BlogTour “E tu credi al Destino?” di K.J. Lee – Tappa #6

unnamed

Buongiorno Lettori!
Era da parecchio tempo che un blogtour non passasse da queste parti, ma oggi abbiamo il tanto atteso ritorno in compagnia di Kathrine J. Lee, autrice del romanzo E tu credi al destino?
A me il grande onore di intervistare l’autrice in persona e poter scorprire qualche segreto dietro la maschera della talentuosa Kat ^_^

E tu credi al Destino?


E tu credi al Destino

L’inchiostro le rivelerà i segni del Destino.
Una giovane donna, un pittore, un segno impresso sulla pelle e nelle stelle.
Quando il Destino intreccia i percorsi accade sempre l’imprevedibile. Lo sa bene Allyson che ha deciso di serrare il cuore, delusa dal suo unico amore. Ma arriverà qualcuno a salvarla dall’abbraccio della solitudine, qualcuno che porta con sé il disegno del fato.
Sotto il cielo di una San Francisco multicolore una giovane donna cercherà se stessa, ma verrà trovata dall’amore.
E tu credi al Destino?

Titolo: E tu credi al Destino?
Autore: Kathrine J. Lee
Prezzo: €0,99
Pagine: 153
Pubblicazione: 3 agosto 2015
Editore: Self-publishing

 

A tu per tu con…
Kathrine J. Lee

Ciao Kathrine, benvenuta fra Le Parole Segrete dei Libri… Non immagini quanto sia felice di averti con me oggi!
Partiamo da una domanda facile facile. Chi si nasconde dietro “Kathrine”? Non voglio nome e cognome, ovvio… Giusto qualche piccola info sulla persona che ha creato “E tu credi al Destino” ^_^

Ciao Lettrice, che bella domanda. Dietro la maschera di Kathrine si nasconde un’anima sognatrice, eternamente innamorata della scrittura, dell’amore, della vita. Eh sì, credo al Destino, altrimenti non avrei scritto questa storia.

Com’è nata la storia di Allyson?

Conoscevo già la storia di Allyson, ho solo dovuto raccontarla. Perché è una storia che molte donne hanno vissuto, che persino io in piccola parte ho vissuto. Allyson è ciascuna di noi.

Allyson è un personaggio estremamente realistico, in effetti… vive le emozioni e le contraddizioni che un rapporo come il suo trasmette nel modo in cui qualsiasi donna farebbe.
Il problema è: crediamo in ciò che è davanti ai nostri occhi o confidiamo nel destino?

Siamo in parte condizionati dal destino, perché siamo noi a credere che esso esista e possa concretamente agire nelle nostre esistenza. E in parte, agiamo d’istinto e viviamo giorno per giorno, senza affidarci a qualche forza superiore. Personalmente ho sempre fatto affidamento sulle mie forze e ciò che la vita mi ha posto davanti, ma non nascondo di essere una fatalista e sì, credo che il destino posso accorrere in nostro aiuto. Io lo aspetto.

Un elemento sicuramente insolito per il genere romance è la presenza di una piccola spolverata di magia. Come mai questa scelta?

Perché non posso farne a meno. La magia esiste nelle piccole cosa, la vita ne è piena. Basti pensare ad alcuni incontri. Come li si definirebbe, se non magici?

Destino… Magia… sono parole che rendono la vita più leggera. Come l’inchiostro nero sulla pagina bianca, che mette le ali al cuore di chi scrive e porta in alto, oltre le nuvole, quello di chi legge.
Se dovessi scegliere se scrivere o leggere, solo una delle due, cosa preferiresti fare?

Ah, non lo so. Forse scegliere scrivere. Sì, scrivere per tutta la vita, perché non potrei immaginare un’esistenza senza inchiostro.

Qual è la parte più bella dell’essere una scrittrice?

Emozionarsi ed emozionare. Credo che arrivare al lettore siano il dono più bello concesso dalla scrittura.

Cosa dobbiamo aspettarci da Kathrine adesso? Sono certa che la “vera Te” abbia molto da far leggere, ma la dolce Kat che fine farà?

La vera me ha in programma diverse uscite, tante che temo di poter dedicare poco tempo a Kat. Ma non escludo che possa tornare con nuove storie, il prossimo anno.

Vorresti dire qualcosa ai tui lettori?

Ho fatto una scommessa con me stessa. E ho bisogno dei lettori per vincerla.
Ho scelto di indossare una maschera perché ci sono storie troppo vere per essere raccontate e questa ne è un esempio. Inoltre volevo ripartire da zero, dopo dieci anni di pubblicazioni. Un giorno forse rivelerà chi sono, ma per adesso sono solo Kat. E già da ora posso ringraziare chi mi legge, senza conoscere il mio nome.
Grazie di cuore.

Ti ringrazio per avermi fatto compagnia e per aver condiviso un po’ di te con i miei Lettori!

Io ringrazio te, per aver accolto me e la mia piccola storia.


Non perdetevi le prossime tappe del tour e, se ancora non lo avete fatto, correte a leggere quelle precedenti e soprattutto il romanzo E tu credi al destino?

tour

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *