Quinta Tappa Blogtour “APOSTASIA” di Marie Albes – RECENSIONE

10978664_413709825454116_7697253939785694091_n

Buongiorno miei adorati Lettori!
Oggi sono qui per presentarvi un romanzo che davvero lascia il segno, ti entra nella pelle e fino ad arrivare al cuore, dove vi resterà per sempre! Parliamo di APOSTASIA, l’ultimo romanzo nato dalla mente di Marie Albes <3

unnamed

Chiara affronta la sua vita con il sorriso: sono ormai dieci anni che vive in un piccolo convento nelle campagne fiorentine dove il tempo pare essersi fermato, e la fede che l’ha spinta a prendere i voti sembra crescere come un fiore in primavera. Ma ecco che un giorno arriva José Velasco – giovane spagnolo venuto in Italia per scoprire il segreto che tormenta la sua famiglia da anni – e per la prima volta Chiara sente qualcosa palpitarle dentro al petto, un sentimento profondamente sbagliato per una ragazza che indossa un velo come il suo. 10462786_409820932509672_8209686263821130412_nCosì l’amore inizia il suo gioco di sguardi, e mentre José è costretto a lavorare nelle campagne intorno al convento per riuscire a indagare sul proprio passato, Chiara passa le giornate aspettando l’ora di lezione che trascorre con lui, per insegnargli una lingua che in realtà José conosce già abbastanza bene. Nel frattempo l’estate scivola via, lasciando che Chiara e José continuino a inseguirsi a vicenda, ormai incapaci di ignorare ciò che li invade, ma allo stesso tempo impauriti da un vincolo che rappresenta qualcosa di più pericoloso di un semplice voto monastico. E se la religione fosse più forte dell’amore? Il libero arbitrio forse esiste veramente, ma è qualcosa di molto fragile.

la-mia-recensione

“Amore che non posso dire
Amore che non posso dare
Amore che non posso avere
Amore che non posso amare
…Amore”

(Tratto da “I Promessi Sposi – Opera Moderna)

Amore è una parola che attraversa tempo e spazio, che accarezza i volti delle persone, che li inonda di lacrime e li colma di baci fino a scoppiare. Amore è una parola che scalda il cuore, che lo nutre e ne diventa colonna portante. Amore è una parola che trafigge e fa sanguinare, che ti strappa l’anima e la abbandona in balia del vento, in attesa che qualcuno riesca a ricucirla. Amore è una parola che toglie e dà la vita, che la sconvolge e la travolge senza via di scampo…

Ed è proprio questa parola a bussare prepotentemente alla porta di Chiara, una giovane ragazza che a soli diciotto anni sceglie di donare tutto il suo cuore a Dio, sposandosi anima e corpo a lui.

Sono passati dieci anni da quando Chiara ha preso i voti. Lei è bellissima, forse anche troppo per la vita che ha scelto di intraprendere: quel manto di meraviglia che il Cielo le ha posto indosso non passa inosservato, neppure sotto la veste monacale. A notare l’innata grazia di questa suora è Josè, marinaio spagnolo giunto in Italia in cerca di risposte sul suo passato.
L’incontro di anime fra Chiara e Josè mette, giorno dopo giorno, totalmente a soqquadro le certezze insite nella vita della giovane. Il suo abito si trasforma in una prigione, dove l’amore che aveva sempre rivolto al Padre celeste, scalpita e si dimena per poter volare da quella metà che lo completa.

Gli occhi parlano una lingua loro, difficile da capire e impossibile da udire: così si parlarono quelli dei due giovani. Nessuna espressione sul viso, solo un tale calore visivo da far gocciolare le stalattiti di una caverna gelida.

Marie Albes, in questo suo ultimo lavoro, accompagna il lettore in un mondo complesso dalle regole sconosciute e dai risvolti inaspettati, quello dei sentimenti, e lo porta a riflettere sulla forza delle nostre passioni e su quanto esse siano in grado di riscrivere la nostra vita come mai ci saremmo aspettati.

Io, come Chiara, ho una grande fede. Non ho mai pensato che amare un uomo potesse voler dire amare meno Dio: per me significa canalizzare parte di quell’amore, che il Signore stesso ci chiede di condividere con gli altri, verso una persona che ci completa e ci rende felici. Dalla felicità, come dice Marie, viene sempre la luce.
E’ un percorso duro quello che Chiara si trova ad affrontare, troppo giovane e impulsiva quando si lega a Dio, ma poi matura e pronta ad amare davvero quando incontra Josè.

Ma la delicata ed elegante penna di Marie Albes segna davanti a Chiara un cammino di speranza, un percorso dove Dio non si sente tradito dalla voglia di libertà ed amore della ragazza, ma al contrario pone sulla sua strada persone dall’animo gentile e dal grande cuore, pronte a comprenderla ed aiutarla, a tenderle una mano mentre la vedono crollare.

A volte Dio siamo noi, nonchè le persone vicine alla nostra vita e che cercano di darci una mano.

Apostasia è un grande messaggio d’amore, di forza e di fiducia nel futuro per tutti, a prescindere del fatto che si creda o no in qualcosa. Apostasia insegna a lasciarsi andare, ad inseguire il proprio cuore e ad ascoltarlo. Sempre.

QUESTO ROMANZO MERITA:

stellastellastellastellastella

Un viaggio nel mondo più intimo che alberga dentro di noi. Da non perdere! <3

 TUTTE LE TAPPE DEL TOUR
(Nelle tappe con la stellina,
troverete degli special sul mondo di Chiara e José)

10930928_419316904893408_28044024803997639_n

6 Pensieri su &Idquo;Quinta Tappa Blogtour “APOSTASIA” di Marie Albes – RECENSIONE

  1. Pingback: Febbraio & Marzo Wrap Up | Le Parole Segrete dei Libri

  2. Pingback: Blog Tour “Apostasia, Verità di vita e morte” di Marie Albes – Recensione | Le Parole Segrete dei Libri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *