanzi che voglio parlarvi. Sto parlando di Jane Austen.

received_10208300727827904Non che non li conoscessi, ho avuto una formazione umanistica, a scuola ho studiato Inglese e Francese, con relativa letteratura; quindi ho avuto modo di studiare questa scrittrice, ma (come spesso succede a scuola) avevo letto solo alcuni brani tratti dai suoi romanzi. Ma da qui a leggere degli interi romanzi ce ne corre!
Così, a distanza di tanti anni (mi sono diplomata nel lontano 1994) , ho deciso di colmare questa lacuna. Risultato: me ne sono innamorata! Anche se non nego di averne trovato uno, tra i sei letti finora, un po’ più ostico: sto parlando di Orgoglio e pregiudizio.
Ma non voglio soffermarmi su questo romanzo in particolare, che forse – tra tutti – è il più conosciuto: quello vorrei  consigliarvi è la lettura di questa autrice.
Giusto per dare un senso di completezza a quanto sto scrivendo, si potrebbe iniziare a dire quali siano i romanzi di Jane Austen, posto che – come è stato già detto – sono sei:

 Ragione e sentimento (1811)
Orgoglio e pregiudizio (1813)
Mansfield Park (1814)
Emma (1815)
L’abbazia di Northanger (1818 – postumo)
Persuasione (1818 – postumo)

È stato seguendo le date di pubblicazione che ho sistemato i romanzi in libreria, piuttosto che (come avevo fatto all’inizio) seguendo l’ordine di acquisto. In ciascuno di quelli che ho letto finora (mi manca solo L’abbazia di Northanger), la Austen, usando uno stile molto descrittivo, sa fornire molta emozione. Trovo che siano molto belle le descrizioni naturalistiche che, se da un punto di vista possono sembrare talvolta lugubri, in realtà denotano lo stato d’animo del tempo. Non dimentichiamoci, infatti, che siamo in pieno Romanticismo, un periodo in cui, dopo molto oscurantismo, i sentimenti hanno la meglio sull’animo umano e trionfano nella letteratura dell’epoca. È probabile che per capire queste lunghe descrizioni occorra essere predisposti, ed avere un animo romantico, questo non so dirlo; resta il fatto, comunque che zia Jane non delude i lettori; anzi, li rende parte della storia che narra.

Nessun incanto è pari
alla tenerezza del cuore
(Emma – Jane Austen)

Cantami, o Diva #1

Buongiorno cari Lettori,
Inizia oggi la mia “avventura letteraria” insieme a voi e qualche parola di presentazione non guasta…

Mi chiamo Calliope, un nome che, come salta agli occhi, sa di antico e di poesia… Sì, perchè le cose preziose acquistano valore nel tempo, proprio come i versi delle poesie che troverete in questo angolo del blog.
In corso d’opera riconoscerete tanti versi, forse nascosti nei cassetti della memoria, che ancora una volta vi emozioneranno… Ne scoprirete altri, sconosciuti, che faranno vibrare le corde più profonde del vostro cuore. Ecco il mio intento… Calliope, ogni volta che la incontrerete, cercherà di “ispirarvi passione”!!!
Proprio per questo motivo i versi di quest’oggi non potevano che essere versi d’amore, il motore “che move il sole e le altre stelle” (come non citare il sommo Dante). Sono andata a cercare lontano, molto lontano nel tempo, forse la più bella poesia d’amore che il mondo letterario abbia mai conosciuto: un carme di Catullo, direi anzi “IL CARME” di Catullo e l’ho accostato ai versi di un altro grande poeta, William Shakespeare, che all’amore ha dedicato molte volte il suo canto!!!

La psiche umana è strana e complicata… una donna e un uomo possono suscitare l’una nell’altro sentimenti contrastanti, che certamente non sono passati inosservati agli occhi e alla penna dei poeti, che dalle passioni più travolgenti dell’animo umano hanno tratto e continuano a trarre fonte di sublime ispirazione.

Carme 85

Odi et amo. Quare id faciam, fortasse requiris.
Nescio, sed fieri sentio et excrucior.

divider_zpsae4d5737Odio e amo. Per quale motivo io lo faccia, forse ti chiederai.
Non lo so, ma sento che accade, e mi tormento.

Catullo

Sonetto LXXV

Come il cibo alla vita sei per me,
come alla terra acquazzoni di maggio,
e per tuo amore così mi tormento
come per l’oro suo pena l’avaro

che del possesso ora esulta, ma già
teme che i suoi tesori involi il tempo:
e ora bramo di starti unico accanto
ora che il mondo ammiri il mio piacere,

sazio talor soltanto del vederti,
poi subito affamato di uno sguardo;
e non v’è gioia ch’io tenga o insegua,
se da te non l’attendo o non m’avanza.

Così divoro e languo ognor, vorace
tutto afferrando o morendo di fame.

William Shakespeare

A presto, Cuori Vibranti e mille volte grazie alla Lettrice Segreta per avermi coinvolta in questa meravigliosa avventura!!! ❤

IMG_2208

 

W…W…W… Wednesdays #7

Buonasera Lettori!
Tenetevi  pronti per una vera valanga di titoli… 😱📚 Di solito l’articolo del mercoledì è relativamente contenuto, ma voi non avevate mai incontrato la vostra Lettrice in preda ad un periodo “post blocco del lettore” epico con annessa lista di romanzi in lettura da spaventare anche il più temerario. 😱😂

Eh sì, sono riuscita ad iniziare ben sei romanzi e ad arrivare a fine mese con ancora tutti e sei i titoli in lettura *dammi una lametta che mi taglio le veneeee* direi che meglio di così non poteva andare… Questa volta il fatidico “blocco” è arrivato principalmente per stress e stanchezza, ma ora dovrebbe essere finalmente passato (o almeno si spera). Vediamo un po’ cosa ho accumulato di recente e cosa riuscirò a finire entro fine mese ❤

Come sempre le domande a cui rispondere le trovate qui di seguito 😉

∗ What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

∗ What did you recently finish reading? (Qual è il libro che hai appena finito?)

∗ What do you think you’ll read next? (Quale sarà la tua prossima lettura?)

Cosa stai leggendo?

FB_IMG_1461776970352 Il-profumo-del-sud-nuova-cover Q5P78Q3
6149504_1085517 FHidTci -stephen-king

Avete preparato pop corn e bibite dissetanti? Bene! Partiamo con il romanzo di cui vi avevo già accennato nell’ultimo WWW, alias Il sangue dei Baroni di Matteo Strukul. Confermo al 100% le mie iniziali impressioni, la penna di Matteo è di grande qualità e non vedo l’ora di scoprire come si arriverà alla parola fine.
Si aggiungono alla famiglia dei #currentlyreading due romanzi self che da tempo dovevo leggere: Il Profumo del Sud di Linda Bertasi e Dralon di M.C. Willems. Un romance storico e un fantasy per ragazzi, entrambi con tantissimo da raccontare al lettore: troppo contenta di averli iniziati ❤ Rimanendo in tema di recensioni, ma spostando l’attenzione su alcuni editori, abbiamo Le prime quindici vite di Harry August di Claire North (NN Editore) e Ti darò il sole di Jandy Nelson (Rizzoli). Omaggi mooooolto più che graditi che sto divorando. Non appena li terminerò, come sempre, vi saprò dire meglio e scriverò una recensione dettagliata.
Ultimo, ma non per importanza, dopo oltre due anni torna finalmente il grande Re nelle mie letture: l’unico e solo Stephen King con 22/11/’63. Ammettiamolo, solo King poteva partorire un’idea così assurda e allo stesso tempo tanto geniale! A questo punto sono curiosa di vedere come concluderà il tutto!

Qual è il libro che hai   finito?

IMG_20160427_202747

Ve ne ho parlato nel dettaglio lunedì, ahimè bocciandolo… mi riferisco a Il cuore buio di Pina Varriale. Tutto il concetto alla base della storia è valido, il problema è poi nello svolgimento, dove tutto è sommario e poco approfondito. Con tematiche importanti come la violenza sui bambini, la droga e lo spaccio, l’alcol e i gravi problemi che causa mi piacerebbe trovare tanta profondità che, in questo caso, mi è mancata.

Quale sarà la tua prossima lettura?

No ragazzi, imploro pietà… Ho parecchie idee su cosa inizierò a giugno, ma voglio concentrarmi sul concludere i titoli del momento piuttosto che pensare al domani. Fino a quando non finirò tutti i sei romanzi che vi ho citato prima, non partirò con nessun’altra lettura. Altrimenti questo circolo vizioso non avrà mai fine😭😥 auguratemi buona fortuna! 😁

firma

Le Recensioni di Cristina: Potrei morire di te (Malia Delrai)

Buongiorno a tutti!
Ammetto di essere emozionata nel rilasciare questa mia prima recensione sul carinissimo spazietto di Gaia, che ringrazio ancora una volta, l’ennesima lo so, per l’opportunità.
Leggo e scrivo da sempre, interpretare a parole le sensazioni che un romanzo suscita in me non è mai semplice, però ci proverò in modo costante perché è qualcosa che amo davvero fare. Buona lettura a voi e buona fortuna a me! 😀

Potrei morire di te


41ukYgICQQL

Quando Selene viene venduta a un uomo bellissimo e affascinante, non può credere che sarà lui a iniziarla ai piaceri del sesso, che ancora non conosce. Roman è russo, esponente di una potente mafia del Paese, e non è un uomo come gli altri. Lei l’ha capito al primo sguardo, capace di soggiogarla e schiacciarla con la sua forza. Il fascino potente che emana da lui la fa fremere e ricercare qualcosa di diverso nella vita; l’abitudine del passato non le appartiene più, non la soddisfa. Ritrovarsi nelle spire di un traffico di prostituzione non la abbatte, Selene si rialza, e per farlo si deve fidare di lui, Roman Aleksandrovic Nevskij, un carnefice che parla la sua lingua perfettamente e i cui occhi verdi la trapassano da parte a parte per sedurla.

Un romanzo dalle tinte erotiche che vi inizierà a una dimensione d’amore tra una vittima e il suo salvatore, dove la morale è nascosta nel sentimento più profondo che esista. L’amore vince su tutto, anche quando non ci crediamo.

Titolo: Potrei morire di te
Piacere Russo #1
Autore: Malia Delrai
Prezzo: €1,50 ebook – €8,50 cartaceo
Pagine: 275
Pubblicazione: 24 aprile 2014
Editore: Self Publishing

la-mia-recensione

Russia, mafia, sesso e amore.
Sono questi gli argomenti che accompagnano il primo romanzo Potrei morire di te della trilogia (Piacere Russo) di Malia Delrai. Ci ritroviamo catapultati in un mondo losco e torbido, dove non mancano i colpi di scena e i personaggi che, con le loro mille sfaccettature, rendono la lettura intrigante e gradevole.

Ti sembrerò un mostro, ammetto di esserlo

Ma veniamo in breve alla trama, forse un cliché quando si tratta di mafia, ma niente è scontato. La storia si apre con la nostra protagonista, Selene, una ragazza italiana che viene venduta insieme ad altre che hanno subìto la stessa sorte come prostituta, e poi scelta dall’unico uomo del quale, in fondo, sembra attratta tra i molti presenti nella stanza dove viene umiliata e studiata come carne al macello. Immediata è la reazione dello sconosciuto da Selene ribattezzato “Mr. Ghiaccio”, perché lui la desidera per la sua bellezza acqua e sapone, per l’innocenza che da lei traspare e perché, dal preciso momento in cui l’ha vista, non può farne a meno. Lui è Roman, un mafioso, facente parte di una delle famiglie più potenti della Russia, bello, schivo, taciturno e ricco.

Il colore delle iridi la fece rabbrividire, non ricordava di aver mai visto un verde così gelido.

Non amo anticipare troppo sulla trama, perciò voglio soffermarmi su alcune osservazioni che potrebbero incuriosirvi nella lettura e, perché no, spingervi all’acquisto di una delle trilogie più sensuali lette, da me, lo scorso anno.
Ben studiata e particolareggiante, traspare la ricerca e l’attenzione al dettaglio per rendere il contenuto abbastanza veritiero, rimandando a uno spaccato sociale della vita, soprattutto nei paesi dell’Europa dell’Est, dove le donne vengono rapite o adescate con la promessa di grandi fortune nei paesi economicamente più sviluppati, anche a causa di alcune agiate classi russe dedite ad affari illeciti e che poco si curano del futuro altrui. Tutto questo senza marcare troppo la mano su argomenti così importanti, perché quel che conta è leggere per evadere e per un romanzo del genere credo sarebbe risultato troppo pesante soffermarsi su tematiche così forti, perciò ho apprezzato moltissimo. Malia ha preso spunto per ricreare un riquadro conturbante, sensuale e abbastanza realistico. Non mancheranno personaggi di contorno che vi faranno sorridere, come i “nonnini” che gestiscono casa di Roman o l’affascinante, sensuale e gelosissima Tatia.
Il Roman che avrete modo di conoscere vi farà arrabbiare, sorridere, emozionare e molto altro. Selene vi farà interrogare sulla natura umana, soprattutto quella di una donna, fino a quanto per amore ci si può spingere e quali limiti possiamo raggiungere. Sono questi i personaggi dai quali difficilmente ci si potrà staccare, interrogandosi sul loro futuro a più riprese, sospirando, commuovendosi o arrabbiandosi tifando per loro.

Lo amava perdutamente e spaventosamente. Non c’era limite al sentimento che stava provando. Per lui avrebbe dannato la sua anima, superando i limite del bene e del male. E in fondo quello era il vero amore, anche contro le dicerie comuni, contro ogni realtà preconcetta.

L’happy ending, devo dire, ci lascia un sapore dolce amaro in bocca: la sua conclusione (ben inteso trattandosi di una trilogia) vi farà scappare una lacrimuccia e battere il cuoricino.

Strinse i pugni e cercò di respirare, cosa non facile mentre osservava quelle lettere scritte in italiano dall’unica donna che aveva mai desiderato avere vicino.

Credo che Malia Delrai abbia integrato molti spunti di riflessione che il lettore non si aspetta di trovare in un romanzo erotico. Lo stile di scrittura è calzante, esente da buchi nella trama, veicolato da un linguaggio molto semplice e curato. Per me è un toccasana. Nella lettura amo immergermi senza dover ricercare paroloni sul dizionario, senza staccarmi dalle pagine e perdere quindi la concentrazione tra una scena e l’altra. Potreste però imbattervi in parole di chiaro stampo russo, che l’autrice ha prontamente riportato con la dovuta traduzione a fine romanzo.
Il punto di forza di Malia Delrai è l’immedesimazione: riesce, almeno con me ci è sempre riuscita, di far immergere completamente i propri lettori nelle vicende dei suoi protagonisti.
Vi consiglio di avvicinarvi a questo romanzo per sfuggire alla routine, viaggiare e sognare… sono certa vi sorprenderà.

