Giornata Mondiale del Libro 2014

gmdl2014

Il 23 aprile 1616 vennero a mancare tre grandi scrittori:  Shakespeare, Cervantes e De La Vega.
Così l’Unesco pensò di proclamare il 23 aprile come Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, nota anche come Giornata del libro e delle rose. Ogni anno viene eletta una città come capitale globale del libro, quest’anno è Port Harcourt, in Nigeria, scelta per gli sforzi che sta portando avanti sia per quel che riguarda la promozione della lettura che, ancora prima, per l’alfabetizzazione.

Accompagnate questa speciale giornata con una buona lettura!

È un libro in buona fede, disse Montaigne.
Nessuno sa cosa vuol dire questa frase, ammette il
professore, asciugandosi gli occhi, e chiama un
bidello perché gli porti un altro bicchier d’acqua.
Nel frattempo l’alunno più piccolo è uscito dalla
finestra e ha avuto tutte le rivelazioni del Buddha.
Ma quando è arrivato sotto il salice c’era una
donna, sdraiata e nuda, che riposava la testa su di un
libro di pagine bianche.
C’era anche l’infinito, era azzurro dopo un
cammino rosso, e bianco dopo una tenda
dorata.
Allora il professore disse che mancava un alunno e che
non valeva la pena continuare la lezione.
Da quel momento il salice divenne un luogo di
pellegrinaggio.
Ma solo gli eletti in grado di uscir volando da una
lezione potevano vedere i due corpi distesi, e fino
a oggi nessuno li ha visti, anche se sono lì che si
muovono all’infinito.
Perciò la storia inizia senza iniziare e finisce senza
finire.
Come qualcosa di molto simile
all’infinito

José Saramago,  È un libro in buona fede

Un pensiero su &Idquo;Giornata Mondiale del Libro 2014

  1. Pingback: Clock rewinders 2014 (week17) #11 | Le Parole Segrete dei Libri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *