Calendario dell’Avvento #11 e #12

Caro Babbo Natale…

dear santa

Buon pomeriggio Lettori!
I piani per la giornata di ieri erano ben diversi da come poi sono andate realmente le cose… Tra avvisi inaspettati e boss rompini che non la smettono di dire “è da ottobre che aspetto un tuo articolo” (cit. Vittorio Tattisì ragazzi, è proprio un puffo brontolone: rassegnamoci!) la casella del Calendario di ieri è andata in fumo…
Ma oggi sono qui per rimediare!

Se vi dicessi che nella lista dei desideri per Babbo Natale potete inserire solo 3 doni… Cosa chiedereste?

Caro Babbo Natale,
Sarei un’ipocrita colossale se, solo per fare bella figura con chiunque dovesse leggere queste poche righe, ti chiedessi tre doni solo per gli altri! Sarebbe una bellissima scelta, in perfetta sintonia con lo spirito di amore che riempie i cuori il 25 dicembre… ma, ammettiamolo, decisamente poco realistica!

Quindi un regalo, me ne basta uno, lo terrò per me. Gli altri due so già bene come usarli! *ma siamo sicuri che stia parlando con Babbo Natale, mi sembra più il genio della lampada… Mah, chi li capisce questi Claus di oggi!*

Bene, il mio primo regalo dovrai cederlo a Mamma Lettrice, tu sai chi è 😉 per lei vorrei tanto il giro del mondo in 80 giorni (e non perchè voglio toglierla da davanti alle balls per due mesi e mezzo, sia chiaro)!!!
Un viaggio è quel regalo meraviglioso che oggi come oggi non potrei mai farle, ma vorrei davvero tanto! <3

Il mio secondo regalo dovrai farlo in tanti micro pezzettini e portarlo in giro per l’Italia! Ci sono tanti amici che vorrei abbracciare, ma la lontananza me lo impedisce: caro sig. Claus, toccherà a te volare di porta in porta e riempirli di coccole. Non saltarne neppure uno, mi raccomando!!! La lista è in allegato alla lettera 😀

L’ultimo regalo è quello per me: immagino già cosa ti starà passando nella testa (una mega libreria, saper guidare decentemente, un’idea brillante per uno scritto, una vincita alla lotteria…), ma ahimè, devo deluderti o forse no
Caro Babbino *molto “alla Littizzetto” questa eheheh*, per il 2015 vorrei un po’ di serenità! Portamela come vuoi, sotto forma di polvere di fata, di granelli di stelle, di campanelle magiche o di sorrisi, scegli tu: l’importante è sapere che l’anno che viene sarà bello, tranquillo, magari con qualche soddisfazione sparsa qua e là!
Lo so che gli intoppi nella vita sono dietro l’angolo, e non mi aspetto di vivere 365 giorni perfetti, ma se la maggior parte fossero anche solo vicini alla perfezione mi basterebbe… ci provi ad esaudire il mio desiderio?

Chiedo troppo? Forse… ma che importa! Sognare non ha mai fatto male a nessuno ^_^

Nella vostra letterina cosa c’è scritto?  Sono curiosa!!! 😀