BlogTAG – Malattie Letterarie

BLOG TAGBuongiorno amici lettori e buon martedì!
La settimana santa è iniziata, ma io continuo a fare la monella: speravo di riuscire a scrivere ieri sera, ma nulla! Perdonatemi <3 Inauguro solo oggi la settimana con questo simpatico BlogTAG tutto per voi! *Lettrice datti da fare e non perderti in chiacchiere*

Vi rubo altri due minuti per condividere una piccola perla sulla mia vita: la signora dieta molto antipaticamente è venuta a bussare alla mia porta, ma abbiamo fatto un patto! Niente uovo di Pasqua, ma tanti bei libri 😀 per non parlare del fatto che per ogni kg perso mi piacerebbe comprerne un altro, ma questo è ancora da decidere hihihi Tutto questo per anticiparvi un bell’articolo, pieno zeppo di libri interesanti, che farò non appena arriverà il pacco di IBS a casa <3

Partiamo subito con il tag di oggi, che consiste nell’abbinare dei romanzi ad alcune malattie:

1) Diabete – Un libro troppo, troppo dolce

41SBCesdX-LCOME UN URAGANO
Nicholas Sparks

Libro estremamente smielato, con tipico finale drammatico “alla Sparks” che sinceramente non vi consiglio! Racconta la storia di Adrienne, una donna divorziata, madre di tre figli, che (per riuscire a superare il trauma del tradimento subito dal suo ex marito), prende il posto di un’amica nella gestione di una locanda. Il destino vuole che a giungere in questa pensione sia Paul, un medico con problemi di cuore anche lui. I due rimangono bloccati a causa di un uragano e… indovinate che succede?!

Alla fine, essendo stati costretti a separarsi per ritornare ciascuno alle loro vite, decidono di rivedersi e fissano un incontro, ma Paul non si presenta! Tragicamente morto sotto una frana,  è il figlio di Paul a comunicare la notizia della sua morte ad Adrienne con una lettera!

2) Varicella – Un libro che hai letto una volta e non rileggeresti mai più

71ODFnH2oSL._SL1433_L’INGANNO DELLA MORTE
Guglielmo Scilla

Libro PESSIMO!!! Nonostante le buone intenzioni del giovane tuttofare scrittore romano, il romanzo risulta un CIAMBOTTO di elementi fantasy, che non sempre funzionano tra loro, il tutto legato da una trama prebedibile e banale! Guglielmo fa davvero un eccessivo miscuglio di elementi che, se presi singolarmente vanno anche bene, ma messi insieme non rendono come dovrebbero.
Se siete appassionati lettori, inoltre, non vi risulterà difficile indovinare il finale, molto prima che arrivi: e se, come me, amate il genere fantasy, nel corso della lettura spererete invano di essere sorpresi da una conclusione migliore, meno banale (pur non essendoci il classico “e vissero felici e contenti”)  e meno prevedibile, che però, ve lo dico, non leggerete mai!

3) Influenza – Un libro che si diffonde come un virus

50-sfumature-di-grigio-recensioneCINQUANTA SFUMATURE DI…
E.L. James

Lo devo ammettere, sono prevenuta quando parlo di questo libro… è stato probabilmente il libro peggiore che abbia mai letto! Privo di qualsivoglia spessore, con personaggi stereotipati che non ti lasciano assolutamente nulla (se non un bruttissimo ricordo del libro), e un piattume generale che non riesce a trovare un modo per risalire in superfice dall’abisso di schifezza in cui affoga. *Sì, posso essere molto cattiva quando recensisco i libri*
Dato che si parla si letteratura erotica, speravo almeno che determinate descrizioni fossero all’altezza del genere in cui fanno rientrare il romanzo… Una delusione anche quelle: tutte uguali, ricche di momenti che dovrebbero essere realmente “hot” ma che in realtà ti fanno solo dire: Scusa… ma veramente stai a fare??? -.-”
Un libro che, a mio modestissimo parere, non merita assolutamente tutto il successo che ha avuto!

4) Malattia ricorrente – Un libro che rileggi spesso o ogni anno

A CHRISTMAS CAROL
Charles Dickens

E’ diventato un rituale… quando arriva il periodo natalizio devo rileggere questo libro, possibilmente in inglese, poi ci abbino tutti i film che sono stati tratti: dal cartone animato della disney, alla nuova versione 3D, al film con Bill Murrey “SOS Fantasmi” e tanti altri!
Questo romanzo mi fa sentire bambina, mi lascia vivere il natale in modo diverso, non fossilizzata sulla parte materiale ma concentrata sui valori, sull’affetto e sul ricordo dell’infanzia, che spesso capita scomparire nel corso dell’anno, quando siamo tutti concentrati sulla frenesia del quotidiano! Non è natale per ne senza A Christmas Carol

5) Insonnia – Un libro che ti ha tenuto sveglio

cover2IL MIGLIO VERDE
Stephen King

Succede spesso che, se mi appassiono alla storia, rimango sveglia fino a tarda notte per finire un romanzo! Un caso pazzesco fu il Miglio Verde di King, che mi trattenne attaccata alle pagine fino alle tre e mezza di notte (il mio record personale per quanto riguarda una lettura). Volevo leggere, volevo sapere… Non potevo aspettare il giorno dopo, assolutamente no! Un altro caso è stato il romanzo La biblioteca dei Morti di Cooper, finito all’una e mezza! Anche per quel romanzo non sarei riuscita ad aspettare!
Giuro, io ci provo: chiudo il romanzo, lo metto sul comodino, spengo  la luce… ma poi non riesco a dormire e rimango sveglia a pensare “Chissà cosa succede dopo” XD

6) Amnesia – Un libro che hai letto, ma di cui hai dimenticato tutto o quasi

Ma se vi dicessi che non mi viene in mente neppure un libro?!? Più amnesia di così… Di solito, nel bene e nel male, i libri me li ricordo! Questa domanda mi ha messa in difficoltà 🙁

7) Asma – Un libro che ti ha tolto il fiato

cover3IL SIMBOLO PERDUTO
Dan Brown

Quando si parla di togliere il fiato, nulla lo ha fatto come una scena di questo romanzo. Se lo avete letto, capirete certamente a cosa mi riferisco, alle emozioni, ansia, paura, pathos… Probabilmente questo romanzo si gioca il primo posto fra gli scritti da Dan Brown, alla pari de Il Codice Da Vinci per quanto mi riguarda! Davvero davvero bello!

8) Malnutrizione – Un libro povero di ccontenuti

Se ripeto Cinquanta sfumature di cacca mi linciate per la mancanza di fanasia ed originalità? Per me è veramente pessimo!!!

9) Mal di mare – Un libro che ti ha portato in un altro mondo

StoriaInfinitaLA STORIA INFINITA
Michael Ende

Per una come me che soffre davvero di mal d’auto, di mare e di qualsiasi cosa sia anche solo “molleggiante”, appena ho letto la malattia ho pensato ad un romanzo brutto… ma dato che la domanda ha un senso positivo sono più contenta! Quale miglior storia se non quella di un romanzo nel romanzo, una storia fantastica, avvincente, meravigliosa, coinvolgente e toccante come La storia infinita? Non riesco a pensare ad un libro più azzeccato di questo <3

Per oggi è tutto… mi farò perdonare per l’assenza di ieri, lo prometto! Vi mando un abbraccio virtuale estremamente stritoloso 🙂

firma

13 Pensieri su &Idquo;BlogTAG – Malattie Letterarie

  1. Buongiorno, Lettrice! Bella questa casistica… malata! 🙂 Non ho mai letto Dickens; per quanto riguarda le Cinquanta sfumature, se vuoi leggere una trilogia erotica fatta bene (almeno secondo me) ti consiglio la Crossfire trilogy di Sylvia Day: ciascun libro ha titoli diversi. A me è piaciuta, ma de gustibus….

      • Una cosa ho dimenticato di dirti, su questa trilogia:
        Il primo volume è abbastanza osé; il secondo c’è quel tanto di erotico, mescolato al pasato dei due protagonisti; il terzo mi è sembrato più concentrato sul pasato dei due. Quindi, da come puoi arguire, la componente erotica scema via via… 😉
        Felice di esserti stato d’aiuto 😀

        • Non mi imbarazza, nè spaventa leggere romanzi erotici! Solitamente non lo faccio (preferisco altre tipologie di libri), ma non mi nego una bella lettura solo per il genere a cui appartiene!
          Lessi “Cinquanta sfumature…” per capire quali segreti si celassero dietro il caso letterario dell’anno e perché avesse avuto tanto successo!
          Sai, visto che ci sono, finirò di risponderti in un Parliamo di, è da tanto che non ne faccio uno e questo argomento mi sento ispirata 😉

          • Neanche a me imbarazza leggere romanzi erotici. Ho iniziato con “Paura di volare”, per poi seguire con il secondo volume, sempre della Jong. Ho anche letto “Racconti erotici” (credo fosse questo il titolo) di Anais Nin. Mentre questi li ho in cartaceo, la trilogia che ti ho suggerito l’ho letta in ebook.. “Parliamo di…”; interessante… 😉
            Buon pomeriggio, Lettrice!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *