Parliamo di… Pregiudizi da Lettori Snob

PARLIAMO DI

Vi è mai capitato di conoscere nuove persone in libreria? A me si, anche perchè solitamente ci vado da sola e, una volta dentro, mi avventuro fra i vari scaffali dove altri come me stanno perdendo il senso dell’orientamento… Quante volte eravate convinti di aver trovato la vostra “anima lettrice gemella”? Una persone che sembra avere i vostri stessi gusti. Poi accade questo (chiameremo la persona in questione Y)…

Io: «Eri venuto/a qui con un’idea precisa su cosa comprare?»

Y: «No… e tu?»

Io: «Nemmeno! Se vuoi buttarti su questo genere *quello della sezione in cui ci si trova* ti consiglio questo libro»

Y: «Ehm… no, non fa per me

Io: «Ma lo conosci? Io si, ti assicuro che è bellissimo…»

Y: «Sinceramente ne ho solo sentito parlare, e non fa per me

Non fa per te?!?

Come lo sai? L’hai già letto in una vita precedente?
Hai letto qualcos’altro dello stesso autore? NO!!!
Sai come si chiama questo??

PREGIUDIZIO

tumblr_mdfyt0RnRM1rkds4po1_500Qualche giorno fa mi è capitato di leggere un articolo non recentissimo dello scrittore e giornalista inglese Matt Haig, in cui si era preso la briga di elencare i pregiudizi che spesso noi lettori abbiamo. Haig parte dalla convinzione che fra i lettori ci sia un gruppo di snob  che guardano dall’alto in basso tutto ciò che non ritengono all’altezza della loro raffinata sensibilità. Spesso i libri sono vittime dei pregiudizi di lettori che, convinti di avere gusti letterari sopraffini, li scansano e li ignorano, non sapendo quale grande tesoro si stiano perdendo!
E’ vero anche che dobbiamo fidarci del nostro sesto senso, ma perchè precludersi a prescindere delle posibilità? Voglio condividere con voi alcuni fra i pregiudizi più diffusi ed esilaranti!!!

  • Se qualcosa è popolare, non significa che non sia di qualità. Basti pensare al successo di Shakespeare e dei Beatles.

  • Lo snobismo finge di rivolgersi verso certi libri, ma in realtà è diretto verso le persone. Gli snob sminuiscono il gusto degli altri per sentirsi migliori di loro.
  • Tu sei solo uno dei 7,000,000,000 di persone che popolano la Terra. Non potrai mai essere migliore di tutti loro, ma puoi essere felice di considerarti “uno di loro”.
  • Le uniche persone che sono felici di essere “incomprese” sono quelle che non hanno nulla da dire.
  • Credere che un libro sia migliore perché è difficile da capire è come credere che un edificio sia migliore perché non ha le porte

alone-beautiful-books-girl-long-hair-Favim.com-348542_largeLa mia conclusione è… io leggo quello che mi piace, senza badare a ciò che gli altri potrebbero pensare delle mie letture. La lettura è una cosa intima, privata e strettamente legata ai propri gusti personali. Nonostante ciò mi piace ascoltare/leggere i consigli degli altri, non avrei creato un blog libresco se non fossi io stessa interessata a conoscere il pensiero altrui. Sarei un controsenso vivente!

Vorrei sapere la vostra opinione in proposito: anche a voi è capitato di incontrare questi snob? Come vi comportate?

firma