Il film del Venerdì Sera #3

IL FILM DEL VSBuon pomeriggio Amici Lettori!
Ci ritroviamo, come ogni weekend, a parlare di film. Questa settimana ho scelto per voi un gioiellino, tratto (come tutti i film citati fino ad ora) da un romanzo. Questa pellicola ha come regista uno dei miei preferiti in assoluto, Tim Burton, e merita di essere conosciuta.

Prima di parlarvi del film, però, voglio condividere con voi un momento stupido ma davvero storico per me: questa mattina sono andata dal parrucchiere e per la prima volta, giuro, per la prima volta in tutta la mia vita ho trovato una persona che (oltre me) leggeva un libro e non lo stupido giornale di gossip durante l’attesa! Stavo per abbracciarla per l’emozione: poi mi sono giustamente fermata, altrimenti mi avrebbe presa per pazza! 🙂 hihihi!!!

Detto ciò passiamo al film di oggi.

SCHEDA Big Fish

Questo film rappresenta un viaggio incantato fra la realtà e la fantasia: Edward Bloom è un anziano signore che adora raccontare assurde e stravaganti storie tratte dalle big_fish_08avventure della sua vita. Fra l’incontro con un uomo alto 5 metri e quello con una strega con un occhio di vetro dai poter premonitori, dal primo incontro con sua moglie Sandra e alla fino al celebre racconto del pesce incatturabile preso proprio nel giorno della nascita del figlio. Le ripeteva fin da giovane a suo figlio William e adesso continua a farlo con chiunque si dimostri disponibile ad ascoltarlo. bf1Questa abitudine però non è molto apprezzata dal figlio, che crescendo si allontana pian piano dal padre.

I due litigano il giorno del Matrimonio di William, che decide di non parlare più con il padre. Questo fino a quando quest’ultimo no si ammala di un tumore incurabile. William e sua moglie tornano nella casa dei genitori di lui per trascorrere insieme gli ultimi momenti di vita di Edward, che decide di passarli raccontando nuovamente alcune delle sue fantastiche  avventure.

Spoilerarvi altro della storia mi sembrerebbe una cattivera verso Edward, perchè lui con le sue parole e le sue storie vi rapirà il cuore così come ha fatto con me. Inizierete a guardare il film con lo stesso stato d’animo di William, penserete: «Questo qui non è altro che un vecchio che preferisce abbellire un’insulsa vita trascorsa lontano dalla famiglia (per chissà quali motivi) con un pizzico di fantasia e un tocco di immaginazione».Forse sì, forse no…

«Cosa vuoi Will? Chi vuoi che io sia?»
«Te stesso papà. Cattivo, buono… qualsiasi cosa! Solo fammi vedere chi sei una volta tanto»
«Io sono sempre stato me stesso, da quando sono nato. E se tu non riesci a vederlo la colpa è tua, non mia!»

Vi accorgerete che c’è sempre un fondo di verità, anche dietro una storia che sembra solo una favola. La moglie di Edward dirà a Will: «Non tutto quello che tuo padre dice è frutto della sua fantasia».

Questo è un film per chi vuole sognare, per chi già lo fa e per chi si è dimenticato come vive la fantasia. Di come si nutre di ogni immagine che il nostro cuore riesce a creare, trasformandole in un mondo in cui perdersi senza paura. La vera scoperta è capire come, nella vita, realtà e magia sono perfettamente conciliabili, a patto che si sia in grado di accogliere la vita stessa con occhi nuovi e con una nuova capacità di ascoltare.

«Vi è mai capitato di sentire una barzelletta così tante volte da dimenticare perchè è divertente? E poi la sentite di nuovo ed improvvisamete… è nuova! E vi ricordate perchè vi era piaciuta tanto la prima volta.
Quella era la burla finale di mio padre, penso. A furia di raccontare le sue storie, un uomo diventa quelle storie, e se continuano a vivere dpo di lui… in questo modo egli diventa immortale».

Commossa, come ogni volta che ascolto questa frase, vi saluto e vi auguro una buona serata ♥

firma

8 Pensieri su &Idquo;Il film del Venerdì Sera #3

  1. Pingback: Clock Rewinders 2014 (week8) #3 | Le Parole Segrete dei Libri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *