L’Angolo delle Recensioni: Ti scriverò prima del confine (D. Barbera)

RECENSIONIBuongiorno Lettori!
Finalmente una delle recensioni che tante volte ho dovuto rimandare, ma finalmente eccola <3

Ti scriverò prima del confine è un romanzo che mi è entrato nel cuore in maniera speciale. Credo di aver rotto le scatole all’addetto stampa un’infinità di volte per dirgli quanto mi stesse piacendo in fase di lettura, per poi essere contattata dall’autore in persona alla fine <3 *e farlo penare per leggere questa recensione per settimane, monella io*
Ma ora eccola, buona lettura! 😀

Ti scriverò prima del confine

barbera_definitivoDESCRIZIONE

M***o è stato ricoverato in una prestigiosa clinica privata dopo il Fatto che lo ha trasformato in un eroe nazionale e, suo malgrado, si ritrova al centro di un folle circo mediatico.
Tutti vorrebbero parlare con lui tranne Giulia, una ragazza ricoverata nella stanza 27, che non parla ma ama ascoltare. La ragazza, affamata di storie, gli propone un patto: M***o le racconterà la sua vita, senza pronunciare nomi e senza fare domande su di lei, mentre Giulia lo ascolterà e gli scriverà delle lettere.
Tra incontri rubati e storie da raccontarsi, M***o ricostruisce gli eventi che lo hanno condotto fino al Fatto e si lega a Giulia così profondamente che, quando le cose si mettono male, anche un eroe come lui deve rimettere tutto in discussione.

Diego Barbera prende la domanda “Hai mai avuto paura?” e la stravolge, attraverso lo sguardo di un ragazzo come tanti che forse, di paura, non ne ha mai avuta. Tra racconto di formazione e storia d’amore, Ti scriverò prima del confine è un libro che prende alla gola e che racconta, con il passo dell’incoscienza, un nuovo modo di guardare il mondo.

la-mia-recensioneTutto è utile, ma nulla è indispensabile… neppure un nome, il suo nome, lo è!
C’è una sola parola importante, la chiave di volta del romanzo di Diego Barbera: quella parola è Giulia.

Sin dalle prime pagine del romanzo, Diego ci catapulta in un mondo reale a cavallo fra il magico e il folle, imprigionato nella quattro mura della clinica dove M***o è ricoverato. Alle nostre orecchie giunge diretta la voce del protagonista, e quel Fatto che tanto lo ha reso famoso agli occhi dei Media, per noi è solo un grande mistero che a piccoli passi ci verrà svelato.

Un mondo capovolto è quello della Clinica, come il Paese delle Meraviglie. Un angolo di universo dove ogni personaggio, nella sua strana e singolare forma, aiuta M***o a capire se stesso, a ritrovarsi… o ancora meglio, a rinascere e ricominciare. Ogni parola scelta dall’autore trova un significato specifico nell’armonia della storia, e ci trasporta nella mente del protagonista, lasciandola passare a noi attraverso un filtro. Gli occhi di Giulia.

Anch’essa ricoverata nella clinica, Giulia ha un fitto intrigo di emozioni dentro di sè. Non parla, non perchè sia muta, ma per scelta.
Quando conosce M***o, gli chiede di raccontargli la sua storia, senza nomi o definizioni, ma lasciando a lei la capacità di immaginare e creare nella sua mente un’idea di ciò che le viene raccontato. Ed è così che la vita di M***o arriva a noi, in un turbinio di sensazioni particolari che lasciano un impronta indelebile sul cuore.
Il lettore non può fare a meno di innamorarsi di ogni singolo personaggio della storia, non solo dei protagonisti, ma di tutte le pedine che questa avventura muove. Perchè, anche se racchiuse in uno spazio limitato, le vite dei pazienti della clinica e di chi gli è vicino si uniranno in un amalgama perfetta, atta a penetrare il cuore di chi li incontra.

Piccoli riferimenti velati al grande capolavoro di Carroll condiscono la storia con un pizzico di incantata follia: basti pensare al risveglio di M***o dal coma e alla prima frase che si insidia della sua testa, “Come si distingue un tulipano da un papavero?”, piccolo omaggio alla famosa domanda incompiuta del Cappellaio “Perchè un corvo assomiglia ad una scrivania?”.

Ti scriverò prima del confine è un romanzo che insegna amore, amicizia, rinascita e forza d’animo. Elementi che ci spingono a lottare e a superare gli ostacoli della vita, anche quando sono rappresentati proprio dalla nostra mente.

QUESTO ROMANZO MERITA:

stellastellastellastellastella

Acquista il romanzo

Pagina Facebook del romanzo