Lovely Blog Award

Buongiorno e buon sabato a tutti!
Chiedo scusa per l’assenza di ieri, ma ho banchettato tutta la giornata in onore di due persone speciali che hanno deciso di legarsi per sempre l’una all’altra nella gioia e nel dolore, in salute e in malattia, per amarsi e onorarsi tutti i giorni della loro vita… <3

Tornata a casa, ho trovato una bella sorpresa da parte di Vittorio: il mio primo Lovely Blog Award! E mentre Vittorio tenta di raggiungere il Guinnes World Record per il numero più alto di nomination per questo premio *hihihihi tutte meritate 😀 *, a me è stato dato il compito di rispondere ad una bellissima domanda:

Com’è nata la tua passione per la lettura?

Penso di aver anticipato qualcosina in proposito all’apertura del blog, ma potervi raccontare un po’ di me è sempre un piacere…

Ci credereste se vi dicessi che fino a quattro anni fa circa io odiavo leggere?
Ebbene si… Non leggevo assolutemente nulla che non fosse strettamente necessario per fini scolastici. Probabilmente perchè piena di cose da fare, nei momenti liberi optavo per passatempi diversi; inoltre non sopportavo l’idea di dover leggere, sotto tortura dei professori, determinati romanzi che (per quanto fossero meravigliosi, cosa di cui mi sono resa conto solo in un secondo momento) non mi ispiravano nulla, se non noia e rabbia.

10ebe4fb43581605b78f0fba903ba5e2Sono sincera: invidiavo tantissimo chi amava la lettura… Pensavo «chissà cosa si prova ad emozionarsi leggendo», ma puntualmente rimanevo delusa dai miei tentativi, probabilmente perchè fatti con romanzi non adatti a me.

Solo quando il quinto anno del liceo stava per concludersi ho finalmente iniziato a capire quanto bello e appassionante potesse essere un libro: sono partita da dei saggi presi per la mia tesi del diploma, e ho scoperto il piacere di una lettura non costretta da altri, ma scelta in prima persona dalla sottoscritta.

Poi, finito l’incubo della scuola (se volete ne parliamo un’altra volta della parola incubo, tale non per lo studio in sè, ma per la gente che lo contornava), sono andata in libreria e mi sono comprata un romanzo speciale, I Pilastri della Terra, di cui conoscevo già la storia grazie all’omonima serie televisiva, ma che ho letto con passione in meno di cinque giorni.

Mia madre pensava mi fossi drogata o che qualcuno mi avesse ipnotizzata ahahahah XD Non credeva ai suoi occhi, ed io non credevo al mio cuore che pulsava all’unisono con i cuori dei protagonisti: una parata di emozioni al ritmo delle parole che per la prima volta avevano scatenato in me un’uragano.

Tornado che per fortuna (o sfortuna delle mie tasche) non si è mai spento da allora.

sidebardividerAdesso tocca a me nominare 10 blog (ok, lo ammetto… siete di più)! Faccio a tutti la stessa domanda, perchè sono certa che le risposte saranno stupende da leggere:

V.I.T.A. = Voglia Incontrollabile di Trovare Amore
Per te V.I.T.A. è…?

Che sia un acronimo, una frase, una fotografia, una poesia, una canzone, un tuo pensiero… mostrami cos’è per te VITA.

firma