#SeriesLove ~ Shadowhunters 1×01-03

Buongiorno Lettori!
Ebbene sì, il momento è arrivato. So che ve lo aspettavate, ormai non posso farne a meno 🙂 mi spiace solo non aver pubblicato altre puntate di questa rubrica prima d’oggi, ma non potete neanche lontanamente immaginare quanto sia indietro con le serie tv che seguo T_T
Come potevo, tuttavia, perdere il piacere di (s)parlare un po’ e dire la mia su uno degli show più chiacchierati al momento fra noi appassionati lettori?? Ci siamo, Shadowhunters ha ormai preso pieno possesso della TV e del web: fioccano recensioni, video, stati facebook… e bisogna ammettere che la maggior parte dei pareri sono tutt’altro che positivi!

Come per ogni puntata dei #SeriesLove non ci sarà un vero filo logico, dirò un po’ a vanvera i miei pensieri (e ovviamente ci saranno spoiler a non finire!) quindi tenetevi pronti 😀

shadowhunters-serietv

Ora, parlare di una serie tv dopo aver visto solo tre puntate è decisamente prematuro, però già sento di poter dire qualcosa. *tenetevi forte e preparate i pomodori e le uova marce eheheh* Shadowhunters non è lo show migliore del mondo, ha una lunga serie di difetti innegabili, ma nonostante ciò lo trovò comunque piacevole e continuo a guardare ogni puntata con interesse.

Mettiamoci bene in testa una cosa: i film e le loro trasposizioni su grande o piccolo schermo non saranno mai la stessa cosa!

*Inspirate, espirate, inspirate e ripetete insieme “sono diversi”…
Auuuuuhhhmmmm*

Per quanto collegati dalla stessa storia di fondo, sono prodotti commerciali DIVERSI che devono attenersi a “norme” diverse. I cambiamenti che puntualmente vengono fatti da chi si occupa della sceneggiatura (serie o film che sia) hanno una loro ragion d’essere.

Qualche esempio? Rendere Luke un poliziotto permette tutta una serie di possibili intrecci interessanti, vedremo come sapranno giostrare la cosa. Trasformare la ormai anzianotta Madame Dorotea nella giovane e carina Dot, e Hodge in un fustacchione tutto muscoli *per la cronaca un gran gnocco* non altera più di tanto la storyline e si sposa perfettamente con il target a cui lo show è rivolto.

Molti si sono scandalizzati per la rivelazione, alla fine della seconda puntata, sul legame padre-figlia fra Clary e Valentine (cosa che nel romanzo avviene ben più tardi). Ovvio, per noi che abbiamo già un rapporto di vecchi data con i libri è tutto scontato… Ma per chi non li ha letti?? Come si può capire il comportamento del super Valentine cattivone nei confronti di Jocelyn se non sappiamo che un tempo si amavano?? Ci sarebbero troppi buchi nella storia. Se chi segue lo show non riesce a capire ciò che sta guardando, perde inevitabilmente interesse. E la serie va a farsi friggere.

Qual è il vero problema della serie secondo me?? Clary e Jace, aka Katherine McNamara e Dominic Sherwood.

 img_0494 img_0486-0

Lei, capelli fluo a parte, non sa recitare. Non ho idea di chi altro si fosse presentato ai casting, ma se lei era la più adatta… non oso immaginare le altre candidate! Devo però dire che nell’ultima puntata andata in onda (1×03 – La festa del morto) era nettamente più nel ruolo, quindi possiamo sperare in un futuro più roseo e luminoso davanti a noi.
Lui invece sa recitare, ma hanno impostato davvero male il suo personaggio. Nella speranza di attirare folle di ragazzine con gli ormoni a palla, hanno reso il nostro Wayland decisamente troppo interessato alla nuova arrivata, troppo gentile e troppo attratto da lei. È mille volte più impertinente di così, ma non ci sarebbero state abbastanza scene romantiche fra loro se si fossero attenuti di più al romanzo.
Quindi abbiamo Clary che sembra scema e Jace che non sembra Jace… Ahahahah XD *yuppeeeeeee*

Isabelle, Simon e Alec mi piacciono molto, i primi due in particolare. Isabelle la trovo molto giusta nella sua parte, l’ho sempre immaginata sensuale e accattivante e la scelta di Emeraude Toubia la trovo azzeccata (l’attrice del film era un tronco, anche se molto carina). Simon è il più centrato di tutta la serie: nerd al punto giusto, battuta pronta, sguardo perso in contemplazione di Clary. Mi aspetto molto dal suo persomaggio ^_^
Di Magnus ho visto ancora troppo poco per esprimermi (e nel frattempo tutti i miei neuroni aspettano impazienti #Malec come non mai!!!) *_*

Un altro punto che mi mette parecchi dubbi è l’ambientazione: Immagine2tutti quei super computer, manco fossero in una base operativa della CIA, cosa mi rappresentano?!
Il PanDEMONium con quei neon ad intermittenza?! Potevano studiarsi qualcosa di più carino, non sono affatto convinta! Con i Fratelli Silenti però hanno fatto un gran bel lavoro 🙂

sidebardivider

In conclusione? Non è eccezionale, ma neppure da buttar via senza alcuna speranza di ripresa. Ti permette di passare un po’ di tempo in tranquillità, senza troppe pretese. Continuerò a vederlo e vi saprò dire di più 😉

firma

Per non dimenticare… Le proposte editoriali del 2016!

Dirvi “Buongiorno”, come faccio sempre, mi sembra davvero superfluo in una ricorrenza come quella di oggi. Per quanto circondata da numerose polemiche, la Giornata della Memoria rimane e rimarrà sempre un doloroso promemoria della brutalità umana, di ciò a cui l’oscurità può spingerci.
Ogni anno l’editoria italiana ci regala nuovi romanzi dedicati a questa tematica e vorrei qui mostrarvi le uscite di quest’anno. Per noi librovori è sempre bello affrontare anche le più pungenti e toccanti storie attraverso la carta e l’inchiostro. Se avete altri titoli da suggerire lasciate un coomento 🙂 Spero questo piccolo articolo possa farvi piacere ♥

La ragazza con la bicicletta rossa

A1J+3hJyEEL

Piemme, 17.50 – 298 pg

È l’inverno del 1943 ad Amsterdam.
Mentre i cieli europei sono sempre più offuscati dal fumo delle bombe, Hanneke percorre ogni giorno, con la sua vecchia bicicletta rossa, le strade della città occupata. Ma non lo fa per gioco, come ci si aspetterebbe da una ragazzina della sua età. Hanneke è una “trovatrice”, incaricata di scovare al mercato nero beni ormai introvabili: caffè, tavolette di cioccolato, calze di nylon, piccoli pezzetti di felicità perduta. Li consegna porta a porta, e lo fa per soldi, solo per quello: non c’è tempo per essere buoni in un mondo ormai svuotato di ogni cosa. Perché Hanneke, in questa guerra, ha perso tutto. Ha perso Bas, il ragazzo che le ha dato il primo bacio, e ha perso i propri sogni. O almeno così crede. Finché un giorno una delle sue clienti, la signora Janssen, la supplica di aiutarla, e questa volta non si tratta di candele o zucchero. Si tratta di ritrovare qualcuno: la piccola Mirjam, una ragazzina ebrea che l’anziana signora nascondeva in casa sua… Hanneke, contro ogni buon senso, decide di cercarla. E di ritrovare, con Mirjam, quella parte di sé che stava quasi per lasciar andare, la parte di sé in grado di sperare, di sognare, e di vivere.

La sarta di Dachau

91qrtaX-m9L._SL1500_

Garzanti, 16.90 – 320 pg

Londra, 1939. Ada Vaughan non ha ancora compiuto diciotto anni quando capisce che basta un sogno per disegnare il proprio destino. E il suo è quello di diventare una sarta famosa, aprire una casa di moda, realizzare abiti per le donne più eleganti della sua città. Ha da poco cominciato a lavorare presso una sartoria in Dover Street, e la vita sembra sorriderle. Un viaggio imprevisto a Parigi le fa toccare con mano i confini del suo sogno. Ma la guerra allunga la sua ombra senza pietà. Ada è intrappolata in Francia, senza la possibilità di ritornare a casa. Senza soldi, senza un rifugio, Ada non ha colpe, se non quella di trovarsi nel posto sbagliato. Ma i soldati nazisti non si fermano davanti a niente. Viene deportata nel campo di concentramento di Dachau. Lì, dove il freddo si insinua senza scampo fino in fondo alle ossa, circondata da occhi vuoti per la fame e la disperazione, Ada si aggrappa all’unica cosa che le rimane, il suo sogno. La sua abilità con ago e filo le permette di lavorare per la moglie del comandante del campo. Gli abiti prodotti da Ada nei lunghi anni di prigionia sono sempre più ricercati. La sua fama travalica le mura di Dachau e arriva fino alle più alte gerarchie naziste. Le viene commissionato un abito che dovrà essere il più bello che abbia mai confezionato. Un vestito da sera nero, con una rosa rossa. Ma Ada non sa che quello che le sue mani stanno creando non è un abito qualsiasi. Sarà l’abito da sposa di Eva Braun, l’amante del Führer…

Il Bambino in cima alla Montagna

71cOJo+M16L

Rizzoli, 15.00 – 286 pg

Pierrot è ancora un bambino quando, rimasto orfano, deve lasciare la sua amata Parigi per andare a stare dalla zia in una bellissima e misteriosa magione tra le cime delle Alpi bavaresi. Ma quella non è una villa come le altre e il momento storico è cruciale: siamo nel 1935 e la casa in cui Pierrot si ritrova a vivere è il Berghof, quartier generale e casa delle vacanze di Adolf Hitler. Il Führer lo prende sotto la sua ala protettrice e Pierrot poco alla volta viene catturato da quel nuovo mondo che lo affascina e lo fa sentire speciale, un mondo di potere ma anche di segreti e tradimenti, in cui non capire dove sta il Bene e dove il Male può essere molto pericoloso. A dieci anni dalla pubblicazione del “Bambino con il pigiama a righe”, John Boyne torna a parlare di una delle pagine più drammatiche del Novecento

Una mattina di ottobre

91ARLvQOg+L

Nord, 16.90 – 407 pg

L’alba color acciaio è fredda come la pioggia sottile che si deposita silenziosa tra i suoi capelli e le scivola lungo il collo. Chiara Ravello però ha smesso di farci caso nell’istante in cui si è inoltrata nel quartiere ebraico. Ha come la sensazione che quei vicoli siano stati svuotati di vita e non rimanga che l’eco di una sofferenza muta. Quando sbuca in una piazza, Chiara vede un camion sul quale sono ammassate diverse persone. Tra di esse, nota una madre seduta accanto al figlio. Le due donne si fissano per alcuni secondi. Non si scambiano nemmeno una parola, basta quello sguardo. Chiara capisce e, all’improvviso, incurante del pericolo, inizia a gridare che quel bambino è suo nipote. Con sua grande sorpresa, i soldati fanno scendere il piccolo e mettono in moto il camion, lasciandoli soli, mano nella mano. Sono passati trent’anni dal rastrellamento del ghetto di Roma e, all’apparenza, Chiara conduce un’esistenza felice. Abita in un bell’appartamento in centro, ha un lavoro che ama, è circondata da amici sinceri. Tuttavia su di lei grava il peso del rimpianto per quanto accaduto con Daniele, il bambino che ha cresciuto come se fosse suo e che poi, una volta adulto, è svanito nel nulla, spezzandole il cuore. E, quando si presenta alla sua porta una ragazza che sostiene di essere la figlia di Daniele, per Chiara arriva il momento di fare i conti con gli errori commessi, con le scelte sbagliate, con i segreti taciuti troppo a lungo.

La pianista di Auschwitz

71AP9epwxLL

Newton Compton, 9.90 – 252 pg

Hanna ha quindici anni ed è una pianista di talento. È cresciuta in una famiglia ebrea della media borghesia ungherese, ma quando la città in cui vive viene rastrellata, dovrà conoscere insieme ai suoi cari gli orrori del campo di concentramento. Sua madre impazzirà dopo essere stata separata dal marito, e Hanna rimarrà sola con la sorella Erika ad affrontare un luogo agghiacciante e brutale come Auschwitz. Un giorno, però, le viene offerta la possibilità di suonare il pianoforte per il comandante del lager, una scelta sofferta per la povera ragazza. Una volta entrata nella villa del nazista, conoscerà suo figlio, Karl, ragazzo affascinante che sembra rinnegare la vita dello spietato padre. Di primo acchito, Hanna non potrà fare a meno di odiarlo con tutta se stessa. Eppure, man mano che passano i mesi, un altro sentimento per il giovane Karl si farà strada nel suo cuore…

firma

ANTEPRIMA: Grandi romanzi per Grandi Lettori #19

Buongiorno Lettori!
Torna a invadere il blog di storie e colori la rubrica di anteprime librose 🙂 Come sempre per qualunque richiesta sono qui a disposizione, voi intanto godetevi questa carrellata di titoli!

la-notte-che-ho-dipinto-il-cielo

Titolo: La notte che ho dipinto il cielo
Autore: Estelle Laure
Editore: De Agostini
Pagine: //
Prezzo: € 14,90 cartaceo
Data uscita: 16 febbraio 2016

Per Lucille, diciassette anni e una passione per l’arte, l’amore ha il volto della sorellina Wrenny. Wrenny che non si lamenta mai di niente, Wrenny che sogna un soffitto del colore del cielo. E poi ha il volto di Eden. Eden che è la migliore amica del mondo. Eden che sa la verità. Quella verità che Lucille non vuole confessare nemmeno a se stessa: sua madre se n’è andata di casa e non tornerà. Ora lei e Wrenny sono sole, sole con una montagna di bollette da pagare e una fila di impiccioni da tenere alla larga. Prima che qualcuno chiami i servizi sociali e le allontani l’una dall’altra. Ma è proprio quando la vita di Lucille sta cadendo in pezzi che l’amore assume un nuovo volto: quello di Digby. Digby che è il fratello di Eden, Digby che è fidanzato con un’altra e non potrà mai ricambiare i suoi sentimenti. O forse sì? L’unica cosa di cui Lucille è sicura è che non potrebbe esserci un momento peggiore per innamorarsi…

rosa-meccanica

Titolo: Rosa Meccanica
Once Upon a Steam #3
Autore: Giulia Anna Gallo
Editore: Dunwich Edizioni
Pagine: 78
Prezzo: €0,99 ebook

Continua a leggere

L’Angolo delle Recensioni: Odio l’amore, ma forse no (L. Ottelli)

image

Buongiorno miei dolci Lettori!
Sono incredibilmente sorpresa dalla puntualità con cui sto scrivendo tutti gli articoli che mi sono prefissata in questi giorni *Santa Filofax prega per noi!!!* I miei buoni propositi da brava scribacchina virtuale stanno andando davvero bene e mi auguro di mantenere sempre questo ritmo!
L’articolo di oggi, come avrete intuito dal titolo, è dedicato al mio personale giudizio su Odio l’amore, ma forse no, romanzo nato nel mondo self dalla penna di Lidia Ottelli, autrice e blogger bresciana (qui il suo sito Il Rumore dei Libri).
Avendo conosciuto Lidia attraverso questo spettacolare mondo social libresco, ho acquistato e letto il romanzo praticamente a scatola chiusa… ma ahimè fra me e la protagonista è nato un reciproco rapporto di profonda antipatia e il romanzo non mi ha convinto. A voi la mia recensione 😉

Odio l’amore, ma forse no


odio-lamore-ma-forse-no_7267_x600

Samantha è una donna singolare: autonoma, indipendente, detesta le storie serie. Incontri fugaci e “basta che sia bello”. Alessia, la sua amica, la rimprovera spesso per questo. Le cose prendono una strana piega quando Alessandro, il fratello di Alessia, ricompare dall’Inghilterra. Lui e Helen, la sua fidanzata inglese, si sono lasciati. All’improvviso, quasi come fosse ossessionato da Samantha, Alessandro comincia a farle una corte spietata. Lei resiste per un po’, poi cede. Ma non può dire nulla all’amica. Un tempo, da piccoli, le aveva promesso che non si sarebbe mai messa con suo fratello. Pena la fine della loro amicizia…

Titolo: Odio l’amore, ma forse no
Autore: Lidia Ottelli
Prezzo: €2,99 solo ebook
Pagine: 252
Pubblicazione: 18 dicembre 2015
Editore: Newton Compton Editori

la-mia-recensione

È mai capitato anche a voi di iniziare un libro sperando di rimanere totalmente rapiti dalla sua storia e travolti dalle emozioni in essa racchiuse?
Con Odio l’amore, ma forse no, romanzo d’esordio dell’autrice (nonché collega blogger) Lidia Ottelli, è andata più o meno in questo modo: qualche sera fa ho acceso l’ereader, ho aperto il file del romanzo, i miei occhi hanno cominciato a scorrere da sinistra a destra attraverso le prime battute della storia… e ahimè quelle poche frasi sono riuscite a tacitare una schiera di neuroni esultanti che non speravano altro che di amare questo romanzo.

Non so se sia la pillola o il fatto che più s’invecchia più si diventa perverse, ma io adoro il sesso senza complicazioni.
«Continua, ci sono quasi».
Niente male questo Enrico, oppure è Luca o Roberto… mmm, sono una frana con i nomi.
Questa testa nera che si muove tra le mie cosce l’ho incontrata in palestra. Tutto muscoli e poco cervello, l’ideale per una notte.
No problemi.
No fidanzato.
No famiglia.
No matrimonio.
Sì scopatina mordi e fuggi.
«Vengo! Sì!».

Non è sempre facile dover ammettere che un romanzo non piace, soprattutto quando ci sono grandi aspettative, tanto dai lettori quando dallo stesso autore. Sarebbe stato mille volte più semplice unirmi al folto gruppo di donzelle che ha sommerso il romanzo di ottime recensioni, ma essere ipocrita non è da me, lo sapete. Sono una pecorella nera.

Sia chiaro, non sto dicendo che il romanzo è brutto, nè tantomeno che non dobbiate leggerlo se la trama vi intriga. È ben scritto, scorrevole e ci sono scene davvero simpatiche, ma appartiene a una tipologia di storie che decisamente non rientrano nelle mie personali preferenze…

Sarò all’antica, una vecchia zitella inacidita che non concepisce i modi delle ragazze moderne, ma queste protagoniste tutto sesso e poco cuore non fanno per me. Proviamo ad essere sinceri: davvero riuscireste a chiacchierare con una donna che reputa il resto del mondo un vibratore che respira e usa qualunque esemplare di genere maschile letteralmente come “tappa buchi” a convenienza, senza prenderla a sberle ogni due secondi?!
Io no, che volete farci…  *più tardi andrò in chiesa a farmi dare tonaca e velo nero, promesso!* 😉

Lasciami sognare e se sto dormendo, non svegliarmi perché voglio camminare con te a fianco, voglio sentirmi per sempre così. Anche se non ho la voce, dentro di me sto urlando, urlando di gioia, perché grazie a te, non sono più fragile. Perché mi stai insegnando una cosa nuova. Ad amare.
Quando ci stacchiamo, i suoi occhi sono immersi nei miei, ancora più belli e brillanti di un attimo prima.
«Questo bacio vale più di mille parole».
Annuisco e sorrido. Spero di essere stata chiara!

Sì, è vero. Samantha, la protagonista, compie in qualche modo un percorso di evoluzione lungo la storia. Partiamo da un modernissimo modello “Scrooge dal cuore di pietra”, passando per una versione rivisitata della “triste Karenina abbandonata dal suo grande amore”, per poi arrivare all’ultimo aggiornamento del server: “Principessa sul pisello con principe azzurro e castello luccicante” *e non osate ridere, già vi vedo a sghignazzare sul verde ortaggio con cui sua altezza si diletta*

Io lo giuro, croce sul cuore. Avevo tutta la buona volontà di impazzire per Odio l’amore, ma forse no e non potete immaginare quanto mi dispiaccia non poterne parlare bene. La domanda che sorge spontanea è «Perchè mai ho letto questo romanzo, se fa parte di un genere che non mi appartiene? Puro masochismo o atto di fiducia?». È molto semplice, perché speravo di sbagliarmi e di ricredermi…
A volte capita, a volte no. Questa volta no, ma non smetterò mai di tentare 😉

Link d’acquisto su AMAZON

Il Rumore dei Libri | Pagina Facebook

firma

Top TBR Books or Series for 2016!

Buongiorno Lettori!
Il modo migliore per vivere questi primi momenti del 2016 è mantenere le promesse fatte, motivo per cui eccomi qui con l’atteso articolo sui romanzi (o serie) che voglio assolutamente leggere nel corso dei prossimi mesi.
Come ho scritto qualche giorno fa su instagram *se non mi seguite potete farlo cliccando qui* uno dei miei buoni propositi per quest’anno è di concludere almeno cinque serie che ho in lettura e di iniziarne altre cinque, giusto per mantenere l’equilibrio 😉 Quindi questa lista di letture presenta alcuni elementi in vista di questa idea, ma non si limita a questo ^_^
La cosa più importante che mi riprometto per questo 2016 è di leggere secondo i miei gusti, di non auto-costringermi (come ho fatto in passato) a prendere in mano romanzi che probabilmente non mi piaceranno per puro masochismo (ovviamente sarà fatta eccezione per Annuccia Todd e la sua “After-tragedia” che riprenderò a breve). Mi impegno con me stessa a leggere romanzi che mi ispirano cose belle: se poi non dovessero piacermi pazienza, ma almeno le buone intenzioni c’erano tutte! 😀

divider_zpsae4d5737

Partiamo con i tre romanzi che voglio leggere quest’anno più di tutti, senza se e senza ma:

51y0zuVmzJL 61cnHopvzVL 81hp7GiESPL

Tre generi molto diversi fra loro: dall’immancabile fantasy con Martin e il suo Il Trono di Spade (di cui sono una grande fan televisiva, ma ancora nulla nella sua forma originale d’inchiostro), ad un grande classico come Il Conte di Montecristo, romanzo che vorrei leggere da anni ma puntualmente rimando, per finire a una recentissima pubblicazione di Jeanette Winterson, Lo spazio del tempo, riscrittura del celebre Racconto d’inverno di Shakespeare. Usciranno altri titoli per questa collana e non me ne farò sfuggire neppure uno!

 51nQn-B8V3L 51KHS64G3kL

Immancabile l’aggiunta di nuove serie, soprattutto se si concluderanno a breve e potrò leggerle tutte d’un fiato! Parliamo della dualogia The Wrath and the Dawn di Renée Ahdieh, di cui uscirà a maggio il secondo volume. Si tratta di un interessante retelling de Le mille e una notte, famosa raccolta di favole orientali con protagonista la giovane Sherazad. A breve uscirà il primo volume anche qui in Italia per la Newton Compton (per prenotarlo cliccate qui) con il titolo La moglie del Califfo.

index index2 index3 index4

Stesso identico discorso per la saga The Lunar Chronicles, serie fantascientifica nata dalla penna di Marissa Meyer nel 2012 e dedicata ai retelling di alcune fra le più famose favole per bambini: Cenerentola (Cinder), Cappuccetto Rosso (Scarlet), Raperonzolo (Cress) e Biancaneve (Winter). Il bello è che non sono storie separate fra loro, ma come nella serie tv Once Upon a Time si intrecciano per dare vita ad un complesso percorso narrativo che mi intriga molto. Ahimè in Italia la serie è ferma al secondo volume, ma voi sapete che amo leggere in lingua inglese 😉

81CSpBGradL 51jO6rNC+-L 71hk54iVVOL 51HO-uFU-wL

Volendo fare la Lettrice seria ogni tanto *cosa che, devo dire, mi riesce anche abbastanza bene eheheh* mi piacerebbe riuscire a leggere alcuni romanzi che, oltre ai vari riconoscimenti vinti o alle eccezionali critiche ricevute, racchiudono rare perle fra le loro parole e io non vedo l’ora di scoprirle. La strada stretta verso il profondo Nord di Richard Flanagan, vincitore del Man Booker Prize nel 2014. Il miniaturista di Jessie Burton, romanzo che ha attirato la mia attenzione sin dalla sua pubblicazione in lingua originale. Dio D’illusioni, l’esordio della poi vincitrice di Premio Pulitzer Donna Tartt. E infine Un uomo della grandissima Oriana Fallaci, straordinaria donna, giornalista e scrittrice che ahimè devo ancora conoscere come merita.

divider_zpsae4d5737

Tirando le somme (a parte i primi tre romanzi, per cui non voglio sentire scuse) prendo questa lista con estrema tranquillità, senza impormi nulla di troppo serrato. E’ più un promemoria, titoli assolutamente interessanti che da mesi ormai mi chiamano a gran voce dalla libreria o dall’ereader ^_^ Voi che mi dite, avete scelto già qualche romanzo per i prossimi mesi? 🙂

firma

Read It First #3

RIFBuongiorno miei dolci Lettori!
Puntuale come sempre, torna la rubrica dedicata ai romanzi che a breve vedremo trasposti su pellicola nelle sale cinematografiche! Come sempre per noi librovori, è meglio assaporare una storia su carta prima di vederla sul grande schermo 🙂 Quindi non perdetevi assolutamente questo articolo, ci sono storie per tutti i gusti.
Ho evitato di segnalare film che usciranno nella seconda metà dell’anno, ma non preoccupatevi perchè arriverà un secondo articolo anche per quelli ^_^ Alla fine del post troverete anche un paio di  serie televisive (appena cominciate o che stanno per arrivare) che potrebbero interessarvi 😉

Orgoglio e Pregiudizio e Zombie

Tratto dall’omonimo romanzo di Seth Grahame-Smith

71Lok2CEoLL pride_and_prejudice_and_zombies_ver4_xlg

È cosa nota e universalmente riconosciuta che uno zombie in possesso di un cervello debba essere in cerca di altro cervello. Così inizia “Orgoglio e pregiudizio e zombie”, versione fedelmente aggiornata del celeberrimo (e amatissimo) capolavoro di Jane Austen, grazie a numerose scene “inedite” in cui, a farla da protagonisti, sono appunto gli zombie. Pubblicato da una piccola casa editrice americana, questo romanzo ha suscitato l’entusiasmo sia dei neofiti sia dei più fanatici ammiratori della Austen, scalando in breve tempo tutte le classifiche di vendita e imponendosi come il fenomeno editoriale dell’anno. E il motivo di un successo tanto clamoroso è semplice: al fascino di una storia d’amore senza tempo, si aggiunge il divertimento di una lotta senza esclusione di colpi contro l’orribile flagello che si è abbattuto sull’Inghilterra, arrivando fino al tranquillo villaggio di Meryton, dove l’indomita Elizabeth Bennet, insieme con le sue sorelle, è impegnata a contrastare orde di famelici morti viventi. Un ruolo che le calza a pennello, almeno finché non arriva il bello e scontroso Mr Darcy a distrarla…

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI5 febbraio 2016
ITALIANE – 4 febbraio 2016

Trailer:


Allegiant – Parte 1

Tratto dall’omonimo romanzo di Veronica Roth

91JoHkRd+TL images

La realtà che Tris ha sempre conosciuto ormai non esiste più, cancellata nel modo più violento possibile dalla terrificante scoperta che il “sistema per fazioni” era solo il frutto di un esperimento. Circondata solo da orrore e tradimento, la ragazza non si lascia sfuggire l’opportunità di esplorare il mondo esterno, desiderosa di lasciarsi indietro i ricordi dolorosi e di cominciare una nuova vita insieme a Tobias. Ma ciò che trova è ancora più inquietante di quello che ha lasciato. Verità ancora più esplosive marchieranno per sempre le persone che ama, e ancora una volta Tris dovrà affrontare la complessità della natura umana e scegliere tra l’amore e il sacrificio

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI – 18 marzo 2016
ITALIANE – 9 marzo 2016

Trailer:


The Choice

Tratto dal romanzo “La scelta” di Nicholas Sparks

71MFDfUO+tL images2

Travis è un giovane, affascinante veterinario, convinto di non essere destinato alle relazioni a lungo termine. Gabby è una deliziosa pediatra, con tutte le carte in regola per spingerlo a cambiare idea, ma – purtroppo – anche un fidanzato. Dopo un primo, burrascoso incontro, pian piano i due si avvicinano al punto da capire di non poter fare a meno l’uno dell’altra… Un giorno, però, accade l’irreparabile e la vita di lui subisce una drammatica svolta. Straziato dal dolore e dilaniato dai dubbi, l’uomo continua a porsi lo stesso, angosciante interrogativo: fino a che punto si può arrivare per amore?

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI – 5 febbraio 2016
ITALIANE – //

Trailer:
(se non vi piacciono gli spoiler non guardatelo)


 Io prima di Te

Tratto dall’omonimo romanzo di Jojo Moyes

7148xW7hGVL emilia-clarke-me-before-you-12

A ventisei anni, Louisa Clark sa tante cose. Sa esattamente quanti passi ci sono tra la fermata dell’autobus e casa sua. Sa che le piace fare la cameriera in un locale senza troppe pretese nella piccola località turistica dove è nata e da cui non si è mai mossa, e probabilmente, nel profondo del suo cuore, sa anche di non essere davvero innamorata di Patrick, il ragazzo con cui è fidanzata da quasi sette anni. Quello che invece ignora è che sta per perdere il lavoro e che, per la prima volta, tutte le sue certezze saranno messe in discussione. A trentacinque anni, Will Traynor sa che il terribile incidente di cui è rimasto vittima gli ha tolto la voglia di vivere. Sa che niente può più essere come prima, e sa esattamente come porre fine a questa sofferenza. Quello che invece ignora è che Lou sta per irrompere prepotentemente nella sua vita portando con sé un’esplosione di giovinezza, stravaganza e abiti variopinti. E nessuno dei due sa che sta per cambiare l’altro per sempre. “Io prima di te” è la storia di un incontro. L’incontro fra una ragazza che ha scelto di vivere in un mondo piccolo, sicuro, senza sorprese e senza rischi, e un uomo che ha conosciuto il successo, la ricchezza e la felicità, e all’improvviso li ha visti dissolversi, ritrovandosi inchiodato su una sedia a rotelle. Due persone profondamente diverse, che imparano a conoscersi senza però rinunciare a se stesse, insegnando l’una all’altra a mettersi in gioco

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI – 4 marzo 2016
ITALIANE – //


La quinta onda

Tratto dall’omonimo romanzo di Rick Yancey

LA QUINTA ONDA la-quinta-onda-v4-28994-340

Di notte, Cassie non può più guardare il cielo stellato con gli stessi occhi di prima; ora sa che loro arrivano da lì, da quegli astri luminosi e distanti, e arrivano per distruggere il suo mondo. Cassie è tra gli ultimi superstiti, sola, in fuga da loro, esseri mandati sulla Terra per sterminare la specie umana: l’unica speranza che le resta è ritrovare Sammy, il fratellino che le è stato strappato dalle braccia. Quando il misterioso Evan Walker si offre di aiutarla, Cassie capisce che deve prendere una decisione: fidarsi o rinunciare alla sua missione, arrendersi o continuare a lottare. In un’avventura che mescola la suspence de La guerra dei mondi e l’azione di Io sono leggenda , Rick Yancey narra l’avvincente lotta di una giovane donna determinata e temeraria.

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI – 15 gennaio 2016
ITALIANE4 febbraio 2016

Trailer:


Alice attraverso lo specchio

Tratto dall’omonimo romanzo di Lewis Carroll

813cmSdBOKL articolo2

A oltre un secolo dalla sua pubblicazione, Alice, come romanzo e come personaggio, conserva ancora intatta tutta la sua freschezza, incantando non solo i più giovani ma anche gli adulti, che nel suo mondo meraviglioso scoprono un altro sé, pronto a sfidare ardui giochi linguistici, entusiasmanti trucchi psicologici, situazioni impossibili che mettono in discussione la realtà e svelano l’irresistibile fascino dell’assurdo. In un romanzo in cui la sospensione dell’incredulità è d’obbligo, il gusto del gioco non può essere dimenticato e va riscoperto con occhi che sappiano guardare al di là del consueto. Perché qui è l’essenza della vita, e forse tra i sogni segreti di tanti c’è proprio la tana di un coniglio bianco in cui perdersi, uno specchio al di là del quale riscoprire la bellezza della vita reale.

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI – 27 maggio 2016
ITALIANE – 25 maggio 2016

Trailer:

divider_zpsae4d5737

Trovato qualche titolo interessante? Io praticamente non so da cosa partire, dato che ne ho letti solo due!!!
Prima di salutarci, come promesso, ci tengo a citarvi alcune serie tv che stanno partendo in questo periodo, ovviamente tutte trasposizioni di famosi romanzi *-*

tumblr_static_tumblr_static__640 b655d782-b66e-40b4-84ec-a0d7a92ee163
maxresdefault
The-Magicians-e1431923572500

Abbiamo The Shannara Chronicles, serie che partirà il 15 gennaio su MTV, ispirata alla celebre saga fantasy Il Ciclo di Shannara di Terry Brooks.
Sul canale americano Freeform (ex ABC Family)  inizierà  il 12 gennaio Shadowhunters, nuovo adattamento della serie urban fantasy The Mortal Instruments, nata dalla penna di Cassandra Clare.
Il 15 febbraio arriverà sul sito canadese Hulu la mini serie 11.22.63 tratta dall’omonimo romanzo di Stephen King, con James Franco nei panni del protagonista Jake Epping e J.J. Abrams come produttore esecutivo… tutto promette molto molto bene!
Sul canale Showcase, anche qui solo in lingua inglese per ora, arriva il 25 gennaio The Magicians, una serie tv di 13 puntate ispirata al romanzo Il Mago di Lev Grossman.

firma

Best Books of 2015!!!

Buongiorno Lettori e BUON 2016!!!
E’ una bella sensazione ritornare a battere le dita sulla tastiera 🙂 come potevo non riprendere le regolari attività del blog adesso che un nuovo anno è iniziato?? Spero con tutto il cuore che i giorni a venire possano riempire me e voi, miei affezionati lettori, di serenità, amore e… sì, anche di qualche bella soddisfazione (che non guasta mai) 😀

Non sono riuscita ad immaginare un articolo più ad hoc di questo per cominciare: i libri più belli da me letti nel corso del 2015!!! Vi avviso, non è stato affatto facile stilare questa lista, soprattutto perchè (almeno a livello libroso) è stato un anno di grande qualità e scegliere il meglio del meglio è sempre complesso… nel corso del 2015 ho letto ben 52 libri, un numero contenuto rispetto ad altri lettori, ma assolutamente grande per me: non ero mai arrivata a 50 prima d’ora e posso ritenermi soddisfatta al 100%! Ma ora basta chiacchiere e passiamo ai libri ^_^

Miglior Romanzo Storico
Storia di una ladra di libri

zusakStoria di una ladra 2013

Il giorno del suo diciannovesimo compleanno, la principessa Kelsea Raleigh Glynn, cresciuta in esilio, intraprende un pericoloso viaggio verso il castello in cui è nata, per riprendersi il trono che le spetta di diritto. Determinata e coraggiosa, Kelsea adora leggere e non somiglia affatto a sua madre, la fatua e frivola regina Elyssa. Protetta dal gioiello del Tearling uno zaffiro blu dagli straordinari poteri magici – e difesa dalla Guardia della Regina – un gruppo scelto di cavalieri guidato dall’enigmatico e fedele Lazarus – Kelsea ha bisogno di tutto l’aiuto possibile per sopravvivere alle cospirazioni dei nemici, che proveranno a impedire la sua incoronazione con agguati, tradimenti e incantesimi di sangue. Una volta diventata regina, e nonostante il nobile lignaggio, Kelsea si dimostra troppo giovane per un popolo e un regno dei quali sa ben poco, oltre che per gli orrori inimmaginabili che infestano la capitale. Kelsea deve scoprire di quale tra i suoi servitori fidarsi, perché rabbia e desiderio di vendetta si annidano fra i nobili di corte e perfino fra le sue stesse guardie del corpo. La sua missione per salvare il regno e compiere il suo destino è appena cominciata: Kelsea sarà chiamata ad affrontare un viaggio alla scoperta di se stessa e una prova del fuoco che la farà diventare una leggenda… se solo riuscirà a sopravvivere!

