L’Angolo delle Recensioni: The DUFF – Quanto ti ho odiato (K. Keplinger)

Buongiorno (di nuovo) Lettori!
Come vedete sono in pieno mood “scrivo scrivo scrivo” e spero di poter scrivere ancora, almeno per qualche bozza di recensione. Ma, prima di passare ai preparativi per i prossimi articoli, voglio condividere con voi il mio personale parere sul romanzo The Duff di Kody Keplinger: questo libro verrà pubblicato in italiano dalla Newton Compton il 16 luglio con il titolo Quanto ti ho odiato. Ma, come sapete, mi piace molto leggere in lingua originale… Ahimè non credo di aver mai recensito libri in inglese, ma da oggi si comincia 🙂

The DUFF
Quanto ti ho odiato


978-88-541-7703-1 6931356

La diciasettenne Bianca Piper è cinica e leale, e non pensa di essere bella come le sue amiche già da un po’ . È anche troppo intelligente per cedere al fascino di Wesley Rush, il donnaiolo di scuola bello e viscido. Infatti Bianca lo odia. E quando lui la soprannomina “Duff”, lei gli getta la sua Coca Cola in faccia.
Ma le cose a casa non sono delle migliori, e Bianca è alla disperata ricerca di una distrazione. Così finisce per baciare Wesley. La cosa peggiore è che le è anche piaciuto. Desiderosa di evadere, Bianca si lancia in una relazione intima da “nemici con benefici” con lui.
Fino a quando tutto inizia ad andare male. Wesley si rivela essere un bravo ascoltatore e anche la sua vita è messa piuttosto male. Improvvisamente Bianca realizza con terrore che si sta innamorando del ragazzo che pensava di odiare più di qualsiasi altro.

Titolo: The DUFF (The Designated Ugly Fat Friend)
Quanto ti ho odiato
Autore: Kody Keplinger
Prezzo: € 4,99 eBook – 9.90 cartaceo
Pagine: 288
Pubblicazione: 16 luglio 2015
Editore: Newton Compton

 

la-mia-recensione

“You, darling, are the Duff. Designated. Ugly. Fat. Friend. No offense, but that would be you. Hey, don’t get defensive. It’s not like you’re an ogre or anything, but in comparison…”
“Tu, cara, sei The Duff (L’amica designata brutta e grassa). Nessusa offesa, ma lo sei. Hey, non metterti sulla difensiva. Non significa che sei un orco o altro, ma rispetto a…”

Come reagireste se qualcuni vi dicesse che siete solo un termine di paragone per le voste amiche, un modo per farle sembrare più carine? Per quel che mi riguarda, altro che un drink in faccia… la persona in questione porterebbe l’impronta delle mia mano ben stampata sulla guancia per almeno una settimana! Bianca si limita a rinfrescare gli abiti di Wesley, ambasciatore assolutamente non richiesto di tale rivelazione, con un bicchiere di coca cola.

È con queste parole che prende il via il romanzo The DUFF, una storia in apparenza decisamente frivola e scontata, ma che ha davvero molto da dire tanto ai lettori più giovani, quanto a quelli un po’ più avanti con le esperienze di vita! Ci sono romanzi che ti fanno ridere e romanzi che ti fanno riflettere, storie che compri per il puro piacere della lettura e storie che speri ti possano insegnare qualcosa: The DUFF è un po’ tutte queste cose! 😉

La protagonista, nonchè cinica e spassosissima voce narrante della storia, è la diciassettenne Bianca Piper, una studentessa liceale alla Hamilton High, da anni parte di un inseparabile trio di amiche insieme a Casey e Jessica. A Bianca non piace parlare dei suoi problemi, nonostante Casey, a lei legata sin dall’infanzia, tenti in tutti i modi di strapparle con le pinze informazioni sul mondo confuso e scosso che abita nella mente della sua B.
Bianca tiene tutto per se: nessuno sa che suo padre sta ricominciando a bere dopo anni lontano dall’alcol, che sua madre ha inviato a casa i documenti per il divorzio dopo mesi di assenza per “motivi di lavoro”, che la stessa Bianca deve trasformarsi improvvisamente nell’adulta della situazione, mentre i veri adulti giocano a tira e molla con la realtà.

Tutti noi, nei momenti difficili, abbiamo bisogno di aiuto per superare il buio che ci circonda… e se per Bianca quell’aiuto arrivasse nel modo più assurdo e inaspettato proprio dall’odioso, donnaiolo, str***o e senza scrupoli Wesley Rush? Quello stesso Wesley che qualche sera prima l’aveva definita una DUFF??

“I know your ex-boyfriend left town weeks ago,” he said. “But I can tell there is still something bothering you. As much as I’d like to believe it’s just me—you can’t get enough of me—I know there’s more to it. What are you running from, Bianca?”
“Nothing.”
“Don’t lie.”
“It’s none of your business, okay?” I pushed him away from me and yanked my jeans back up where they belonged. Automatically, I knelt down by the pile of clean clothes at the foot of my bed and started folding them. “Let’s just talk about something else.”
Wesley sat down on the floor beside me. “Fine,” he said.
“So che il tuo ex fidanzato ha lasciato la città di settimane fa,” disse. “Ma credo ci sia ancora qualcosa che ti preoccupa. Per quanto mi piacerebbe credere che sia solo io – non puoi fare a meno di meso che c’è di più. Da cosa stai scappando, Bianca? ”
“Niente.”
Non mentire.
“Non sono affari tuoi, va bene?” Lo spinsi via da me e tirai su i miei jeans al loro posto. Automaticamente, mi inginocchiai  accanto alla pila di vestiti puliti, ai piedi del mio letto e cominciai a piegarli. Parliamo di qualcosa d’altro.”
Wesley si sedette per terra accanto a me. “Bene”, disse.

Wesley è esattamente quel tipo di personaggio che mi piace incontrare nei romanzi: quell’elemento che parte prevedibile, perfettamente nello schema del clichè, e poi riesce a stupirti! Ma non vi dirò di più, altrimenti che sorpresa sarebbe?

Una scatto dal film The DUFF (il titolo italiano mi rifiuto di ascoltarlo…)

Lo stile fresco e giovanile della Keplinger riesce a far sorridere qualsiasi lettore, anche una come me, non proprio innamorata di questo genere di letture. Fra una risata e un’altra, l’autrice tratteggia nella mente del lettore un’immagine estremamente veritiera e dura della società moderna, dove le scelte coniugali (che personalmente definirei egoiste) dei genitori influiscono in maniera forte e a volte distruttiva sulla vita dei figli. Anche se non mi sento di definire questo romanzo “profondo”, numerose scene al suo interno rapresentano dei veri e propri schiaffi alla realtà sociale che dilaga negli ultimi anni: trovo fantastico che un romanzo, indirizzato principalmente ad un pubblico di lettori giovani, possa affrontare tematiche del genere e magari spingere al dialogo con la propria famiglia! Penso sia il modo migliore per una storia di restare nel cuore di chi la legge 😀

QUESTO ROMANZO MERITA:

stellastellastellastella

A breve arriverà in Italia il film ispirato a questo romanzo… sappiate che sono due cose etremamente diverse, quindi non fatevi influenzare 😉

Link d’acquisto su AMAZON

Sito ufficiale dell’Autrice | Pagina Facebook Autrice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *