L’Angolo delle Recensioni: Lacrime di Cera (L. Marchesi)

RECENSIONIBuon Lunedì e buon inizio settimana a tutti!
Come vi avevo annunciato ieri, ecco una nuova recensione tutta Made in Italy!

 The beautiful bride against a window indoorsDESCRIZIONE:

Un Paranormal Romance Distopico, in cui Passato e Futuro si fondono dando vita ad un Presente… senza precedenti!

In un mondo distrutto dalla guerra tra le classi sociali, un nuovo Impero regna Sovrano, servito da automi dalla pelle rivestita di cera, ma dall’aspetto incredibilmente umano. Un Impero costruito grazie alle capacità di una società progredita, ma al tempo stesso regolamentato dalle usanze e dai costumi del lontano Ottocento.
Protetta dalle fredde mura di un palazzo inespugnabile, in Russia, Camille vive la sua vita fra balli e ricevimenti, ignara di essere prigioniera di un’utopia. Contro il proprio volere, Camille verrà promessa al futuro Imperatore. Un uomo meschino, violento e incapace di amare.
Mossa dalla disperazione, e in cerca di una via di fuga, Camille scoprirà l’esistenza di un sotterraneo segreto. Dove troverà Lui, sua unica possibilità di fuga… e di salvezza.
Solo l’Amore può ridare vita ad un cuore straziato dall’odio, e speranza ad un mondo ormai in lacrime.
Prima che sia troppo tardi!
la-mia-recensioneCi troviamo davanti ad una storia originale, molto particolare ed articolata, ambientata nella Russia del ventiduesimo secolo.
Nel 2017 un terribile crollo finanziario distrusse letteralmente il già precario equilibrio fra le classi sociali, causando una vera e propria rivolta.
La popolazione meno abbiente, spremuta fino al midollo dalle autorità e dalle famiglie più potenti, mossa dalla disperazione e dalla fame, si scagliò con la ferocia di un animale contro il Sistema che, troppo a lungo, l’aveva tenuta in gabbia.
Ma la rabbia, la determinazione e la sete di vendetta del popolo non furono sufficienti.Le famiglie più ricche della Terra capirono che se si fossero unite, se avessero unito ogni loro mezzo a disposizione, sarebbero state in grado di tenere a bada la rivolta, e persino di metterla a tacere.
Fu così che dopo quasi un anno di battaglie sanguinarie, in cui molte nazioni persero i loro ricchi esponenti, le ultime famiglie potenti rimaste strinsero un’alleanza.
TRATTO DALL’INCIPIT DEL ROMANZO
Il romanzo prende vita cento anni dopo la creazione dell’Impero Sovrano, un’utopia racchiusa in quattro mura, dove i discendenti dei ricchi sopravvissuti alla rivolta del ’17 continuano la loro vita, ignari di cosa sia rimasto fuori dal castello. Chiamati Sovrani, queste persone vivono sotto il governo di Ivan Morozov, un uomo spietato e senza cuore, e del figlio Roman, ancora peggio del padre. Tutto è tornato indietro all’Ottocento, quando solo chi aveva denaro faceva il bello e il cattivo tempo!
Il castello non ha finestre, non ha collegamenti con l’esterno accessibili ai Sovrani, non ha libri che raccontino del passato, non ha falle… o meglio, se ne ha vengono immediatamente risanate: come la famigia di Camille Ivanov, una giovane donna cresciuta fra i racconti di sua madre riguardo un mondo ormai perduto, racconti che le costeranno la stessa presenza materna, venuta a mancare in inspiegabili circostanze quando era piccola.
Ed è proprio Camille la voce narrante del nostro romanzo, lei che vedrà crollare la terra sotto i piedi quando capirà di vivere in una prigione dorata le cui mura sono poggiate su una montagna di bugie.
Il suo mondo è freddo: freddo come il padre Alexej, reso privo di attenzioni verso il cuore di sua figlia dalla morte dell’amata moglie… freddo come il cuore di Roman, deciso a tutti i costi a sposare Camille per farne il suo giocattolo personale… freddo come gli occhi degli automi, le macchie umanoidi coperte di cera che fanno da servitori all’interno del castello.
Ma Camille non è la sola a raccontare la sua storia…
Un altro personaggio ci lascia ascoltare la sua voce: Lui, un automa con qualche difetto di fabbricazione, in grado di manomettere il sistema operativo che guida le azioni di questi servi di metallo! Un personaggio speciale, unico, che salverà la vita a Camille in numerose occasioni, prima fra tutte contro il perfido Roman.
Ciò che abbiamo intorno non cambia…
Siamo noi che impariamo a guardare con occhi diversi!
Questa cosa la giovane Camille la imparerà a caro prezzo, scoprendo un mondo nuovo, distrutto ma ancora in grado di essere cambiato, aggiustato e migliorato! Conoscerà l’amicizia, l’amore, la rabbia, l’odio, l’impossibile, l’inimmaginabile ma comunque reale. Un romanzo che ci insegna ad aprire gli occhi ed il cuore!
Amo molto lo stile di Liliana: semplice, lineare, pulito, ma allo stesso tempo ricco di dettagli! Un mix perfetto di emozioni, suspance, colpi di scena e amore (come ogni Romance che si rispetti!) <3 La cosa che apprezzo tantissimo di questa autrice è l’incredibile fantasia e creatività, le sue storie non risultano mai banali o già lette in altri romanzi, e penso che questo sia importantissimo, soprattutto per dei divoratori di libri come noi 🙂


Q
UESTO ROMANZO MERITA:

stellastellastellastellastella

Romanzo superpromosso e consigliato! Ho già in lettura il suo lavoro precedente, la Trilogia del Peccato!

firma

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *