BookTube-A-Thon 2015 – TBR

11815824_10204309472126404_680135922_nBuongiorno Lettori!
Ebbene sì, finalmente è arrivata!!! Ogni anno nel periodo estivo torna a farci compagnia e ovviamente… non posso che unirmi alla combriccola librosa *-* sto parlando della BOOKTUBE-A-THON, una maratona di lettura organizzata da alcuni booktubers americani (e non solo) che permette ai lettori di tutto il mondo di unirsi e divertirsi insieme grazie ai nostri adorati libri ^_^

Come ogni anno l’obiettivo primario della maratona è leggere il più possibile in un arco limitato di tempo, quest’anno in particolare dal 3 al 9 agosto! Non sono mai riuscita a raggiungere l’obiettivo finale dei “7 libri in 7 giorni” e non credo riuscirò neppure quest’anno, ma voglio almeno provare a completare le altre richieste della maratona.

LE CHALLENGES

1. Leggi un libro con il colore blu sulla cover
2. Leggi un libro il cui autore abbia il cognome che comincia con la stessa lettera del tuo
3. Leggi il libro preferito di qualcun altro
4. Leggi l’ultimo libro entrato nella tua libreria
5. Concludi un libro senza mai lasciarlo andare
6. Leggi un libro che vuoi davvero leggere
7. Leggi sette libri

Per la challenge n°3 ringrazio Ana (@thebooktarian), una mia amica librosa “twitteriana” che mi ha fornito il suo romanzo preferito. Per la challenge n°5 si dovrebbe fare letteralmente ciò che chiede… ovvero portare il romanzo dal momento in cui si inizia sempre con sé fino a quando non è concluso *ci sarà davvero da ridere per questo* poveri noi! XD

LA MIA TBR

Partendo dal presupposto che non leggerò mai sette libri in una settimana, neppure se fossero graphic novel, la mia tbr è decisamente più contenuta rispetto a quella di altri lettori e alcuni romanzi rispondono a più di una challege (per la cronaca, sono cumulabili) 😛

13104080 senon

Unravel me – Tahereh Mafi
(Challenge n°1)

Se non fossi tu – Jemma Forte
(Challenge n° 2 – Lettera F)

FangirlWIP 77113_original

Fangirl – Rainbow Rowell
(Challenge n° 4 e 5)

A Court of Thorns and Roses – Sarah J. Maas
(Challenge n° 3 e 6)


Qualcuno di voi parteciperà alla challenge?? fatemi sapere ^_^

firma

Domino Letterario – LUGLIO ’15

Buon pomeriggio Lettori!
Avevo promesso una recensione speciale… potevo non mantenere la parola data? 😀 *certo che potevo, sono una pippa nata con le scadenze* 
L’articolo di oggi è il mio primissimo appuntamento con il Domino Letterario, un gioco libresco inventato da alcune booktubers italiane: MissTortellino, Spiccycullen, ItsMeMartinOrangeDinosaurRawr. E’ davvero divertente: esattamente come nel gioco del domino,  in base a ciò che viene letto prima di te devi scegliere la tua personale lettura per il mese! *giuro, è molto più complicato a dirsi che a farsi*
L’ordine di partenza viene estratto a sorte fra tutti i partecipanti e in base ad esso si scelgono le letture uno dopo l’altro ^_^

Ecco l’elenco dei partecipanti con le loro recensioni (che inserirò man mano che verranno pubblicate). Subito dopo il mio parere sul libro del mese 😉

DOMINO LETTERARIO

Luglio 2015

Silvia -> The Giver (L. Lowry)
Ruben -> Obsidian (J.L. Armentrout)
Io -> L’ospite (S. Meyer)
Eleonora -> 172 hours on the moon (J. Harstad)
Sebastiano -> Multiversum (L. Patrignani)
Valentina -> Bishōjo senshi Sailor Moon

Se in passato qualcuno mi avesse detto: «Leggerai un nuovo romanzo della “Madre dei Vampiri Sbrilluccicanti”» (Daenerys mi perdoni se le ho rubato il nome) gli avrei riso in faccia… E invece eccoci qui, in onore del Domino Letterario, a chiacchierare su L’ospite di Stephenie Meyer.
Partiamo con la premessa fondamentale: contro ogni mia previsione MI E’ PIACIUTO! Adesso che abbiamo tagliato le corna al toro, torno a fare le persona seria come al solito, mi do un contegno e butto giù la recensione eheheh 😛


L’ospite


 71xF-89L82L

“Guardai Jared negli occhi e provai la più strana delle sensazioni. Lo desideravo con la stessa intensità disperata che avevo sentito vedendolo la prima volta. Il nostro corpo non apparteneva né a me né a Melanie: apparteneva a lui.”

Due anime e un solo corpo: è così che Melanie e Wanda si conoscono. Una è l’ospite terrestre, l’altra è lo spirito alieno, entrambe sono pedine in una furiosa guerra per il possesso del pianeta. Dovrebbero odiarsi, ostacolarsi, tentare di distruggersi a vicenda, ma avviene qualcosa che le fredde intelligenze degli extraterrestri non hanno previsto: l’appassionata Mei e la tenace Wanda dividono pensieri, emozioni e sentimenti, fino a che l’amore travolge anche l’anima impassibile dell’aliena. Contro ogni regola, contro ogni istinto, contro tutti, Wanda accetta di aiutare la sua ospite e si mette in viaggio, decisa a ritrovare il ragazzo che ha acceso in entrambe un amore tanto intenso e sconvolgente da abbattere qualunque ostacolo.

Titolo: L’ospite
Autore: Stephenie Meyer
Prezzo: € 7,99 eBook – 12,00 cartaceo
Pagine: 590
Pubblicazione: novembre 2010
Editore: BUR – Rizzoli

 

la-mia-recensione

L’inizio cominciava dalla fine, lo sapevo: e la fine per quegli occhi somigliava alla morte. Mi avevano avvertita.
Non quegli occhi. I miei occhi. Miei. Quella ormai ero io.

Provate ad immaginare il nostro pianeta, la Terra, senza più fame, guerra e povertà. Un mondo perfetto, dove vivere sarebbe un piacere per ogni singolo abitante e la sofferenza solo un ricordo. E’ questo il mondo di Melanie Stryder, in un futuro non molto lontano dove ogni cosa è come dovrebbe essere. O meglio, ogni cosa tranne il fatto che gli esseri umani non sono più davvero umani, non tutti perlomeno…

Dall’Universo sono giunte fino a noi le Anime, esseri pacifici e innamorati del nostro pianeta tanto da colonizzarlo per salvarlo dall’autodistruzione. Ognuno di questi extraterrestri viene impiantato in un corpo ospite umano, prendendo possesso di mente, cuore e azioni della persona. L’iride degli umani che ospitano un Anima si tinge di argento, distinguendo senza alcuna via di scampo chi è ancora “vivo” da chi si è trasformato in una marionetta. Le Anime sono oneste, non dicono mai bugie, non necessitano di denaro per vivere e rispettano la nostra Terra come mai prima era successo nella storia del pianeta.

Saoirse Ronan, interprete di Melanie/Viandante nell’adattamento cinematografico del romanzo.

In questo modo Melanie, una dei pochissimi umani superstiti alla colonizzazione aliena, si trasforma in Viandante, un’Anima speciale tanto quanto il corpo che la ospita. Una viaggiatrice fuori da ogni statistica, con un curriculum di ben nove pianeti prima della Terra, un numero impressionante rispetto alla media di due o massimo tre per Anima.
Peccato che, diversamente dalle aspettative, la mente di Melanie non si spegne all’arrivo di Viandante nel suo corpo. Le due menti lottano per proteggere ciò che è importante per loro. Il fratellino Jamie e il suo amore Jared da un lato, la stirpe e la pace del pianeta dall’altro.

Ciò che sconvolge più di tutto Viandante sono le emozioni, mai provate su altri pianeti, che puntualmente rivive nei ricordi di Melanie: il senso di protezione e l’affetto per il fratellino, l’amore per Jared, la sofferenza per la perdita del padre, la paura di essere catturata dai Cercatori. Questo tornado di novità è talmente forte da portare Viandante nell’occhio del ciclone, costringendola ad intraprendere un viaggio che porterà entrambe le ragazze verso un mondo vecchio e nuovo allo stesso tempo, fatto di amore, amicizia e fiducia nell’altro.

Cosa mi faceva preferire l’amore degli uomini a quello della mia specie? La sua essenza esclusiva e capricciosa? Le anime offrivano amore e comprensione a chiunque altra. Avevo bisogno di una sfida più difficile? Questo amore era complicato, privo di regole fisse: lo si poteva offrire in cambio di nulla, come nel caso di Jamie, o conquistare con il tempo e la fatica, come per Ian, oppure era così inaccessibile da spezzarti il cuore come nel caso di Jared. O forse, molto più semplicemente, era migliore? Era una gamma di emozioni più ampia, che consentiva agli umani di odiare con tanta furia, ma anche di amare con più passione, zelo, ardore? Non sapevo perché lo avessi desiderato così disperatamente. Sapevo soltanto che, ora che lo possedevo, valeva tutti i rischi e le sofferenze che avevo affrontato. Era meglio di quanto immaginassi. Era tutto.

La Meyer non sembra neanche più lei. Lo scritto fluido e lineare permette al lettore di entrare in piena connessione con tutti i personaggi della storia, nonostante la narrazione sia affidata alla sola voce di Viandante. Il processo di crescita di entrambe le protagoniste e dei loro cari porta chi legge ad una vasta gamma di riflessioni sul nostro mondo, sulla diffidenza che spesso proviamo verso chi non è come noi, sulla potenza irrefrenabile dell’amore nelle sue variegate forte e infine sul sacrificio, come forma più alta dell’amore stesso.

Rimane tipico dell’autrice il vizio di “donare” ai protagonisti occhi dai colori singolari, così come creare intricati triangoli amorosi, in questo caso oserei dire quasi un quadrato, a cui il lettore (leggi: me medesima), nonostante tutto, non può che appassionarsi.
La cara vecchia Stephenie, con mia grandissima sorpresa, questa volta ha fatto centro!

QUESTO ROMANZO MERITA:

stellastellastellastella

firma

…ma dove sei finita?

Buongiorno miei dolci Lettori!
Sono un fantasmino, me ne rendo perfettamente conto… Ma questo caldo mi sta distruggendo! Non riesco a concentrarmi sufficientemente per poter scrivere delle belle recensioni e di questo passo ho accumulato davvero tanti tanti libri da commentare!
Ovviamente la nuvoletta cattivella portatrice di pioggia mi segue sempre e ogni tanto esce fuori un nuovo motivo per fare cattivo sangue, ma cerco di non farmi abbattere: come si dice… “Barcollo, ma non mollo!”.

Questo vuole essere un articolo di buon auspicio, dato che nei prossimi giorni devo assolutamente postare degli articoli: scadenze in arrivoooooo! Pubblicherò il prima possibile il commento conclusivo per #AccioLibrum e I Preferitti di Giugno e Luglio. Martedì invece una recensione speciale (la farò a tutti i costi) per un progetto a cui sto partecipando! 😀
Il calendario è ricco e spero vivamente di non sciogliermi prima di lunerdì 🙂

A presto ❤️

firma

ANTEPRIMA: Grandi romanzi per Grandi Lettori #12

Buongiorno miei dolcissimi Lettori!
Gli ultimi giorni sono stati davvero molto intensi. Ho avuto la necessità di allontanarmi un po’ dal web per risolvere un problema che per me rappresentava la priorità assoluta: ci tengo a ringraziare tutti voi che mi avete scritto (su facebook, su whatsApp, sul telefono… dovunque fosse possibile rintracciarmi) per starmi vicina! Siete delle persone splendide, ogni giorno è una grande conferma <3 Grazie!

Ma ora che tutto si è risolto per il meglio sono qui per mostrarvi alcuni comunicati ricevuti durante il silenzio radio. Quanti di voi stanno facendo “scorte di letture” per le prossime settimane?? Io evito di contarli… eheheh! XD Ma passiamo ai comunicati e divertiamoci!!!

942978882005HIG_1_227X349_exact 943978882005HIG_1_227X349_exact 944978882005HIG_1_227X349_exact

Titolo: Colora per…
Autore: Lisa Mogano
Editore: Sperling & Kupfer
Pagine: 112
Prezzo: €12,90

Pattern, disegni e messaggi zen pieni di gioia e ottimismo da colorare con pastelli o pennarelli: un metodo semplice per rilassarsi e sgombrare la mente divertendosi.
Ormai fenomeno a livello mondiale, i libri da colorare per adulti hanno grandissimo successo dall’Inghilterra agli USA, dalla Spagna al Brasile. Sono la nuova terapia antistress che piace moltissimo alle donne di tutte le età

dog+crazy

Titolo: Dog Crazy
Autore: Meg Donohue
Editore: Harlequin Mondadori
Pagine: 206
Prezzo: €14,90 Continua a leggere

#AccioLibrum – Seconda Tappa!

Buon pomeriggio Lettori e Maghetti!
Sembra ormai uno standard che io debba scusarmi per i ritardi, ma davvero non avrei saputo come scrivere prima di oggi questa tappa! Spero sarà comunque una piacevole lettura e un bel momento di condivisione per tutti! 😀 I capitoli per questa settimana sono stati particolarmente interessanti, quindi mettiamo da parte i convenevoli e passiamo alle chiacchiere librose!!!

CAPITOLI 6-11

In quel momento, proprio dietro di lui, passò un gruppetto di persone, e lui colse un brandello della loro conversazione
‘…pieno zeppo di Babbani, figurarsi…’

platform_9_3_4__two___hq__by_chronictortuga-d5k68lwFinalmente ad Hogwarts!!! Ecco quella sensazione di libertà che stavamo cercando, lontano dai Dursley, dai babbani *quanti non vorrebbero liberarsi dei babbani?!* e… sempre più vicini alla vera avventura!

E’ la fantasia a diventare sovrana: chi mai avrebbe pensato di attraversare una spessa colonna di mattoni e di non rompersi tutte le ossa? Anzi, di trovare dall’altra parte una meravigliosa locomotiva a vapore pronta a portarti verso la scuola più magica del mondo? Ecco perchè amo la Rowling *-*

Fantastico il primo incontro con la (quasi al completo) famiglia Weaslay e dolcissima la scelta di portare a noi lettori per primo il nome di Ginny! Il cerchio si è aperto, miei cari. Adesso non resta che proseguire e volare, pagina dopo pagina, fino alla fine *ok, non fatemi pensare all’epilogo dei Doni della Morte altrimenti piango!!!*

Immancabile e super tenero l’arrivo di Ron, con i suoi ginger hair e i vestiti usati dei fratelli maggiori, ma un animo dolce e spontaneo (a volte anche troppo)! Il viaggio in treno, fra chiacchiere, caramelle, topi malefici (Crosta, che te possino!!!) cioccorane e piccoli trucchetti di magia va a meraviglia e ci permette di incontrare finalmente il terzo tassello del puzzle: Hermione!
Col suo fare saccente e i suoi modi da “so tutto io” non risulta esattamente simpatica, ma io l’ho sempre trovata fantastica *anche io da piccola ero un po’ maestrina, non ditelo a nessuno shhhhhhh*. Quello davvero ODIOSO è Draco, lui e il suo stupido sangue puro… e le famiglie migliori di altre: dategli un pugno sul bel faccino pallido e sono contenta!!!

A quel punto, la professoressa Mcgranitt si fece avanti tenendo in mano un lungo rotolo di pergamena.
‘Quando chiamerò il vostro nome, voi metterete il cappello in testa e vi siederete sullo sgabello per essere smistati’ disse.

Tutti pronti per essere smistati?? Il nostro trio non può che finire a Grifondoro!!! Una scelta complessa quella del Cappello Parlante, ma mai sbagliata 😉 Da qui le nostre storie prendono  una strada tutta nuova, ricca di magia e misteri da svelare… Riassumere i prossimi capitoli sarebbe un’impresa ardua quanto inutile. Tra le lezioni, il quidditch, le prime uscite notturne fuori orario e soprattutto la festa di Halloween, Hogwarts riesce davvero ad abbracciare e sconvolgere la vita di Harry e del Lettore, catapultando entrambi in un vero tornado, fatto di sapori, odori, incantesimi, pozioni e sensazioni tutte nuove 😀 Dire che mi entusiasma andare avanti nella storia sminuisce decisamente l’euforia ^_^

A voi cos’hanno fatto provare questi capitoli?? Quale scena vi è rimasta particolarmente nel cuore?? Hogwarts è un vero spetacolo, non smetterò mai di dirlo *-*
Dato il mio ritardo ho deciso di slittare un po’ le date, quindi ci rivediamo qui il 25 luglio per la tappa FINALE!!! *-*


Harry Potter
e la Pietra Filosofale

Dal 1° al 7 luglio: capitoli 1 – 5 –>*QUI*

Dall’8 al 17 luglio: capitoli 6 – 11

Dal 18 al 25 luglio: capitoli 12 – 17 + conclusione

-> 26 luglio: calendario secondo romanzo

firma

L’Angolo delle Recensioni: Siara – Il sentiero d’oro (C. Zavettieri)

image

Buongiorno Lettori!
Come scritto ieri su facebook, ho veramente taaaaaante recensioni da scrivere! L’obiettivo della settimana e scriverne il più possibile e mettermi in pari con le varie richieste… #celapossofare!!!! *ma quanto siamo moderni con questi hashtag* ehehehe!
L’articolo di oggi è dedicato a Siara – Il sentiero d’oro di Cristina Zavettieri. Se avete visto il mio Wrap Up mensile saprete già che questo romanzo, nonostante sia stato pubblicato da pochissimo, non è più disponibile sugli store online per l’acquisto. Vi chiederete… perché allora sto scrivendo comunque la recensione? Principalmente per due motivi.
Innanzi tutto per correttezza, nei confronti dell’autrice, di voi lettori e anche un po’ di me stessa: perché il tempo dedicato ad una lettura merita sempre un pensiero. Altrimenti non avrei motivo di scrivere su questo blog… E, secondo, per speranza: che un domani tutti voi possiate nuovamente leggere ogni piccola perla nata dalla penna di Cristina.

Siara
Il sentiero d’oro


 11224070_784487435004826_380040404114696446_n

Jerusalem, 3055 L’Apocalisse è venuta dall’alto, sotto la spregevole forma di bombe atomiche, capaci di distruggere quanto l’uomo, fino a quel tempo, aveva creato di buono e giusto. Siara ricordava soltanto una millesima parte dell’accaduto, adesso conosceva il freddo delle celle, il sangue nelle arene, la corruzione e l’immoralità di Melanize e lui, suo nemico senza volto. L’evasione è l’unica possibilità di salvezza, il ritorno a casa un’incertezza e la fiducia nel futuro manca. Nel deserto fino alle porte di Isra, cercherà la verità, incontrerà l’amore, l’avventura, la speranza, incosciente di quanto lei sia la salvezza di un intero popolo. Per ritrovare la sua vera natura dovrà perdere una parte di se stessa. Ma d’altronde, non desidera davvero la libertà?

Titolo: Siara – Il sentiero d’oro
Autore: Cristina Zavettieri
Prezzo: € //
Pagine: 50
Pubblicazione: 18 giugno 2015
Editore: Self-publishing

 

la-mia-recensione

Quello, per lei, era il viaggio della speranza; un viaggio compiuto molte volte, dove magari avrebbe riacquistato ricordi persi a causa degli intrugli che usavano somministrare con una siringa alle combattenti. A quelle come lei, che non morivano mai.

Tanti nomi, ma un solo destino…
Tanti segreti, ma un solo passato…
Tante battaglie, ma una sola vera guerra: dentro la sua mente!

Siara è tutto questo! Una donna infinitamente forte e sfaccettata, come un diamante… ma, ben diversa da questa pietra, la sua pelle è stata molte volte scalfita dal mondo, così come la sua preziosa anima che, disperata, cerca la verità in luoghi dove menzogna e follia regnano sovrani.

Siamo in un mondo distopico dove le culture del passato sembrano essersi abilmente mescolate per dar vita al peggior futuro pensabile. A capo di questo regno stravolto c’è Josu, spregevole e senza cuore, soprattutto contro le donne. Se nell’antica Roma i gladiatori intrattenevano il pubblico affamato di sangue, ora a combattere sono le donne e Siara, la Pantera dagli occhi d’oro, non ha mai perso una battaglia.
È forse per questo che Demis, fratello del re Josu, ha scelto fra tante Siara come sua preferita, rendendola sua schiava e compagna di letto… o forse c’è molto altro dietro tale scelta, e ciò che sembra violenza è solo frutto di distorsione e follia.

Demis lo prese per il bavero della lunga camiciola e cominciò a strattonarlo con forza. Quest’ultimo indietreggiò incespicando sui propri passi.
«Ti avevo chiesto di trattenerla fino al mio ritorno, Josu» sbottò. «Non sei nemmeno in grado di mantenere questo palazzo, chissà perché mi sono illuso potessi avere fiducia in te, ancora! Non è forse la terza volta che la ragazzina scappa?»

Siara, intrappolata in una gabbia di dolore e menzogna, prova molte volte a fuggire e puntualmente la sua lontananza dalla città è di breve durata… anche quando spera di aver trovato degli amici lungo la strada, tutto risulta vano all’arrivo di Demis e delle sue guardie. Questa volta, però, le carte in tavola stanno per cambiare… e se in realtà il destino fosse sempre stato dalla sua parte?

«La pantera dagli occhi d’oro. Sai che ti chiamano così, Siara? So che con gli altri ti ribelli, ti agiti, scalpiti come una puledra. Tiri calci, uccidi addirittura mentre a me… a me non puoi fare niente».
 Demis si sedette su uno sgabello, poggiando i gomiti sulle ginocchia, alzò il mento e continuò a  guardarla, nuda e trionfante di bellezza.
«Mi devi riportare nelle tue terre, solo tu puoi farlo» sussurrò a pochi centimetri dalle sue labbra. «Conducimi in quei luoghi e non ti farò più… del male»

ImmagineCristina Zavettieri si riconferma una narratrice molto abile e delicata. Anche nelle situazioni più difficili e dolorose, riesce ad accarezzare chi legge con le sue parole… Il racconto arriva agli occhi e al cuore del lettore in maniera vivida e vibrante: ricco di dettagli e ben articolato fra narrazione e dialogo, parola dopo parola trasforma il nero su bianco in un arcobaleno di emozioni. L’autrice costruisce mattone dopo mattone una scala che punta sempre più in alto, fino ad arrivare al gran finale che coglie totalmente di sorpresa il lettore e lo lascia col fiato sospeso in attesa di conoscere le nuove avventure della bella Siara.
Immancabile presenza nelle storie di Cristina Zavettieri è l’amore, un fil rouge che attraversa tutte le sue creature: per strade anguste e mai scontate arriva e bussa al cuore dei protagonisti, sconvolgendone totalmente i piani.

Nella ferma convinzione di poter leggere un domani nuove storie di questa giovane autrice, incrocio le dita affinchè questo domani sia più vicino possibile ❤️

QUESTO RACCONTO MERITA:

stellastellastellastellastella

L’Angolo delle Recensioni: The DUFF – Quanto ti ho odiato (K. Keplinger)

Buongiorno (di nuovo) Lettori!
Come vedete sono in pieno mood “scrivo scrivo scrivo” e spero di poter scrivere ancora, almeno per qualche bozza di recensione. Ma, prima di passare ai preparativi per i prossimi articoli, voglio condividere con voi il mio personale parere sul romanzo The Duff di Kody Keplinger: questo libro verrà pubblicato in italiano dalla Newton Compton il 16 luglio con il titolo Quanto ti ho odiato. Ma, come sapete, mi piace molto leggere in lingua originale… Ahimè non credo di aver mai recensito libri in inglese, ma da oggi si comincia 🙂

The DUFF
Quanto ti ho odiato


978-88-541-7703-1 6931356

La diciasettenne Bianca Piper è cinica e leale, e non pensa di essere bella come le sue amiche già da un po’ . È anche troppo intelligente per cedere al fascino di Wesley Rush, il donnaiolo di scuola bello e viscido. Infatti Bianca lo odia. E quando lui la soprannomina “Duff”, lei gli getta la sua Coca Cola in faccia.
Ma le cose a casa non sono delle migliori, e Bianca è alla disperata ricerca di una distrazione. Così finisce per baciare Wesley. La cosa peggiore è che le è anche piaciuto. Desiderosa di evadere, Bianca si lancia in una relazione intima da “nemici con benefici” con lui.
Fino a quando tutto inizia ad andare male. Wesley si rivela essere un bravo ascoltatore e anche la sua vita è messa piuttosto male. Improvvisamente Bianca realizza con terrore che si sta innamorando del ragazzo che pensava di odiare più di qualsiasi altro.

Titolo: The DUFF (The Designated Ugly Fat Friend)
Quanto ti ho odiato
Autore: Kody Keplinger
Prezzo: € 4,99 eBook – 9.90 cartaceo
Pagine: 288
Pubblicazione: 16 luglio 2015
Editore: Newton Compton

 

la-mia-recensione

“You, darling, are the Duff. Designated. Ugly. Fat. Friend. No offense, but that would be you. Hey, don’t get defensive. It’s not like you’re an ogre or anything, but in comparison…”
“Tu, cara, sei The Duff (L’amica designata brutta e grassa). Nessusa offesa, ma lo sei. Hey, non metterti sulla difensiva. Non significa che sei un orco o altro, ma rispetto a…”

Come reagireste se qualcuni vi dicesse che siete solo un termine di paragone per le voste amiche, un modo per farle sembrare più carine? Per quel che mi riguarda, altro che un drink in faccia… la persona in questione porterebbe l’impronta delle mia mano ben stampata sulla guancia per almeno una settimana! Bianca si limita a rinfrescare gli abiti di Wesley, ambasciatore assolutamente non richiesto di tale rivelazione, con un bicchiere di coca cola.

È con queste parole che prende il via il romanzo The DUFF, una storia in apparenza decisamente frivola e scontata, ma che ha davvero molto da dire tanto ai lettori più giovani, quanto a quelli un po’ più avanti con le esperienze di vita! Ci sono romanzi che ti fanno ridere e romanzi che ti fanno riflettere, storie che compri per il puro piacere della lettura e storie che speri ti possano insegnare qualcosa: The DUFF è un po’ tutte queste cose! 😉

La protagonista, nonchè cinica e spassosissima voce narrante della storia, è la diciassettenne Bianca Piper, una studentessa liceale alla Hamilton High, da anni parte di un inseparabile trio di amiche insieme a Casey e Jessica. A Bianca non piace parlare dei suoi problemi, nonostante Casey, a lei legata sin dall’infanzia, tenti in tutti i modi di strapparle con le pinze informazioni sul mondo confuso e scosso che abita nella mente della sua B.
Bianca tiene tutto per se: nessuno sa che suo padre sta ricominciando a bere dopo anni lontano dall’alcol, che sua madre ha inviato a casa i documenti per il divorzio dopo mesi di assenza per “motivi di lavoro”, che la stessa Bianca deve trasformarsi improvvisamente nell’adulta della situazione, mentre i veri adulti giocano a tira e molla con la realtà.

Tutti noi, nei momenti difficili, abbiamo bisogno di aiuto per superare il buio che ci circonda… e se per Bianca quell’aiuto arrivasse nel modo più assurdo e inaspettato proprio dall’odioso, donnaiolo, str***o e senza scrupoli Wesley Rush? Quello stesso Wesley che qualche sera prima l’aveva definita una DUFF??

“I know your ex-boyfriend left town weeks ago,” he said. “But I can tell there is still something bothering you. As much as I’d like to believe it’s just me—you can’t get enough of me—I know there’s more to it. What are you running from, Bianca?”
“Nothing.”
“Don’t lie.”
“It’s none of your business, okay?” I pushed him away from me and yanked my jeans back up where they belonged. Automatically, I knelt down by the pile of clean clothes at the foot of my bed and started folding them. “Let’s just talk about something else.”
Wesley sat down on the floor beside me. “Fine,” he said.
“So che il tuo ex fidanzato ha lasciato la città di settimane fa,” disse. “Ma credo ci sia ancora qualcosa che ti preoccupa. Per quanto mi piacerebbe credere che sia solo io – non puoi fare a meno di meso che c’è di più. Da cosa stai scappando, Bianca? ”
“Niente.”
Non mentire.
“Non sono affari tuoi, va bene?” Lo spinsi via da me e tirai su i miei jeans al loro posto. Automaticamente, mi inginocchiai  accanto alla pila di vestiti puliti, ai piedi del mio letto e cominciai a piegarli. Parliamo di qualcosa d’altro.”
Wesley si sedette per terra accanto a me. “Bene”, disse.

Wesley è esattamente quel tipo di personaggio che mi piace incontrare nei romanzi: quell’elemento che parte prevedibile, perfettamente nello schema del clichè, e poi riesce a stupirti! Ma non vi dirò di più, altrimenti che sorpresa sarebbe?

Una scatto dal film The DUFF (il titolo italiano mi rifiuto di ascoltarlo…)

Lo stile fresco e giovanile della Keplinger riesce a far sorridere qualsiasi lettore, anche una come me, non proprio innamorata di questo genere di letture. Fra una risata e un’altra, l’autrice tratteggia nella mente del lettore un’immagine estremamente veritiera e dura della società moderna, dove le scelte coniugali (che personalmente definirei egoiste) dei genitori influiscono in maniera forte e a volte distruttiva sulla vita dei figli. Anche se non mi sento di definire questo romanzo “profondo”, numerose scene al suo interno rapresentano dei veri e propri schiaffi alla realtà sociale che dilaga negli ultimi anni: trovo fantastico che un romanzo, indirizzato principalmente ad un pubblico di lettori giovani, possa affrontare tematiche del genere e magari spingere al dialogo con la propria famiglia! Penso sia il modo migliore per una storia di restare nel cuore di chi la legge 😀

QUESTO ROMANZO MERITA:

stellastellastellastella

A breve arriverà in Italia il film ispirato a questo romanzo… sappiate che sono due cose etremamente diverse, quindi non fatevi influenzare 😉

Link d’acquisto su AMAZON

Sito ufficiale dell’Autrice | Pagina Facebook Autrice

ANTEPRIMA: Quel silenzio fra Noi di R.M. Stuart

Buongiorno Lettori!
Oggi la giornata sarà intensa… ho parecchi impegni, ma spero di poter condividere con voi anche qualcosina di davvero interessante! Partiamo con una segnalazione che spero possa interessare molti di voi! Parlo del romanzo d’esordio di Rosie, l’admin del blog Dragonfly Wings, che ha deciso di buttarsi in questa nuova avventura tutta scribacchina ^_^

Quel silenzio fra Noi

Quando il silenzio dell’anima parla d’amore…
CoverElisa Di Tommaso è una ragazza decisamente sopra le righe. È alle soglie dei trent’anni, non sa cucinare, legge troppo, si abbuffa di popcorn alla cioccolata guardando Arrow, e non va mai in palestra. Non ha un fidanzato da secoli e crede di essere innamorata del tenente Fabio Maurizio Giuliani. Però il suo è un amore a senso unico e Davide Ranieri, amico-nemico fin all’adolescenza, non perde occasione di ricordarle l’amara e sacrosanta verità.
In più Elisa e Davide litigano costantemente, si punzecchiano, e si guardano senza guardarsi. Nonostante ciò, c’è qualcosa di più, qualcosa di speciale, e un bacio inaspettato stravolgerà i loro propositi, portando a galla il passato.
Tra cene vegane con le amiche Melissa e Virginia, le coccole di un cagnetto dispettoso e l’ironia del padre, Elisa dovrà affrontare il proprio orgoglio in una battaglia all’ultima battuta, mentre Davide dovrà fare i conti con una piccola bugia che sarà solo la punta dell’iceberg.
Può l’odio nascondere l’amore? E l’amore diventare odio?

Estratto

Mancava poco allo scoccare della mezzanotte nella Milano in subbuglio e, mentre i vicini brindavano, schiamazzando con anticipo, lei ignorava i secondi che scorrevano.
Toc. Toc. Toc. Toc. Toc. Toc. Toc. Toc. Toc.
Qualcuno d’indesiderato bussava all’uscio dell’appartamento.
Toc. Toc. Toc. Toc. Toc. Toc. Toc. Toc. Toc.
«Non c’è nessuno!» gridò esasperata, poggiando il mento sul palmo.
«Porta il tuo culo qui e aprimi. Sto morendo di freddo!»
«Crepa» disse Elisa a denti stretti.
«Non sono sordo» bofonchiò il ragazzo, picchiando le nocche contro il legno intagliato. La voce di Davide Ranieri era gutturale, graffiata quanto basta per mandare in orbita i neuroni, stuzzicando le fantasie di ogni donna… eccetto, forse, quelle della signorina Di Tommaso.
«Nemmeno io, quindi muori in silenzio. Grazie!»
«Antipatica!»
Ma che vuole? Prima mi ignora e poi mi tormenta?
Quella mattina, Davide si era presentato a casa sua nei panni dell’idraulico sexy con tanto di cassetta degli attrezzi, per riparare la caldaia che faceva le bizze nei periodi meno opportuni. Elisa non aveva trovato un tecnico disponibile durante le festività, perciò Davide, in quanto padrone di casa, era arrivato in suo soccorso.
Per tutto il tempo che era rimasto da lei, non l’aveva considerata, non le aveva neanche parlato, si era dedicato in silenzio a quella ferraglia tutta sbuffi e ronzii. Eppure, prima di volatilizzarsi, l’aveva fissata con i suoi occhi verdi che parevano imprigionare la luce dell’universo. Si era avvicinato a lei, al suo viso, come quella volta, prima che Elisa fuggisse da lui. Poi era andato via, lasciandola sulla soglia, senza farle gli auguri.
«Lisa, dài.»
«Non chiamarmi così!»
«Lisa… dolce… dolcissima… Lisa…» canticchiò Davide.
«Stronzo!»
Maledetto, maledetto, maledetto.
Davide Ranieri sapeva essere insistente, buffone, e dispettoso.
«No, non sono stronzo… ma figlio di puttana!»
La sua risata rauca riempì le scale, giungendo fino all’androne gremito di festaioli impegnati nell’immancabile countdown.
10… Elisa si mise in piedi di scatto.
9… Davide sospirò frustrato per l’attesa.
8… Elisa fece un passo verso la porta serrata.
7… Davide sfilò una bionda dal pacchetto di Merit.
6… Elisa si bloccò immediatamente, indecisa sul da farsi.
5… Davide, per nulla incerto, diede vita alla fiamma dell’accendino.
4… Elisa lo sorvegliò dallo spioncino e il suo cuore sussultò.
3… Davide inghiottì una boccata di fumo.
2… Elisa posò la mano sulla maniglia, dopo aver girato la chiave nella toppa, e aprì.
1… Davide scostò la sigaretta dalle labbra, sorridendo quando lei apparve, e la baciò.
Un bacio leggero, come il rollio delle ali di una farfalla, come il soffio accennato del vento primaverile, come una carezza del destino. Un bacio che galleggiava, che viveva, che palpitava, ma un bacio che ardeva a fior di pelle tra le scintille del tempo perso.
«Buon Anno, ma rabat-joie!»
E dopo quell’augurio Davide se ne andò, con i crepitii dei fuochi pirotecnici che facevano da colonna sonora alla sua ritirata, lasciandola di nuovo sbalordita sulla soglia.

Promo Card

Promo Card

Hashtag: #quelsilenziofranoi

Dragonfly Wings | Twitter Autrice
Pagina Goodreads Romanzo
Youtube | Pinterest

Banner

Read It First #2

RIFRieccoci con un nuovissimo appuntamento del Read It First, la rubrica a scadenza semestrale, dedicata agli adattamenti book-to-movie in arrivo nei prossimi mesi! Pronti?? L’elenco è veramente corposo e i titoli sono molto interessanti! 😀

Città di carta

Tratto dall’omonimo romanzo di John Green

coverIL LIBRO:
Quentin Jacobsen è sempre stato innamorato di Margo Roth Spiegelman, fin da quando, da bambini, hanno condiviso un’inquietante scoperta. Con il passare degli anni il loro legame speciale sembrava essersi spezzato, ma alla vigilia del diploma Margo appare all’improvviso alla finestra di Quentin e lo trascina in piena notte in un’avventura indimenticabile. Forse le cose possono cambiare, forse tra di loro tutto ricomincerà. E invece no. La mattina dopo Margo scompare misteriosamente. Tutti credono che si tratti di un altro dei suoi colpi di testa, di uno dei suoi viaggi on the road che l’hanno resa leggendaria a scuola. Ma questa volta è diverso. Questa fuga da Orlando, la sua città di carta, dopo che tutti i fili dentro di lei si sono spezzati, potrebbe essere l’ultima.

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI24 luglio 2015
ITALIANE

Dark Places

Tratto dal romanzo “Nei luoghi oscuri
di Gillian Flynn

6769-NEI LUOGHI OSCURI.inddIL LIBRO:
Libby non è una ragazza di buon carattere, non lo è mai stata. C’è qualcosa di cinico e meschino in lei, una sorta di lato oscuro di cui lei stessa ammette l’esistenza e con cui è costretta a fare i conti. Libby aveva sette anni quando sua madre e le sue sorelle furono uccise in un rito satanico. Fu lei ad accusare suo fratello Ben di essere stato l’autore della strage. Ventiquattro anni dopo Ben è in carcere e Libby vive alle spalle delle associazioni di beneficenza che le hanno inviato donazioni per tutti quegli anni.
A cambiare le carte in tavola sarà il Kill Club, una società segreta di “feticisti del crimine”, i cui soci sono convinti dell’innocenza di Ben e rintracciano Libby perché lo scagioni. I membri del gruppo le insinuano il dubbio di essere stata manipolata e Libby è infastidita da quei pagliacci fanatici che ficcano il naso nella sua memoria. Ma i soldi che le offrono per tornare a scavare nel suo passato e cercare il vero colpevole della strage le servono. Così Libby inizia una dolorosa ricerca attraverso la quale, a poco a poco, i ricordi riaffiorano da quei luoghi della mente che fino a ora aveva volutamente oscurato. Saranno gli oggetti della sua infanzia e i racconti delle persone che avevano conosciuto la sua famiglia ad aiutarla a ricostruire gli avvenimenti che portarono all’eccidio, fino ad ammettere l’inconsistenza della sua precedente testimonianza. Insospettabili verità verranno a galla e Libby ritroverà se stessa, ripartendo da dove aveva iniziato: in fuga da un killer.

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI7 agosto 2015
ITALIANE

Sopravvissuto
The Martian

Tratto dal romanzo “L’uomo di Marte
di Andy Weir

71cZaRkqxILIL LIBRO:
Mark Watney è stato uno dei primi astronauti a mettere piede su Marte. Ma il suo momento di gloria è durato troppo poco. Un’improvvisa tempesta lo ha quasi ucciso e i suoi compagni di spedizione, credendolo morto, sono fuggiti e hanno fatto ritorno sulla Terra. Ora Mark si ritrova completamente solo su un pianeta inospitale e non ha nessuna possibilità di mandare un segnale alla base. E in ogni caso i viveri non basterebbero fino all’arrivo dei soccorsi. Nonostante tutto, con grande ostinazione Mark decide di tentare il possibile per sopravvivere. Ricorrendo alle sue conoscenze ingegneristiche e a una gran dose di ottimismo e caparbietà, affronterà un problema dopo l’altro e non si perderà d’animo. Fino a quando gli ostacoli si faranno insormontabili…

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI2 ottobre 2015
ITALIANE

Il Canto della Rivolta – parte 2

Tratto dall’omonimo romanzo di Suzanne Collins

IL LIBRO:
Contro ogni previsione, Katniss Everdeen è sopravvissuta all’Arena degli Hunger Games. Due volte. Ora vive in una bella casa, nel Distretto 12, con sua madre e la sorella Prim. E sta per sposarsi. Sarà una cerimonia bellissima, e Katniss indosserà un abito meraviglioso. Sembra un sogno… Invece è un incubo. Katniss è in pericolo. E con lei tutti coloro a cui vuole bene. Tutti coloro che le sono vicini. Tutti gli abitanti del Distretto. Perché la sua ultima vittoria ha offeso le alte sfere, a Capitol City. E il presidente Snow ha giurato vendetta. Comincia la guerra. Quella vera. Al cui confronto l’Arena sembrerà una passeggiata.

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI20 novembre 2015
ITALIANE

Quel fantastico peggior anno della mia vita

Tratto dal romanzo (ancora inedito in Italia)
Me, Earl and the Dying Girl
di Jesse Andrews

9781419701764_zoomIL LIBRO:
Greg Gaines è diventato un maestro di spionaggio scolastico, capace di scomparire in qualsiasi ambiente sociale. Ha solo un amico, Earl, e insieme passano il tempo facendo film, le loro incomprensibili versioni dei classici cult di Coppola e Herzog.
Fino a quando sua madre non lo costringe a riprendere la sua amicizia d’infanzia con Rachel.Rachel è stata diagnosticata di lecuemia, ma un mandato genitoriale è stato emanato e deve essere obbedito.Quando Rachel abbandona le cure, Greg e Earl decidono che la cosa da fare è un film su di lei, che si rivela il Peggior Film Mai Fatto e cambia ognuna delle loro vite.E improvvisamente Greg deve abbandonare l’invisibilità e diventare il centro d’attenzione.

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI12 giugno 2015
ITALIANE – 2

The Maze Runner – La Fuga

Tratto dall’omonimo romanzo di James Dashner

www.mondadoristore.itIL LIBRO:
Il Labirinto e i viscidi Dolenti sono ben poca cosa se paragonati alla lunga marcia che la malefica organizzazione denominata C.A.T.T.I.V.O. ha pianificato per i pochi sopravvissuti che tiene prigionieri, i Radurai, attraverso la Zona Bruciata. La squallida landa inaridita da un sole accecante è sferzata da tempeste di fulmini, e popolata da esseri umani che l’Eruzione, il temibile morbo che rende folli, ha ridotto a zombi assetati di sangue. Nelle due settimane in cui dovranno percorrere i centocinquanta chilometri che li separano dal porto sicuro, la loro meta, tra cunicoli sotterranei infestati da sfere metalliche affamate di teste umane e creature senza volto dagli artigli letali, i Radurai dovranno dar prova del loro coraggio e dar voce al loro istinto di sopravvivenza. In questo scenario di desolazione, superando le insidie di città fatiscenti e foreste rase al suolo, il viaggio verso il luogo misterioso in cui potranno ottenere la cura che salverà loro stessi e il mondo diventerà per Thomas, Brenda, Minho e gli altri un percorso di scoperta del proprio mondo interiore, del limite oltre il quale è possibile spingere le proprie paure.

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI18 settembre 2015
ITALIANE – 1 ottobre 2015

firma

#AccioLibrum – Prima Tappa!

Buongiorno Lettori e Maghetti!
Benvenuti alla prima tappa della nostra lettura di gruppo #AccioLibrum! Perdonate il ritardo di un giorno, ma ritrovarsi a luglio con la febbre ha leggermente destabilizzato i miei piani… Come da calendario, oggi commentiamo insieme i primi 5 capitoli del romanzo Harry Potter e la Pietra Filosofale!!! Com’è stato tornare (o magari entrare per la prima volta) nel mondo magico?

CAPITOLI 1-5

harry-potter-e-la-pietra-filosofaleIl signore e la signora Dursley, di Privet Drive numero 4, erano orgogliosi di poter affermare che erano perfettamente normali, e grazie tante.

Ho sempre adorato la scelta della Rowling di aprire il romanzo con dei personaggi che non fossero affatto magici, anche se indubbiamente legati ad Harry. Il mondo dei maghi, i gufi che volano di giorno, la pioggia di stelle cadenti… tutte queste “stramberie” viste con gli occhi dei Dursley sono decisamente più divertenti e acquistano un tono estremamente misterioso agli occhi di chi non conosce la storia di Harry.
Sin dalle prime pagine, Albus Silente si rivela indubbiamente come uno dei personaggi a cui ci si affezionerà di più nel corso della saga, insieme al gatto impalato ed immobile sul muretto di Privet Drive, che altri non poteva essere se non la MITICA Professoressa McGranitt (o McGonagall se state leggendo la nuova traduzione). Anche Hagrid (che arriva sulla moto di Sirius *-* citato in modo assolutamente non sospetto già qui), con i suoi modi un po’ rozzi e tanto tanto dolci entra irrimediabilmente nel cuore dei lettori, e riconfermerà la sua fantastica presenza nel capitolo 4, nell’isolotto sperduto insieme al neo undicenne Harry e la sua “famiglia”.

Ma arriviamo finalmente a Harry: orfano, crescuito da persone orribili in maniera tremenda, lasciato a dormire insieme ai ragni nel sottoscala… E’ immediata l’empatia che scatta fra il lettore e questo bambino, il cui destino è tutto ancora da scoprire! Epica come sempre la scena allo zoo, con il primissimo approccio in serpentese del giovane Potter e le conseguenze della sua incontrollabile magia.
Le lettere sono la ciliegina sulla torta: dalla posta, nelle uova, dal camino… e infine dalle mani di Hagrid, furente per la totale inconsapevolezza del bambino del suo passato!

‘Harry… tu sei un mago’.
Nella catapecchia piombò il silenzio. Si sentiva solo il frangersi delle onde e l’ululato del vento.
‘Che cosa sono, io?’ chiese Harry senza fiato.
‘Un mago, chiaro?’ disse Hagrid tornando a sedersi sul divano che gemette e si affossò ancora di più. ‘Anzi, un mago coi fiocchi,
direi, una volta che avrai studiato un pochetto. Con un papà e una mamma come i tuoi, che cos’altro poteva venir fuori?’

La rivelazione sulla sua triste e misteriosa storia sconvolge Harry, ma questo non lo frena dal seguire Hagrid verso la nuova vita che lo attende. Il capitolo del viaggio a Londra e degli acquisti per le strade di Diagon Alley è da sempre uno dei miei preferiti di tutta la saga. Un mix di comicità (per l’impacciato omone e il suo tentativo di amalgamarsi fra i babbani, con scarsi risultati) e novità sul mondo magico: il Paiolo Magico, dove tutti si emozionano alla vista di Harry, i folletti della Gringott e la camera blindata “713”, le compere nei negozi e infine (la mia preferita in assoluto) la scena da Olivander *-*

Adesso tocca a voi, miei magici Lettori! Cosa ne pensate? Qual è stata la scena che avete preferito?? 😀
Ci ritroviamo sempre qui il 14 luglio per commentare insieme i prissimi capitoli ^_^

Harry Potter
e la Pietra Filosofale

Dal 1° al 7 luglio: capitoli 1 – 5

Dall’8 al 14 luglio: capitoli 6 – 11

Dal 15 al 21 luglio: capitoli 12 – 17 + conclusione

-> 22 luglio: calendario secondo romanzo

firma