La serie Piacere Russo:

1. Potrei morire di te
2. Vorrei vivere di te
3. Tutto di te

IMG_2205

L’Angolo delle Recensioni: Il cuore buio (P. Varriale)

Buon pomeriggio Lettori!
Dopo avervi presentato le mie nuove compagne di avventura (qui), torniamo alla normale routine del blog con una recensione. Sapete che cerco di essere sempre obiettiva di fronte a un romanzo, che si riveli un capolavoro tanto quanto una delusione. In questo caso, ahimè, non posso che condividere con voi un parere negativo sul romanzo di apertura della nuova collana “Strade per crescere” della Edizioni Cento Autori, Il cuore buio di Pina Varriale, curatrice della collana stessa. Le premesse del romanzo erano più che buone, ma ahimè il risultato finale non si rivela all’altezza delle aspettative del lettore. Buona lettura 😉

Il cuore buio


IMG_20160427_202747

Dopo la morte del nonno, la diciassettenne Alice decide di restare a Montelupo da sola. Non ha nessuna intenzione di seguire la madre a Milano né di andare a stabilirsi dal padre che ormai vive con un’altra donna. Alice è una ragazza introversa, a scuola non ottiene risultati brillanti e se non fosse per l’aiuto del prof. Giorgio Tancredi, spesso si metterebbe a rischio di essere allontanata. Durante il suo solitario soggiorno, Alice conosce Roby, un ventenne che suona in un pub a Montelupo. Roby alza spesso il gomito, si comporta da ribelle ma esercita una forte fascino sulla ragazza. Alice pensa di esserne innamorata ma non è certa di essere ricambiata. Il prof. Tancredi, con cui la ragazza si confida, non approva quell’amicizia perché pensa che Roby abbia una cattiva influenza su di lei. Roby, infatti, trascina Alice in un grosso guaio. Alla fine la ragazza riuscirà ad uscirne fuori e sarà per lei il momento di seppellire alcuni mostri del suo passato e voltare pagina, guardando al futuro con occhi nuovi.

Titolo: Il cuore buio
Autore: Pina Varriale
Prezzo: €10,00 cartaceo
Pagine: 208
Pubblicazione: 14 aprile 2016
Editore: Cento Autori

la-mia-recensione

Stavolta non è l’incubo a farmi svegliare di soprassalto. È un’idea che si è infilata nei sogni e, sgusciando come un serpente, si è insinuata fino a quella parte della mente che non dorme mai.

La vita degli adolescenti è molto più che semplicemente “complicata”. Mettere i primi passi in un mondo che è brutale come mai ci si aspetterebbe sconvolge ognuno di noi, senza eccezioni. C’è chi è più fortunato e trova braccia forti, pronte a sostenerlo. C’è chi invece è costretto ad attraversare il ponte sospeso verso l’età adulta da solo, perdendo costantemente l’equilibrio col rischio di cadere nel vuoto.

Alice potrebbe tranquillamente appartenere alla prima categoria. Ha entrambi i genitori, anche se separati e con le loro vite da ricostruire, eppure sceglie di rimanere da sola nella casa del nonno, venuto a mancare da poco. Ha un anno scolastico da recuperare, la propria anima da mettere in piedi tassello dopo tassello e un passato particolare che, misteriosamente, non le lascia tregua.
Una volta sola, la giovane protagonista incontra Roby, un ragazzo complicato e poco raccomandabile che, in qualche modo, riesce a fare colpo su Alice, sconvolgendone la vita. La parola d’ordine è: guai in vista.

“Sono la tua ombra, non puoi più scappare”
Il biglietto è attaccato con un magnete alla porta del frigo. Ma stavolta c’è qualcosa di diverso. La scrittura è incerta, i tratti confusi. Faccio fatica a decifrare le lettere. In un angolo c’è l’impronta di un dito. Un pollice, credo. Un pollice sporco di sangue.

Le premesse per un romanzo profondo e ricco di introspezione c’erano davvero tutte. L’idea di un libro per ragazzi con tematiche importanti è sempre bella e interessante, peccato che che l’editore abbia scelto di rivolgere la storia a un pubblico di tenera età (su Amazon si riporta 1o anni come età di lettura consigliata) e questo inevitabilmente comporta delle conseguenze direi quasi tragiche per la riuscita del romanzo. Innanzi tutto perchè ritengo estremamente prematuro parlare di alcol, spacciatori e violenza ad un target così giovane o, almeno, non nei termini in cui la Varriale sceglie di farlo. Ma soprattutto perchè l’intero romanzo, una volta concluso, rimane solo un mix male articolato di tante e forse troppe tematiche poco approfondite e analizzate, trattate in maniera superficiale e a volte forzata tanto per fare trama.

La storia di Alice, a cavallo tra passato e presente, è segnata da un ventaglio di pesanti difficoltà che, se fossero state approfondite a dovere, avrebbero senza dubbio colpito anche il più piccolo lettore, spingendolo a riflettere su tanti dei mali che affliggono la nostra società. Gli incubi della protagonista e il mistero che li avvolge non sono di certo un’idea innovativa rispetto alla letteratura di questo genere, ma rimangono probabilmente l’unico punto di forza del romanzo: trattegiano, pagina dopo pagina, una linea di ricordi oscuri che difficilmente lasciano indifferente chi ne segue l’intreccio. Alla fine però, quando è il momento di dare ossigeno alle piccole fiammelle accese nella mente di Alice, ecco che l’autrice liquida in poche parole la questione, soffermandosi poco e niente sul cuore pulsante di un grande male come la violenza sui bambini.

Mi trovo quindi, ahimè, a non poter consigliare la lettura di questo romanzo, per quanto mi sarebbe davvero piaciuto farlo.

firma

Vi presento le mie nuove compagne di viaggio!

Buongiorno miei dolci Lettori!
Erano ormai un paio di mesi che volevo dare una svolta al blog, ampliarlo in qualche modo. Dopo oltre due anni di attività, la voglia di donare uno spazio sempre più bello è molto alta. Ultimamente, però, mi sono resa conto di non riuscire a trovare ogni giorno del tempo da dedicare alla scrittura. Siamo umani *perfino noi blogger* 😂😉 eheheh! Gli impegni molto spesso prendono il sopravvento sui nostri piani. Si vorrebbe passare talmente tanto tempo davanti a una pagina bianca e riempirla di articoli, recensioni, chiacchiere… ma, a volte, è davvero impossibile!
Ecco perchè la famiglia de Le Parole Segrete dei Libri da oggi apre le porte ad alcun meravigliose persone. Parliamo di amiche, colleghe, lettrici fidate e amanti della scrittura di qualità (come la sottoscritta) che hanno scelto di viaggiare insieme a me in questa avventura che spero possa rimpire i vostri cuori quanto già colma di gioia i nostri ❤ Ecco le mie nuove collaboratrici 😀

Lucinda Red Rose è lo pseudonimo con cui Le Parole Segrete dei Libri accoglie una delle più belle persone che questo vasto mondo virtuale mi abbia concesso di conoscere. Non vi dirò chi si nasconde sotto le vesti di Lucinda, ma lascerò che le sue parole vi regalino momenti davvero speciali all’insegna della Letteratura e del Cinema con la sua rubrica LUCINDA E I SUOI PENSIERI 😉


IMG_2206

Autrice del romanzo La Chiave Bianca, Erica Stori si unisce al blog Le Parole Segrete dei Libri per dare libero sfogo alla sua passione per la scrittura e la lettura. Alle sue abili mani viene affidata la rubrica PAROLE IN MUSICA, il perfetto connubio fra queste due forme d’arte. Quale miglior modo se non leggere un estratto accompagnato dalla perfetta colonna sonora per scoprire romanzi imperdibili?


IMG_2208

CANTAMI, O DIVA è la rubrica con cui la misteriosa Calliope sceglie di condividere con tutti noi la sua passione per la poesia. Dai grandi poeti del passato ai nuovi autori contemporanei e, chissà… anche qualche lirica inedita! Ecco come l’arte in versi sceglie di fare capolino fra Le Parole Segrete dei Libri, donando nuova luce al nostro prezioso angolo virtuale ❤


IMG_2205

Ultima, ma non per importanza, Cristina Zavettieri. Autrice, Amica e adesso anche compagna di avventure “blogghereccie”. Ai veterani del blog il suo nome non sarà di certo sconosciuto, grazie ai suoi figli d’inchiostro Il Figlio Ribelle e Siara – Il sentiero d’oro. A lei viene affidato l’arduo compito (da me condiviso) di scrivere nuove RECENSIONI, ma non solo. In collaborazione con la sottoscritta, partirà la rubrica THE BOOK DRESS, dedicata alle cover libresche italiane e internazionali, un piccolo spazio per ammirare opere d’arte su carta 😍

firma

ANTEPRIMA: Il mio imprevisto più bello di Carmen Bruni

Buonasera e bentornati, miei dolci Lettori!
Eccoci alla seconda segnalazione di oggi, dedicata a Carmen Bruni e alla sua nuova pubblicazione, in arrivo su Amazon per fine maggio, Il mio imprevisto più bello. Mentre attendiamo il suo secondo romanzo per Fabbri Editore, Carmen ci regala una storia tutta nuova (non legata a Questione di Cuore) che coinvolgerà il lettore nella caotica vita della protagonista Arianna. Fra lavoro, vita privata, coinquilini più unici che rari e incontri inaspettati, questo romanzo ce ne farà vedere delle belle 😉

 Il mio imprevisto più bello

cover

Titolo: Il mio imprevisto più bello
Autore: Carmen Bruni
Prezzo: €2,99
Data uscita: 24 maggio 2016

Arianna e Cristian. Come il sole e la luna – o meglio – il sole e un pianeta che non è ancora stato scoperto.
Lei tradizionalista e riflessiva, assunta come giornalista in prova dal Roma Stars. Lui impulsivo e approfittatore, giornalista a tutti gli effetti per il Roma Forever. Non hanno proprio niente in comune e le loro auree così contrapposte dovrebbero spingerli a camminare su due emisferi lontanissimi, ma… galeotto fu quello speed date!
Più che amore a prima vista è odio a prima vista. Sin da subito le loro divergenze caratteriali e i modi di pensare sono così diversi da apparire insormontabili. Ma nonostante il breve incontro Arianna non riesce a togliersi dalla testa quello sguardo strafottente, non riesce a soffocare l’attrazione che prova, e l’irritazione che lui le provoca. Per fortuna non lo rivedrà mai più e piuttosto che usare il bigliettino da visita che Cristian le ha dato, si taglierebbe le mani… E se invece il destino ci mettesse lo zampino?
Fra giri in moto, baci dati a tradimento, proposte maliziose, il ritorno di un ex fidanzato pentito, il lavoro, chiacchierate con un coinquilino spogliarellista e litigi col padre prepotente, Arianna cercherà di uscire indenne dal caos che è diventata la sua vita, sperando di non esserne completamente stravolta.


Estratto

Entrambi avevamo capito che non c’era senso nel continuare a frequentarci. Con un tacito accordo avevamo smesso di vederci e nessuno dei due aveva mai provato a cambiare le cose.
Però ci sentivamo. In alcuni giorni lo facevamo senza tregua. Dalla mattina alla sera. La notte. Così aumentava la nostra confidenza, la conoscenza e la complicità. E aumentava pure la mia frustrazione, la sensazione di vuoto e la voglia di lui.
Tagliare i ponti sarebbe stata la scelta più sensata, ma non ci riuscivo, anzi avevo peggiorato le cose: mi ero arresa.
Sapevo che era così…
Ero stata in un perimetro di guerra insieme a lui e poi ne ero uscita entrando in una zona protetta. Adesso stavo rientrando nel perimetro di guerra, ma Cristian era ancora lì?
Mi accarezzò la testa e strofinò il naso sulla mia guancia, scoccandomi qualche bacio con quelle labbra morbidissime. «Buon compleanno» sussurrò.

L’Autrice

indexDiplomata in Ragioneria, studia Lingue e Letterature Straniere, ha lavorato nel campo della grafica e in quello alberghiero. Amante di viaggi e di nuove scoperte non c’è campo in cui non vada a ficcare il naso. La passione per la scrittura è nata da qualche anno, per puro caso, finché non è diventata una vera e propria dipendenza di cui non riesce più a fare a meno.
Ha pubblicato diversi racconti e Fan Fiction sul sito EFP e successivamente su Wattpad. La sua prima prova ufficiale è il romanzo self-publishing Questione di cuore, bestseller Amazon successivamente pubblicato da Fabbri Editori (RCS) a marzo del 2015. Il suo secondo romanzo è Guarda dentro me, che verrà pubblicato da Fabbri Editori nel 2016.
A maggio del 2016 si metterà di nuovo alla prova autopubblicando il contemporary romance, stand alone, Il mio imprevisto più bello.
Attualmente l’autrice è in stesura del suo terzo romanzo che concluderà la serie Rainbow of Love.

Pagina Facebook Autrice

firma

ANTEPRIMA: Non dirmi addio di Reika Kell

Buonasera Lettori!
Che settimana di fuoco, mamma mia! Non sto avendo un momento di pausa, dico davvero. Oggi però mi preme dedicare quest’oretta libera che mi sono ricavata ad alcune anteprime che sono certa vi farà piacere leggere ❤ Partiamo con il nuovo romanzo di Reika Kell, nome già noto ai frequentatori “di vecchia data” del mio angolo virtuale. La dolce Reika torna online con una storia tutta nuova, un romance dal titolo Non dirmi addio. Nonostante debba ancora recuperare una sua precedente pubblicazione, non vedo l’ora di leggere questo nuovo lavoro 😀 Buona lettura!

Non dirmi addio

13214429_1738453273058807_1909969992_o

Titolo: Non dirmi addio
Autore: Reika Kell
Data uscita: 27 maggio 2016

Lise sente le gambe tremare al solo pensiero di ritornare a Hopefield. Quel posto le ricorda la sua infanzia, l’adolescenza segnata dalla prematura perdita di sua madre e tutti i drammi che ne sono scaturiti.
Quando varca la soglia della locanda di famiglia, è sicura di non essere ancora pronta per mettersi tutto alle spalle. Sua sorella Gwenda e suo padre sembrano aver archiviato il passato e proseguono la loro vita con apparente serenità. Ma dentro di lei il dolore è ancora vivo.
Nemmeno Colin sembra darle quella pace di cui è sempre alla ricerca. Troppo impegnato con i suoi concerti, sempre assente nei momenti più difficili.
La conoscenza di un ospite della locanda risveglia in lei sensazioni nuove.
Adam è un giovane scrittore in piena crisi creativa. Non riesce a terminare il suo romanzo e pensa che una cittadina pittoresca e ricca di stimoli come Hopefield possa giovare alla sua ispirazione perduta. Parla poco di sé, è misterioso ed enigmatico, ma è proprio questo aspetto che suscita in Lise l’impulsiva voglia di passare sempre più tempo con lui.
Il sentimento sboccia nel suo cuore inaspettatamente, la passione travolge come un fiume in piena qualunque barriera e il bisogno di stare insieme coglie entrambi alla sprovvista.
Ma sarà davvero così forte da superare ogni ostacolo?

Un romanzo in cui amore, dramma e segreti si mescolano tra loro, ed esplodono in una storia intensa ed emozionante.


Estratto

couple-dating-hug-kiss-Favim.com-1897807La sua mano scivola sul mio seno e resta così, a sentire il tamburellare del mio cuore contro il palmo. Quando riacquista il respiro e la voce, sussurra piano. La guancia adagiata sopra il mio capo.
«Ho due biglietti per il resto del mondo. Partirebbe insieme a me, signorina Newell?»
Il sorriso abita nelle mie labbra.
E la risposta sale dal cuore, per uscire fluida dalla bocca. «Dove sono i bagagli, Lowen?»

L’Autrice

Reika Kell è nata nell’Aprile del 1986 e la prima parola che le sue tenere labbra sono riuscite a pronunciare è stata “leggere”. La seconda è stata “scrivere”. Anche se, in realtà, le due passioni sono nate cronologicamente invertite.
E’ un’inguaribile sognatrice, che non può fare a meno di dar voce alle storie che si plasmano nella sua mente, ai personaggi che si creano da soli e che si impongono con tanta forza, da non poter fare a meno di imprimere le loro emozioni e le loro avventure sulla carta.
Oltre ad occuparsi della sua sconfinata passione per la lettura e la scrittura, Reika si è laureata in Legge, ha conseguito il diploma presso la Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali. Se doveste incontrarla lungo i corridoi di qualche tribunale, potrebbe darvi l’impressione di una persona seria ed equilibrata, quasi “normale”, ma… non fatevi ingannare: in quella testolina popolata da esseri fantastici, da personaggi enigmatici e da misteriose creature della notte, le parole “serietà”, “equilibrio” e “normalità” non sono affatto contemplate.
E’ autrice di “Lacrima Nera”, il suo romanzo d’esordio, “Crimson Moth” e “Non dirmi addio”, suo primo romance.

firma

Blog Tour “Alice Through The Looking Glass” di Alessia Coppola – 3ª Tappa – Estratti

13151793_1159273550795915_1267267037987027508_n

Buon pomeriggio Lettori!
Oggi giornata davvero piena, online e non solo… doppio salto carpiato per essere qui davanti al pc e condividere con voi l’articolo di oggi, ma per la mia cara Alessia Coppola si fa questo ed altro. Vi do quindi il benvenuto al terzo appuntamento del blog tour Aspettando “Alice Through The Looking Glass”, romanzo in arrivo per la Dunwich Edizioni, nonchè sequel del meraviglioso Alice from Wonderland (che sicuramente conoscerete se siete assidui frequentatori del blog). Come potevo dire di no alla condivisione di un estratto esclusivo da questo nuovo retelling?? Vi auguro buona lettura! Rimanete sintonizzati fino alla fine dell’articolo per importanti notizie sul primo vincitore del Giveway del tour! 😀

Alice from Wonderland
Estratto

cover-alice

Strinsi i documenti fra le mani e tremai. Avevo ragione: ero folle sul serio.La data risaliva a circa cinque mesi prima. Lessi attentamente ogni cosa, finanche i documenti che accertavano il mio affidamento ai Richardson, i quali si prendevano la responsabilità delle mie azioni.
Per il mondo ero pazza e per la mia presunta famiglia cos’ero?
Immaginai avessero fatto delle ricerche, dopo il mio ritrovamento. Riconoscevo il loro coraggio, però, in pochi avrebbero tenuto in casa una matta.
Ma lo ero sul serio? Perchè ero finita lì dentro?
Nulla. Non c’era scritto nulla.
Confusa, strappai i fogli. Posai di nuovo lo sguardo nel cassetto in cerca di cerini per bruciarli e notai un doppio fondo. Applicai una piccola pressione e il coperchio in legno scattò, sollevandosi a molla. Ci infilai le dita e lo alzai piano. Lì dentro c’erano banconote e monete. Centinaia e forse migliaia di stelline. Non le contai. Non so cosa mi prese, ma volevo andarmene e non avrei poruto far altro che mendicare se non avessi avuto qualche soldo con me. Non ci pensai più del dovuto. Afferrai una risma di banconote, riposi il coperchio e chiusi il cassetto.
Fuggii dalla stanza, lasciandomi dietro l’eco del mio rimorso. Tornai in camera, raccattai poche cose ed ebbi cura di portare con me il cappello di Edmund. Misi tutto in una borsa di tappeto e sgattaiolai attraverso la porta della cucina.
Nessuno si accorse della mia fuga.
Nessuno venne a cercarmi.
Fu così che vagai ancora.
Ma ero libera.

divider_zpsae4d5737

Alice Through The Looking Glass
Estratto in Anteprima

12963622_220841788281773_2712330770725305462_n***cover non definitiva***

Lawrence agitò un pugno e aprì il palmo, da cui si propagò una nuvola densa di vapore. Vi soffiò sopra e la polvere mi invase, impedendomi di vedere.
«Davanti a te hai quattro porte. Scegli quella giusta o sarà la morte.»
Stropicciai gli occhi con le mani, aveva ragione. Appena il fumo si dissolse, apparvero davanti a me quattro porte sospese nel vuoto. Ciascuna aveva inciso un seme delle carte: Picche, Fiori, Cuori e Quadri.
Lui fece un inchino e mi invitò a scegliere.
«Perché vuoi che scelga una di queste? Che ti succede, Law-rence?»
«Ti offro una sola possibilità e forse verrò punito per la mia magnanimità, ma… Prima che avverta la mia sovrana, prova a scegliere la via giusta e te ne andrai lontana.»


Ecco le tappe del Tour!

Calendario-tappe-blog-tour-Alice-throug-the-looking-glass

L’estrazione per il primo ebook è stata fatta, ma
per scoprire il nome del vincitore dovrete pazientare fino alla prossima estrazione!

firma

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: Unrivaled – La sfida (A. Noël)

Buongiorno Lettori!
A chi va di iniziare la giornata con la giusta carica?? Se ancora non vi sentire pronti per affrontare ciò che le prossime ore hanno in serbo per voi, allora regalatevi qualche minuto per gustare una bella tazza di caffè fumante e una ricca dose di adrenalinica energia in arrivo con la mia recensione in anteprima del nuovo romanzo di Alyson Noël, in uscita oggi per la HarperCollins Italia, Urivaled – La sfida. Buona lettura ❤

Unrivaled
La sfida

 

81EuFTsjb9L

Tutti desiderano diventare qualcuno nella vita. Layla Harrison vuole fare la giornalista; Aster Amirpour sogna di essere un’attrice di successo; Tommy Phillips ha intenzione di diventare una rockstar. Madison Brooks ci è riuscita: ha afferrato il destino e lo ha piegato al proprio volere molto tempo fa. Ora è la più acclamata stella di Hollywood, e ciò che ha fatto per diventare il personaggio di cui tutti parlano è solo una macchia sull’asfalto, polvere sotto i tacchi delle sue Louboutin. Finché Layla, Aster e Tommy non ricevono un invito speciale per entrare nel mondo esclusivo della vita notturna di Los Angeles e partecipare a una spietata competizione di cui Madison Brooks è l’obiettivo. Ma proprio quando le loro speranze si accendono come stelle che bucano lo smog della California, Madison Brooks scompare… e le aspettative dei quattro ragazzi si spengono, oscurate da una nebbia di bugie.

Firmato da una delle più acclamate autrici della New York Times Bestsellers List, il primo romanzo della serie Beautiful Idols vi trascinerà nel cuore di una Los Angeles audace come la New York di Gossip Girl e inquietante come la Rosewood di Pretty Little Liars.

Titolo: Unrivaled – La sfida
Autore: Alyson Noël
Prezzo: €16,00 cartaceo – 8,99 ebook
Pagine: //
Pubblicazione: 12 maggio 2016
Editore: HarperCollins Italia

la-mia-recensione

Sarebbe andato tutto bene.
Non aveva motivo di preoccuparsi.
Si voltò, pronta ad affrontare ciò che l’aspettava, di qualunque cosa si trattasse. Si stava dicendo che sarebbe stata in grado di gestire qualunque situazione, quando una mano fresca e decisa si posò sulla sua bocca e Madison Brooks scomparve.

L’ambizione è un’arma a doppio taglio. Ti consente di arrivare in alto, sempre più in alto… a volte perfino in cima alla vetta più alta, dove il resto del mondo non è altro che una distesa indefinita di colori. Ma quanto è caro il prezzo da pagare per una vista così unica da togliere il fiato?

Layla, Tommy e Aster sono a Los Angeles per una sola ragione: avere successo. Che sia nel mondo del giornalismo, della musica o del cinema, questi tre ragazzi cercano disperatamente una chiave per accedere ad ambienti a loro preclusi, quelli per cui bisogna brillare come stelle per potervi mettere piede. Ma, come una manna dal cielo, la gara di promoter organizzata dal ricco proprietario di locali Ira Redman tocca le loro vite. È l’occasione perfetta per farsi notare dalle persone giuste e vedere finalmente con i propri occhi quale verità si cela dietro il velo dell’ipocrisia che avvolge il mondo dei VIP. 

Peccato che questa incantevole bolla di artefatta perfezione è pronta a infrangersi in mille pezzi quando l’artista del momento, Madison Brooks, scompare all’improvviso senza lasciare alcuna traccia.

«La domanda è: lo farai? Ci butterai tutti sotto un autobus per vincere? Fino a dove sei disposta ad arrivare, Layla, pur di ottenere ciò che vuoi?»
La domanda rimase sospesa tra loro, finchè Layla non si riscosse e strinse la manno sull’accelleratore. «Sono venuta qui per vincere, esattamente come te. Ed è esattamente ciò che intendo fare» disse, e partì sgommando senza guardarsi indietro.

Buona parte del romanzo miscela astutamente le storie dei tre ragazzi alla vita, costruita tassello su tassello, di Madison in un lungo flashback sul periodo immediatamente precedente alla scomparsa della giovane star. La Noël mette in scena mezze verità e ingannevoli silenzi che, pagina dopo pagina, portano il lettore verso un finale che, com’è giusto che sia, lascia molte più domande che risposte.

Come Giano dai molti volti, ogni personaggio (che sia un’insignificante comparsa o il protagonista indiscusso) mostra al lettore un complesso intreccio di vero e costruito, di detto e non detto. La corsa al premio finale della gara di Ira si trasforma in una lotta all’ultimo segreto, dove le spalle non sono protette da nessuno, neppure da chi credi tuo alleato. L’amicizia non è contemplata se sul piatto c’è in gioco il proprio futuro.

Non avevo mai letto nulla di Alyson Noël, già famosa in Italia per la serie degli Immortali, ma questa scoperta è stata davvero piacevole. Con Unrivaled, l’autrice mette in gioco molti dei tipici cliché del mondo Hollywoodiano e li stravolge a suo piavimento per creare il primo capitolo di una serie YA davvero interessante! Anche se il finale, per i divoratori di thriller come la sottoscritta, forse non si è rivelato così inaspettato, nonostante tutto pone delle basi ottime e molto promettenti per il capitolo successivo della serie Beautiful Idols che senza dubbio non mi lascerò sfuggire!

firma