RECENSIONE IN ANTEPRIMA: E tu credi al Destino? (K.J. Lee)

image

Buongiorno Lettori!
Inauguriamo la settimana nel modo più bello che potesse esserci, con una bella recensione in anteprima di un romanzo che proprio da oggi potrete trovare negli store online. Parlo di E tu credi al Destino? romanzo d’esordio nel panorama self-publishing della talentuosa autrice Kathrine J. Lee! Fidatevi se vi dico che sentirete parlare ancora di questa ragazza 😉 ma ora passiamo ai dettagli del romanzo e al mio parere in proposito!

E tu credi al Destino?


E tu credi al Destino

L’inchiostro le rivelerà i segni del Destino.
Una giovane donna, un pittore, un segno impresso sulla pelle e nelle stelle.
Quando il Destino intreccia i percorsi accade sempre l’imprevedibile. Lo sa bene Allyson che ha deciso di serrare il cuore, delusa dal suo unico amore. Ma arriverà qualcuno a salvarla dall’abbraccio della solitudine, qualcuno che porta con sé il disegno del fato.
Sotto il cielo di una San Francisco multicolore una giovane donna cercherà se stessa, ma verrà trovata dall’amore.
E tu credi al Destino?

Titolo: E tu credi al Destino?
Autore: Kathrine J. Lee
Prezzo: €0,99
Pagine: 153
Pubblicazione: 3 agosto 2015
Editore: Self-publishing

 

la-mia-recensione

A me bastava solo il colore delle sue iridi, in cui esplodeva l’oro del grano, la ferocia delle tigri e la pace del deserto.
Casa era ovunque sentissi il suo respiro.

Amore e Destino sono parole che fanno paura. Possono trasformare la nostra vita in un dolce paradiso o distruggerla in un solo istante, impedendoci di reagire fra roventi catene di lacrime… Se combinati insieme, questi spaccati dell’animo umano danno vita ad un cocktail potentissimo, un mix di luce ed ombra che Kathrine J. Lee ha scelto di porre al timone del suo romanzo d’esordio!

Siamo a San Francisco dove Allyson, giovane pittrice “in pensione” da alcuni anni, cerca di guadagnare qualche extra lavorando occasionalmente nei posto più disparati. L’ultimo ingaggio (in una fiera per coppie in procinto di fare il grande passo) lo deve alla sua amica Sabine, che in tutti i modi la spinge ad uscire dalla campana di vetro in cui Ally si nasconde da una vita, una “rifugio” di nome Lucas.

«Dimentichi che c’è Lucas…» mormorai a mezza voce.
«E lui è dello stesso avviso? No, perché… sono due settimane che non si fa sentire. O sbaglio?»
Il suo tono mi fece mettere in dubbio l’affetto che professava nei miei riguardi. O forse, era proprio quello a indurla a parlami duramente. Credo avesse ragione e io ero troppo cieca per accorgermene. Be’, me ne accorgevo sì, ma lui era la mia dipendenza, la mia prigione e allo stesso tempo la mia libertà.

Lucas è esattamente il tipo di fidanzato che nessuna donna vorrebbe accanto, ma questo non ha mai frenato Ally negli ultimi dieci anni. Perchè lui è il suo primo ed unico amore sin dall’adolescenza, il solo ad averle sfiorato anima e corpo, ad averle fatto provare cosa significhi essere donna e, soprattutto, l’unico ad averle spezzato il cuore tradendola più e più volte.
Ma noi donne siamo capaci di tutto per amore, o almeno per ciò che consideriamo tale… ci facciamo del male fino all’insopportabile pur di non essere sole, di assaporare ogni momento quei baci che tanto agogniamo, baci che spesso hanno il sapore salato e amaro delle lacrime.

E se piccole fiammelle provassero ad illuminare il buio e tortuoso tunnel che Allyson sta attraversando? Ahimè sono solo fuochi fatui che si fingono incendi, ma nulla di tutto questo riesce davvero a dare una svolta alla vita di Allyson.
Nulla… tranne un dragone azzurro e un giovane pittore con l’animo di un poeta!

Di nuovo, sollevò il foglio e me lo mostrò.

青龍 청룡

«Che cosa significa?» domandai.
«Kanji Hangŭl.»
«Eh?»
«Dragone azzurro. Sei venuta per questo, non è così?»
Rabbrividii. Come faceva a saperlo? La vecchia ci aveva visto giusto e mi spaventava che ci riuscisse. Fui tentata di andarmene, ma restai.
«Sì, vorrei vederne l’immagine.»

Kathrine J. Lee ha saputo intessere con le sue parole una storia dal sapore magico, ma estremamente realistica allo stesso tempo. Ally è una ragazza esattamente come noi, intrappolata nella prigione dell’abitudine da cui non ha la forza di uscire. Le sue emozioni vibrano nel cuore del lettore come fossero le proprie, perchè tutti prima o poi soffriamo per amore, cadiamo e non riusciamo a trovare la forza di rimetterci in piedi. Una forza che in realtà è dentro di noi, capace di spianare le montagne se solo gliene dessimo la possibilità.
Lo stile della Lee è pura poesia, dipinge sotto i nostri occhi una storia d’amore che accarezza l’animo di chi legge con le setole dei suoi pennelli d’inchiostro e lo trasporta fino alla fine con la viva speranza che il Destino, almeno una volta, decida di sorridere alla nostra protagonista.

QUESTO ROMANZO MERITA:

stellastellastellastellastella

Link d’acquisto su AMAZON

Profilo Facebook Autrice | Contatta via E-mail

5 Pensieri su &Idquo;RECENSIONE IN ANTEPRIMA: E tu credi al Destino? (K.J. Lee)

  1. Pingback: BlogTour “E tu credi al Destino?” di K.J. Lee – Tappa #6 | Le Parole Segrete dei Libri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *