Onestà intellettuale… questa sconosciuta!

Buongiorno a tutti Lettori!
Avete mai provato quell’irrefrenabile bisogno di aprire la finesta e gridare al mondo intero dal balcone di casa vostra?? Ecco, per quanto assurda la situazione possa sembrare, questo articolo è il mio personale modo di urlare, di dire la mia!
Mi sento ancora più forte e decisa a scrivere perchè oggi non sono sola. Insieme a me ci sono alcune meravigliose colleghe che, estremamente sconcertate da alcune situazioni che si sono venute a creare, sono qui per chiacchierare con me e con voi!

Quale sarà mai questo tema così importante da aver messo insieme non solo noi, ma tantissimi altri blogger in giro per il web? Si parla di recensioni, anteprime e altri servizi (alcuni anche contrari ai regolamenti di siti come Amazon e Goodreads) A PAGAMENTO!

In cosa consiste: girovagando sul web potete trovare blogger che offrono servizi di pubblicità e di recensione dietro compenso (o richiesta di “donazioni” spontanee). Inserimento di recensioni ad alto punteggio su amazon e goodreads tramite profili fake solo per alzare il voto medio del romanzo, creazioni di pagine fb o twitter con centinaia di followers, newsletter a diecimila persone *non sto scherzando* per la pubblicità al romanzo… e questi sono solo alcuni esempi! Ma passiamo alle mie splendide ospiti e sentiamo cosa ne pensano in proposito 😉

Con me ci sono:

Paola del blog Books… what else?
Diletta del blog Atelier di una Lettrice Compulsiva
Stefania del blog Cricche mentali di un’aspirante scrittrice
Giada del blog Fantasticando sui Libri
Anna del blog L’essenziale è invisibile agli occhi
Nadja del blog A thousand lives

Partiamo con una domanda a bruciapelo: Qualcuna di voi si è mai fatta pagare per ciò che realizza nel proprio angolo virtuale?

1499554_951138614920640_4824191489981289957_nPAOLA: Assolutamente no! Quando ho deciso di aprire il mio blog l’ho fatto innanzitutto per condividere con altri amanti della lettura la mia passione per i libri. Ho creato il mio spazio virtuale per dare anche la possibilità agli autori e agli editori di far conoscere i propri libri, ma tutto ciò che faccio nel blog è senza scopo di lucro. Non ho alcun motivo per farmi pagare per postare anteprime, interviste e recensioni: tutto ciò che faccio nasce da un duro lavoro, è vero, ma è frutto della mia passione e del mio amore per i libri. Non recensisco a pagamento, non lo faccio ora nè lo farò in futuro.

10411131_10204608427161441_8488948776521557452_nDILETTA: Assolutamente no. Né per le interviste né per le recensioni. Bisognerebbe far capire che gli autori sono già disponibili a fornire per le recensioni copie ebook o cartacee che siano ed è già quello un voler “ringraziare” il blogger. 

10698648_1558101824422450_6119351568584973499_nSTEFANIA: Nel blog Cricche mentali di un’aspirante scrittrice offro agli scrittori un piccolo spazio per le interviste e le segnalazioni e NO, non ho mai chiesto soldi

10858540_925405514170333_5474958946932299471_nGIADA: Io non ho mai ricevuto compenso per le mie recensioni, interviste e tutte le attività che svolto nel blog.

10659416_10203931544840773_2125846353755628723_nANNA: La mia risposta è NO! Assolutamente no. Non mi sono mai fatta pagare per ciò che realizzo sul mio blog e neanche mi è mai passato per la testa.

10513303_598612920254194_6867149793279679352_nNADJA: Non mi sono mai fatta pagare per una recensione e mai lo farò.

10978545_354540711403009_3081887618759632875_nLETTRICE: Esattamente come voi, ragazze, non ho mai ricevuto alcun compenso. E’ vero, gli autori e le case editrici con cui collaboro mi inviano alcuni dei loro romanzi in maniera assolutamente gratuita in cambio di una recensione, ma quest’ultima ovviamente viene scritta con sincerità, senza tener conto dell’omaggio. L’unica cosa che differenzia i romanzi che compro con i miei soldini e quelli che ricevo è la precendenza nell’ordine di lettura! Quelli che ricevo vengono sempre prima rispetto a quelli che compro. Tutto qui.


Autori o CE vi hanno mai chiesto se i vostri articoli dovessero essere retribuiti?

1499554_951138614920640_4824191489981289957_nPAOLA: No, gli autori e le case editrici non mi hanno mai domandato se i miei articoli dovessero essere o meno retribuiti. Nella policy del mio blog ho chiaramente espresso che ciò che faccio è a titolo gratuito, ma anche se non lo avessi specificato sarebbe stato comunque sottinteso!

10411131_10204608427161441_8488948776521557452_nDILETTA: Le case editrici mai. Gli autori qualche volta perché erano passati da alcuni blog che richiedevano un pagamento addirittura per una semplice anteprima, il che mi ha lasciato davvero basita. Ho spiegato loro che io non chiedevo nessun tipo di retribuzione perché il mio blog non era e non è tutt’ora a pagamento. Né mai lo sarà.

10698648_1558101824422450_6119351568584973499_nSTEFANIA: Sì, gli autori.

10858540_925405514170333_5474958946932299471_nGIADA: Dunque, per quanto riguarda gli autori mi è capitato che alcuni di loro mi chiedessero se le mie recensioni fossero a pagamento (io naturalmente ho risposto di no), invece per quanto riguarda le CE, nessuna di loro mi ha mai chiesto se i miei articoli dovessero essere retribuiti.

10659416_10203931544840773_2125846353755628723_nANNA: Se la mia memoria non mi inganna, si. Una volta mi è stato chiesto da un’autrice se mi dovesse pagare in cambio di una recensione, ma ovviamente le risposi che no, non avrebbe dovuto tirare fuori neanche un centesimo. Per me ricevere il manoscritto gratuitamente è una lauta ricompensa!

10513303_598612920254194_6867149793279679352_nNADJA: A me e alle mie collaboratrici non hanno mai chiesto denaro per le nostre recensioni e credo che non lo faranno mai

10978545_354540711403009_3081887618759632875_nLETTRICE: Per quel che mi riguarda, sia una categoria che l’altra mi ha fatto questa domanda. Probabilmente influenzati da precedenti incontri con blogger che hanno richiesto un compenso per il loro servizio, ovviamente hanno ricevuto una risposta negativa.


Questa politica della “recensione retribuita” è ovviamente in netto contrasto con la sincerità della stessa. Cosa ne pensate in proposito?

1499554_951138614920640_4824191489981289957_nPAOLA: Sono convinta che oltre ad essere poco morale, la recensione in questione è anche poco sincera. Una volta intascati i soldi il “recensore” tende a dare una valutazione positiva del romanzo: è stato pagato per farlo e che motivo avrebbe per dare un giudizio, eventualmente, negativo del romanzo? Nessuno. Quindi le recensioni risulterebbero tutte positive, esaltanti e, ahimè, poco oggettive (per quanto, poi, una recensione possa essere oggettiva: si sa che si tende sempre ad esprimere un proprio parere!): una recensione poco costruttiva, magari anche poco veritiera, non è utile all’autore che deve conoscere i pregi e i difetti della propria opera affinché possa migliorare e correggersi.

10411131_10204608427161441_8488948776521557452_nDILETTA: Penso che quando leggo certe risposte che vengono date agli autori, si possa solo ridere. Per me è assolutamente in contrasto con la recensione. Un blog si fa pagare per questa e poi decide di dare 1 o 2 stelline? Non credo proprio. Logico che la recensione non sarà mai al 100% sincera e questo non lo trovo giusto sia nei confronti dell’autore sia nei confronti del lettore: da autrice posso dire che non andrei di certo da questi blog per avere una recensione, ma queste sono scelte personali, da lettrice invece dico che mi sentirei fuorviata da queste recensioni da 5 stelline a priori. In entrambi i casi comunque mi sentirei presa in giro anche se per fortuna non mi faccio influenzare dalle recensioni e conosco alcuni blog a pagamento dai quali tenermi molto lontana. La veridicità del loro parere va in contrasto con la loro “politica”.

10698648_1558101824422450_6119351568584973499_nSTEFANIA: Qui mi dilungo un po’ nella risposta, premettendo che ognuno è libero di fare quello che vuole, sia il blogger di mettere una tariffa ai suoi servizi, in questo caso le recensioni, sia lo scrittore di pagare. Ciò che si contesta non è il fatto che il blogger si prenda pagato, ma sulla veridicità della critica perché se io scrittore pago per un servizio lo faccio per far risaltare la mia opera e non per buttarla giù.
Se il blogger, però, mette da subito in chiaro che le sue recensioni sono obiettive e che quindi se l’autore paga tanto può ricevere una critica positiva quanto una critica negativa, allora il discorso è diverso perché si mette in chiaro la situazione e quindi è a discrezione dello scrittore se usufruire o meno del servizio.
Personalmente, e parlo come scrittrice, preferisco investire soldi in altro: andare agli eventi letterari, per le presentazioni, per pagare il dominio del sito del libro… C’è poco da fare, ci troviamo in un periodo in cui lo scrittore non può solo scrivere, il pittore non può solo dipingere e il musicista non può fare solo musica, dobbiamo armarci e diventare anche imprenditori di noi stessi, ciò impegna tempo e, se si desidera, anche denaro, sta a noi decidere come investirlo.

10858540_925405514170333_5474958946932299471_nGIADA: Sinceramente penso che una recensione retribuita non garantisca l’onestà del recensore, io personalmente faticherei a considerare oneste le recensioni fatte sotto pagamento, sono convinta che non aiutino lo scrittore a migliorare. Certo, essere in vetta su Amazon è importante, ma penso sia molto più importante ricevere aiuto e consigli da persone che hanno letto il tuo libro e che ti aiuterebbero anche senza compenso.

10659416_10203931544840773_2125846353755628723_nANNA: Per quanto mi riguarda, la mia attività di blogger è iniziata poco più di un anno fa come hobby e passatempo. Poi quando ho incominciato a conoscere autrici e autori emergenti in cerca di recensioni per far conoscere il proprio scritto, il mio hobby si è trasformato in un vero e proprio lavoro. Ma questa attività è spinta dalla mia passione per la lettura. Mi sento onorata a poter leggere i libri che mi vengono commissionati e mai mi è passato per la testa di farmi pagare dagli autori in cambio di qualche riga che li permettesse di farsi conoscere un po’ di più. Pensate a quanto costi loro fidarsi di un blogger, ma soprattutto di quanto costi mandare gratuitamente copie del proprio lavoro. Anche quando si tratta di un ebook, dal prezzo minimo di 0,99 centesimi.. loro vi REGALANO la loro opera in cambio di un parere il più personale possibile. Per quale ragione si dovrebbe chiedere una retribuzione? Io credo che sia sbagliato farsi pagare per una recensione o per un qualsiasi tipo di pubblicazione sul proprio blog.

10513303_598612920254194_6867149793279679352_nNADJA: Credo che i blogger in generale dovrebbero fare questo lavoro per passione e non per una questione economica.

10978545_354540711403009_3081887618759632875_nLETTRICE: Arriviamo al tasto dolente di questa super mega intervista… Avrei davvero tanto da dire ma cercherò di essere super sintentica perchè le mie colleghe hanno espresso il loro pensiero, che è anche un po’ mio, alla perfezione! Ognuno può fare quello che vuole (nei limiti della legalità e della correttezza), non lo metto in dubbio, ma certe cose NON SI FANNO… come può una recesnione essere sincera e giusta se viene scritta perchè si è stati pagati?? No, non condivido affatto questo modo di fare “book blogging” e consiglio a tutti gli autori che dovessero leggere questo articolo di rivolgersi a persone che si dedicano alla lettura per passione, non per soldi 😉

Ora tocca a te!
Sei un/a blogger?
Un autore o una autrice?
Un appassionato di libri?
FACCI SAPERE COSA NE PENSI!

3 Pensieri su &Idquo;Onestà intellettuale… questa sconosciuta!

  1. Complimenti per questa intervista, Lettrice! 🙂
    Da lettore (e da autore) apprezzo e condivido quanto tutte voi avete scritto; quello che fate (in questo caso io mi tiro indietro, non recensendo libri altrui) è pura passione, e come tale va trattata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *