L’Angolo delle Recensioni: Alice from Wonderland (A. Coppola)

image

Buongiorno Lettori!
Ecco la prima delle *taaaaaante* recensioni che devo pubblicare in questi giorni 🙂 Quella di oggi è dedicata ad un romanzo a cui tengo davvero moltissimo, Alice from Wonderland di Alessia Coppola. Quando parlo della nuova creatura di Alessia mi sento sempre un pochino di parte, come se fossi una madrina del suo “bimbo” <3 Ho accompagnato e supportato (e continuerò a farlo) questa autrice perchè merita davvero tantissimo, e vi assicuro che tutti i sacrifici e le lacrime versate per questo romanzo hanno dato vita ad una storia meravigliosa!!! ^_^

Alice from Wonderland

 

cover alice

Cosa accadrebbe se Alice varcasse la dimensione di Wonderland?
Quanto labile diverrebbe il confine tra lucidità e follia?
Una strega, un sortilegio e un libro sono il principio di tutto. Alice non è più la bambina sprovveduta che vagheggiava tra labirinti di carte. È una giovane innamorata, alla ricerca della propria identità. Per trovarla viaggerà nel tempo e oltre il tangibile.
Scrittori, scienziati, circensi e matti sono i suoi compagni in uno straordinario viaggio verso una meta impossibile.
Sottomondo non è mai stato così sopra.
Che la magia abbia inizio, la tana del coniglio vi aspetta.

Titolo: Alice from Wonderland
Autore: Alessia Coppola
Prezzo: €9,90 cartaceo – €2,99 eBook
Pagine: 254
Editore: Dunwich Edizioni

 

la-mia-recensione

Senza un briciolo di pazzia che saremmo noi,
se non alberi senza foglie? Secchi, rigidi, immobili.
Le foglie sono per gli alberi ciò che per noi è la follia:
il movimento, la linfa così come il frutto. L’evoluzione.

jh5oPnSAlice è pura follia…
Lo è sempre stata, sin dalla sua prima nascita su carta e inchiostro. Papà Carroll le cucì addosso un abito di fanciullesca ingenuità, decorato con merletti di curiosità e piccole perle di fantasia. Ma adesso quella dolce fanciulla caduta nel Paese delle Meraviglie è pronta per indossarne uno nuovo, talmente bello da togliere il fiato. Non più un abito per bambina, ma destinato a una giovane donna.

Se pensate di poter trovare Wonderland, allora mettetevi pure in coda… Dal Paese più matto che ci sia sono usciti in molti per abitare il nostro mondo. In che modo? Dove sono? Cosa fanno? Che aspetto hanno adesso?

Ecco Alice!
O forse è Astrid
O chissà, magari Marianna!

Sì, lo so… vi sto confondendo le idee, vi sto facendo diventare un po’ matti! Ma l’intento è proprio quello… Portarvi fuori dalle vostre comode casette fatte di noiosa monotonia e condurvi nel mondo di misteri inspiegabili, ricordi svaniti, straordinarie invenzioni, amori travolgenti e baci rubati che circondando la nuova Alice!

Alice aveva il coraggio di essere matta
in un mondo in cui tutti si sforzano di essere normali.
Era anche questo a renderla meravigliosa ai miei occhi.

426032_786782641374889_3456005428000366432_nSiamo a Guildford, Inghilterra, agli utlimissimi sgoccioli del 1800. Mentre la pioggia incessante trasforma le buie strade della città in un lucido specchio, una fanciulla dai biondi capelli vaga infreddolita, senza meta e senza memoria. Non conosce il suo nome, non ricorda da dove viene, nè tentomeno dove sia diretta. Eppure una parte della sua mente è occupata da strane immagini e assurdi discorsi, tutte “cose da matti”…
Sarà una coppia della buona società di Guildford ad accogliere questa ragazza in casa propria, regalendole una famiglia, alcuni passatempi, un ipotetico marito e soprattutto un nome. Una parola rubata alla morte, che sulla pelle di questa piccola creatura torna a prendere vita. Astrid.

Ma Astrid non è felice, anche se vorrebbe esserlo… ha tutto ciò che una ragazza potrebbe desiderare al mondo. Ma chi proviene da altri mondi, o da nessundove, non ha gli stessi desideri nel cuore di chi ha sempre abitato sulla nostra Terra. Un solo particolare riesce a catturare la sua piena attenzione: un occhio color del muschio e un altro dai toni cobalto, dolcemente uniti sullo stesso volto… uno sguardo che fa tremare le gambe ad Astrid, inspiegabilmente connessa allo strambo ragazzo incontrato in una sartoria.

Sono legami infiniti e indistruttibili quelli che la penna, col suo tratto deciso, crea su un foglio bianco. Legami che basta un attimo per risvegliare. Legami che neppure le più meticolose e ingannevoli macchinazioni possono scogliere.

«Ma attenta, fanciulla: hai due strade davanti a te.
Una ti porterà a perdere te stessa, l’altra e ritrovarti.
Sappi sce­gliere.
E l’amore…
attenta a chi concedi il tuo cuore.»

Due mani che si sfiorano e tutto ciò che la mente aveva annebbiato torna a splendere. Alice è la chiave, solo lei può risvegliare i ricordi sopiti dei Matti di Carroll… Solo lei, con l’aiuto dei suoi amici, può riportare Wonderland alla vita… C’è una magia da spezzare, un libro da far vivere, un passato da scoprire e un grande amore da far fiorire.

10906554_768487143204439_9090655466140291792_nAlessia Coppola si riconferma una narratrice dalla parola sublime. E’ riuscita a donare all’indimenticabile classico di Lewis Carroll una nuova luce, senza mai attraversare quella linea di confine che trasforma un delizioso omaggio in un terribile errore.
Alice from Wonderland ci permette di osservare da vicino la crescita di Alice e ciò che da essa deriva: maturità, coraggio, avventura e sentimenti. Il tutto strutturato in maniera originale, con una poesia, una padronanza e un’abilità stilistica davvero eccezionali.

Punto forte del romanzo è sicuramente la presenza di una doppia voce narrante, cosa che solitamente non amo nei romanzi, ma che in questo caso regala al lettore uno squarcio nel cuore di colui che è la vera novità disarmante della storia.

Se Wonderland vi era sembrato un luogo di follia, la nostra Terra non sarà da meno. Io sono matta, voi lo siete… Per forza, altrimenti non sareste venuti qui! Questo romanzo vi farà sentire finalmente a casa, promesso <3

QUESTO ROMANZO MERITA:

stellastellastellastellastella

Link d’acquisto su AMAZON

Sito ufficiale del romanzo | Pagina Facebook Autrice
Pagina Facebook Editore

17 Pensieri su &Idquo;L’Angolo delle Recensioni: Alice from Wonderland (A. Coppola)

  1. “Punto forte del romanzo è sicuramente la presenza di una doppia voce narrante, cosa che solitamente non amo nei romanzi, ma che in questo caso regala al lettore uno squarcio nel cuore di colui che è la vera novità disarmante della storia.” Quoto! <3 Ho amato questo libro perchè è visivo, emotivo e imperdibile, proprio come lo stile di Alessia Coppola! Leggendo ho visto tutte le scene descritte dall'autrice, come se ne stessi vedendo il film sfogliando semplicemente le pagine. Quindi lo consiglio anch'io e sono felice che a te, Lettrice, sia piaciuto!

  2. Bella recensione! Ho acquistato il libro alla fiera del libro di Torino ma non ho ancora avuto modo e tempo di leggerlo. Spero di rimediare presto, sono troppo curiosa di leggere questo nuovo romanzo di Alessia ^_^

    • Sentirtelo dire commuove me <3 sei una bravissima scrittrice, ma soprattutto una persona stupenda e questa cosa traspare in ciò che crei 😀

  3. Pingback: I Preferiti del Mese – MAGGIO 2015 | Le Parole Segrete dei Libri

  4. Pingback: Blog Tour “Blue Dream” di Alessia Coppola – 4ª Tappa – Video Lettura | Le Parole Segrete dei Libri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *