L’Angolo delle Recensioni: Siara – Il sentiero d’oro (C. Zavettieri)

image

Buongiorno Lettori!
Come scritto ieri su facebook, ho veramente taaaaaante recensioni da scrivere! L’obiettivo della settimana e scriverne il più possibile e mettermi in pari con le varie richieste… #celapossofare!!!! *ma quanto siamo moderni con questi hashtag* ehehehe!
L’articolo di oggi è dedicato a Siara – Il sentiero d’oro di Cristina Zavettieri. Se avete visto il mio Wrap Up mensile saprete già che questo romanzo, nonostante sia stato pubblicato da pochissimo, non è più disponibile sugli store online per l’acquisto. Vi chiederete… perché allora sto scrivendo comunque la recensione? Principalmente per due motivi.
Innanzi tutto per correttezza, nei confronti dell’autrice, di voi lettori e anche un po’ di me stessa: perché il tempo dedicato ad una lettura merita sempre un pensiero. Altrimenti non avrei motivo di scrivere su questo blog… E, secondo, per speranza: che un domani tutti voi possiate nuovamente leggere ogni piccola perla nata dalla penna di Cristina.

Siara
Il sentiero d’oro


 11224070_784487435004826_380040404114696446_n

Jerusalem, 3055 L’Apocalisse è venuta dall’alto, sotto la spregevole forma di bombe atomiche, capaci di distruggere quanto l’uomo, fino a quel tempo, aveva creato di buono e giusto. Siara ricordava soltanto una millesima parte dell’accaduto, adesso conosceva il freddo delle celle, il sangue nelle arene, la corruzione e l’immoralità di Melanize e lui, suo nemico senza volto. L’evasione è l’unica possibilità di salvezza, il ritorno a casa un’incertezza e la fiducia nel futuro manca. Nel deserto fino alle porte di Isra, cercherà la verità, incontrerà l’amore, l’avventura, la speranza, incosciente di quanto lei sia la salvezza di un intero popolo. Per ritrovare la sua vera natura dovrà perdere una parte di se stessa. Ma d’altronde, non desidera davvero la libertà?

Titolo: Siara – Il sentiero d’oro
Autore: Cristina Zavettieri
Prezzo: € //
Pagine: 50
Pubblicazione: 18 giugno 2015
Editore: Self-publishing

 

la-mia-recensione

Quello, per lei, era il viaggio della speranza; un viaggio compiuto molte volte, dove magari avrebbe riacquistato ricordi persi a causa degli intrugli che usavano somministrare con una siringa alle combattenti. A quelle come lei, che non morivano mai.

Tanti nomi, ma un solo destino…
Tanti segreti, ma un solo passato…
Tante battaglie, ma una sola vera guerra: dentro la sua mente!

Siara è tutto questo! Una donna infinitamente forte e sfaccettata, come un diamante… ma, ben diversa da questa pietra, la sua pelle è stata molte volte scalfita dal mondo, così come la sua preziosa anima che, disperata, cerca la verità in luoghi dove menzogna e follia regnano sovrani.

Siamo in un mondo distopico dove le culture del passato sembrano essersi abilmente mescolate per dar vita al peggior futuro pensabile. A capo di questo regno stravolto c’è Josu, spregevole e senza cuore, soprattutto contro le donne. Se nell’antica Roma i gladiatori intrattenevano il pubblico affamato di sangue, ora a combattere sono le donne e Siara, la Pantera dagli occhi d’oro, non ha mai perso una battaglia.
È forse per questo che Demis, fratello del re Josu, ha scelto fra tante Siara come sua preferita, rendendola sua schiava e compagna di letto… o forse c’è molto altro dietro tale scelta, e ciò che sembra violenza è solo frutto di distorsione e follia.

Demis lo prese per il bavero della lunga camiciola e cominciò a strattonarlo con forza. Quest’ultimo indietreggiò incespicando sui propri passi.
«Ti avevo chiesto di trattenerla fino al mio ritorno, Josu» sbottò. «Non sei nemmeno in grado di mantenere questo palazzo, chissà perché mi sono illuso potessi avere fiducia in te, ancora! Non è forse la terza volta che la ragazzina scappa?»

Siara, intrappolata in una gabbia di dolore e menzogna, prova molte volte a fuggire e puntualmente la sua lontananza dalla città è di breve durata… anche quando spera di aver trovato degli amici lungo la strada, tutto risulta vano all’arrivo di Demis e delle sue guardie. Questa volta, però, le carte in tavola stanno per cambiare… e se in realtà il destino fosse sempre stato dalla sua parte?

«La pantera dagli occhi d’oro. Sai che ti chiamano così, Siara? So che con gli altri ti ribelli, ti agiti, scalpiti come una puledra. Tiri calci, uccidi addirittura mentre a me… a me non puoi fare niente».
 Demis si sedette su uno sgabello, poggiando i gomiti sulle ginocchia, alzò il mento e continuò a  guardarla, nuda e trionfante di bellezza.
«Mi devi riportare nelle tue terre, solo tu puoi farlo» sussurrò a pochi centimetri dalle sue labbra. «Conducimi in quei luoghi e non ti farò più… del male»

ImmagineCristina Zavettieri si riconferma una narratrice molto abile e delicata. Anche nelle situazioni più difficili e dolorose, riesce ad accarezzare chi legge con le sue parole… Il racconto arriva agli occhi e al cuore del lettore in maniera vivida e vibrante: ricco di dettagli e ben articolato fra narrazione e dialogo, parola dopo parola trasforma il nero su bianco in un arcobaleno di emozioni. L’autrice costruisce mattone dopo mattone una scala che punta sempre più in alto, fino ad arrivare al gran finale che coglie totalmente di sorpresa il lettore e lo lascia col fiato sospeso in attesa di conoscere le nuove avventure della bella Siara.
Immancabile presenza nelle storie di Cristina Zavettieri è l’amore, un fil rouge che attraversa tutte le sue creature: per strade anguste e mai scontate arriva e bussa al cuore dei protagonisti, sconvolgendone totalmente i piani.

Nella ferma convinzione di poter leggere un domani nuove storie di questa giovane autrice, incrocio le dita affinchè questo domani sia più vicino possibile ❤️

QUESTO RACCONTO MERITA:

stellastellastellastellastella

Un pensiero su &Idquo;L’Angolo delle Recensioni: Siara – Il sentiero d’oro (C. Zavettieri)

  1. Pingback: Summer Reading Challenge – Wrap Up | Le Parole Segrete dei Libri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *