Misteriosa… mente #1

MISTERIOSA-MENTE

Come vi avevo anticipato nel precedente articolo di oggi, di Ismael Fox (l’autore del blog Parole Nascoste) avreste sentito parlare di nuovo. Quindi eccoci qui ad iniziare una nuova rubrica, dedicata al Mistero! Io e Ismael ci conosciamo da tanto tempo ormai, molto prima della nascita dei nostri blog, e siamo sempre stati entrambi molto affacinati dal mondo del “misterioso”, inteso sotto tantissime sfaccettature! Abbiamo quindi deciso iniseme di creare una rubrica bisettimanale chiamata Misteriosa… mente all’interno della quale stuzzicare la vostra fantasia di lettori e consigliarvi alcuni romanzi (e non solo) pregni di mistero.

Non ci limiteremo ad affrontare solo ed unicamente il genere giallo puro (Agatha Christie, Arthur Conan Doyle, Patricia Cornwell ecc.), ma cercheremo di spaziare un po’ in tutto chò che può essere “mistero” all’interno di un romanzo. Mi piacerebbe anche affontare qualche film o serie TV, ma soprattutto qualche opera teatrale in tal senso, ma ho bisogno i tempo per preparare un bell’articolo: ci tengo molto e non vorrei uscisse fuori una schifezza! Per oggi mi limiterò a presentarvi due romanzi stupendi, molto diversi l’uno dall’altro ma entrambi magnifici nel loro genere!

Dieci Piccoli Indiani

Agatha Christie

Dieci piccoli negretti
se ne andarono a mangiar,
uno fece indigestione,
solo nove ne restar.

Solo, il povero negretto

in un bosco se ne andò:
ad un pino s’ impiccò
e nessuno ne restò

wgrraLa storia si svolge a Nigger Island, dove dieci estranei vengono invitati tramite lettera a trascorrere una vacanza nella villa di uno sconosciuto ospite. Tutti, chi per un motivo e chi per un altro, accettano l’invito. Ma chi è il mittente di queste lettere? Cosa potrà mai accadere su quest’isola?
Quando arrivano a destinazione il padrone di casa non c’è: a dare loro il benvenuto trovano una poesia sopra il caminetto della loro camera. Una filastrocca inquietante che racconta di dieci negretti e di come muoiano uno dopo l’altro in siutazioni diverse fra loro. Aggiungete la voce di un grammofono che accusa tutti i presenti di essere degli assassini e una tempesta che costringe queste dieci persone a restare sull’isola senza via di fuga…. beh avete appena ottenuto le basi per uno dei gialli più belli della storia!
Il dottor Edward Amstrong, l’insegnante ed ex babysitter Vera Claythorne, l’ex agente William Blore, il giovane Anthony Marston, il giudice Lawrence Wargrave, l’ex capitano ed esploratore Philip Lombard, la zitella Emily Brent, il generale John McArthur,  i coniugi e maggiordomi Rogers (arrivati sull’isola prima degli altri e con disposizioni precise da seguire). Loro sono i nostri Dieci che, ad uno ad uno moriranno fra la villa e il resto dell’isola tanto misteriosa.
A poco a poco ognuno dei superstiti inizia a sopettare dei propri vicini: e se l’assassino fosse uno di loro?

Un giallo assolutamente imperdibile, senza precedenti! Lascio a voi il compito di scoprire il sorprendente finale di questa storia.

Il Socio

John Grisham

Il socio anziano studiò il curriculum per la centesima volta e per la centesima volta non trovò niente da eccepire riguardo a Mitchell Y. McDeere, almeno sulla carta. Aveva intelligenza, ambizione, bell’aspetto. Era specializzato in diritto amministrativo, aveva superato l’esame di abilitazione al primo tentativo e aspirava a diventare avvocato fiscalista, il che era ovviamente un requisito importante per uno studio legale specializzato in questioni fiscali. Sulla carta McDeere sembrava promettente. Rappresentava per loro la migliore opportunità. Anzi, per quell’anno non c’erano altri possibili candidati. L’elenco era brevissimo: o McDeere o nessuno.

Il-socio2E’ stato il primo romanzo che ho letto di questo fantastico autore, perchè incuriosita dalla serie televisiva prodotta da Grisham stesso per dare un seguito alla storia.  «Mai acquisto fu più azzeccato» mi dissi non appena chiuso il libro, e lo penso ancora oggi! E’ una storia avvincente, piena di suspance, che ti tiene attaccata al romanzo fino a quando non ti fanno male gli occhi e devi per forza interrompere la lettura!
Il protagonista è Mitchell McDeere che, dopo la laurea in legge presso l’Università di Harvard, ha la fortuna di trovare un impiego presso un importante studio legale di Memphis. Sembra tutto fantastico, magari troppo fantastico…
Mitch si troverà coinvolto infatti in qualcosa molto più grande di lui: a metà fra l’FBI che indaga su collegamenti tra lo Studio e la mafia e  lo Studio stesso, che vuole tutelare i propri interessi. Colleghi che muoiono “accidentalmente” e vecchi associati che hanno fatto la stessa fine, telecamere nascoste, finte cause legali… il giovane avvocato dovrà riuscire a tirarsi fuori da questa situazione, tentando di salvare non solo la sua vita ma anche quella dlla moglie, della sua assistente Tammy e di suo fratello Ray!

Il mio consiglio è: leggete il libro e poi vedete la serie! Fantastiche entrambe, davvero!

Vi aspetto domani per la rubrica del venerdì dedicata ai film!

firma

Fortunity Award

Cos’è? E’ un pretesto (fortuito) per conoscere e approfondire l’amicizia con un blog in particolare, il che potrebbe risultare interessante, perchè ci sono persone con 10 blog con cui hanno un ottimo rapporto di conoscenza, ma ci sono anche persone affamate che vogliono millemila blog e siccome la fortuna è cieca non  si può sapere cosa potrebbe capitare! Buona fortuna e speriamo non diventi sfortuna!!!

Buongiorno Amici Blogger, oggi vi chiamo così al posto di Lettori perchè mi trovo a dover rispondere ad un Award un po’ particolare. Questo premio viene assegnato non tanto dal blog per una scelta fatta dal suo autore, ma più per un gioco di fortuna. Passiamo subito alle regole, in modo tale da non perderci in chiacchiere. Premetto solo che ho svolto i miei compiti di “vincitrice” in maniera un po’ diversa dall’originale. Se volete seguire pedissequamente le regole della fondatrice le tovate qui.

1) Ringrazia chi ti ha assegnato l’Award riportando il link del suo blog
Ringrazio Ismael, autore del blog Parole Nascoste. Sentirete parlare di lui ben due volte oggi, quindi tenetevi pronti! 😉

2) Conta le lettere del tuo blog, che numero è uscito?
LE PAROLE SEGRETE DEI LIBRI: sono 23 lettere!

3) Vai nella lista ‘dei blog che segui’  lascia il filtro ‘data iscrizione’ e conta sino al numero uscito sopra, linkalo sul tuo blog, (se arrivi alla fine della tua lista, continua il conteggio tornando in cima)
E’ uscito: Who’s the reader? Chi l’ha detto che un libro non si giudica dalla copertina?

4) Vai nella sua presentazione (se manca scegli un post a tua discrezione), comunica che tu l’hai nominato e scrivigli un titolo di tua conoscenza che potrebbe piacergli, non il tuo preferito, ma uno in base ai suoi gusti e/o se non lo conosci, in base all’ispirazione che hai del nominato, mettigli il link della tua recensione (se l’hai scritta)

Dato che Giulio si occupa principalmente della parte grafica e delle copertine dei libri, a lui vorrei consigliarne uno in particolare che ho acquistato principalmente per la copertina. Mi colpì tantissimo non appena la vidi e non riuscii a fare a meno di acquistarlo.  Non saprei spiegarne davvero il motivo. Il libro è LA LEGGENDA DEL VENTO di Stephen King.

5) E sempre nello stesso commento, siccome questo è il Fortunity Award osa e fai una critica (costruttiva) qualsiasi sul suo blog e richiedine una sul tuo.
Ritengo che il suo blog sia davvero particolare, e diverso dal solito! Data questa ottima premessa, l’unico consiglio che gli posso dare è di pubblicare qualche articolo in più, perchè per noi è un piacere leggerli 😉

6) Conta lettere e punteggiatura del titolo del libro consigliato al primo nominato ed esegui solo i punti 3 e 4, riportando anche il link del blog uscito
LA-LEGGENDA-DEL-VENTO: 21 (fra lettere e spazi)

Rifacendo i conti è uscito: Libri, consigli e pensieri, da libreria Atlantide e Solea, i nostri commenti sul mondo dei libri: recensioni, appuntamenti e curiosità
A questo blog meraviglioso faccio davvero tanti tanti complimenti! Mi trovo in difficoltà sul libro da consigliare, perchè chi scrive le recensioni spazia davvero in tantissimi generi. Mi viene in mente un solo romanzo, una biografia meravigliosa che ho adorato dalla prima pagina all’ultima: FOLLIA? VITA DI VINCENT VAN GOGH di Giordano Bruno Guerri. Davvero stupendo e superconsigliato.

Vi saluto e vi rimando al secondo appuntamento di oggi, in arrivo fra qualche ora! Non mancate assolutamente 😉

firma