Voto: ★★★★★

Recensione: clicca qui


Miglior Romanzo Distopico
The Queen of the Tearling

Il giorno del suo diciannovesimo compleanno, la principessa Kelsea Raleigh Glynn, cresciuta in esilio, intraprende un pericoloso viaggio verso il castello in cui è nata, per riprendersi il trono che le spetta di diritto. Determinata e coraggiosa, Kelsea adora leggere e non somiglia affatto a sua madre, la fatua e frivola regina Elyssa. Protetta dal gioiello del Tearling uno zaffiro blu dagli straordinari poteri magici – e difesa dalla Guardia della Regina – un gruppo scelto di cavalieri guidato dall’enigmatico e fedele Lazarus – Kelsea ha bisogno di tutto l’aiuto possibile per sopravvivere alle cospirazioni dei nemici, che proveranno a impedire la sua incoronazione con agguati, tradimenti e incantesimi di sangue. Una volta diventata regina, e nonostante il nobile lignaggio, Kelsea si dimostra troppo giovane per un popolo e un regno dei quali sa ben poco, oltre che per gli orrori inimmaginabili che infestano la capitale. Kelsea deve scoprire di quale tra i suoi servitori fidarsi, perché rabbia e desiderio di vendetta si annidano fra i nobili di corte e perfino fra le sue stesse guardie del corpo. La sua missione per salvare il regno e compiere il suo destino è appena cominciata: Kelsea sarà chiamata ad affrontare un viaggio alla scoperta di se stessa e una prova del fuoco che la farà diventare una leggenda… se solo riuscirà a sopravvivere!

Voto: ★★★★★

Recensione: *coming soon*


Miglior Romanzo YA
L’ultima volta che ti ho detto addio

L-ultima-volta-che-ti-ho-detto-addio_hm_cover_big

Lexie Rigs è un genio della matematica. Tutto per lei è rigorosamente razionale, così quando inizia a percepire in casa segni della presenza del fratello, da poco scomparso, non riesce a confidarsi con nessuno. Di certo non lo può dire a sua madre, già convinta che Tyler sia ancora con loro. Non può raccontarlo alle amiche nerd come lei, perché la prenderebbero per pazza. Non può lasciarselo scappare nemmeno con il suo psicanalista: non vuole certo finire imbottita di farmaci. Alla fine, lo confida alla vecchia amica e vicina di casa, Sadie, che non si scompone di fronte a quell’assurdità, e anzi la aiuta a capire che cosa potrebbe volere Tyler da lei, se davvero si trattasse di lui. Inizia così per Lexie una sorta di viaggio nelle ultime ore del fratello, e ogni tassello del mistero che circonda la sua morte trova il suo posto. Così Lexie capisce che un fantasma non deve per forza essere reale per impedirti di andare avanti.
E ora è il momento di farlo..

Voto: ★★★★★

Recensione: clicca qui


Miglior Romanzo Romance
L’incastro (im)perfetto

l-incastro-imperfetto

Quando Tate Collins incontra il pilota di linea Miles Archer, sa fin da subito che non potrà trattarsi di amore. A dire il vero, i due non potrebbero nemmeno considerarsi amici, se non fosse che condividono un’innegabile e travolgente attrazione reciproca. Quando scoprono le carte, pensano di aver trovato l’incastro perfetto: lui non cerca l’amore e lei non ha tempo per trovarlo. Cosa c’è di più semplice? L’importante è che Tate si attenga alle uniche due regole che Miles ha imposto: non chiedere mai del passato e non aspettarsi niente dal futuro. Sembra facile, ma non lo è, perché il loro legame si fa sempre più stretto e rispettare i patti per Tate diventa sempre più arduo, fino ad apparirle impossibile. Quella che doveva essere solo una storia di passione travolgente rischia così di trasformarsi in un qualcosa di veramente spiacevole, l’ultima cosa di cui Tate avrebbe bisogno: un amore travagliato e fallimentare.

Voto: ★★★★

Recensione: *coming soon*


Miglior Romanzo LGBT
Aristotele e Dante scoprono i segreti dell’universo

aristotele-e-dante-LPSDL

Di solito i romanzi parlano di protagonisti “normali” che vivono avventure straordinarie. Questo è un romanzo al contrario, che ci rivela quanto è normale la vita di due ragazzi “speciali”: Aristotele e Dante. Dall’estate del 1987, nella città di El Paso, in Texas, seguiremo la più sensazionale delle scoperte umane: la crescita. Dal microcosmo della famiglia – con le sue regole, i suoi silenzi e le sue rigidità – al ring della scuola, fino allo sconfinato orizzonte della “vita di fuori”, quella che attende tutti tra aspettative e paure. Aristotele e Dante scopriranno i segreti dell’universo dentro se stessi, e finalmente accetteranno di amarsi.

Voto: ★★★★★

Recensione: clicca qui


Miglior Retelling
Alice fom Wonderland

alicefromwonderlandkindle

Cosa accadrebbe se Alice varcasse la dimensione di Wonderland?
Quanto labile diverrebbe il confine tra lucidità e follia?
Una strega, un sortilegio e un libro sono il principio di tutto. Alice non è più la bambina sprovveduta che vagheggiava tra labirinti di carte. È una giovane innamorata, alla ricerca della propria identità. Per trovarla viaggerà nel tempo e oltre il tangibile.
Scrittori, scienziati, circensi e matti sono i suoi compagni in uno straordinario viaggio verso una meta impossibile.
Sottomondo non è mai stato così sopra.
Che la magia abbia inizio, la tana del coniglio vi aspetta.

Voto: ★★★★★

Recensione: clicca qui


Miglior Romanzo Gotico
R.I.P. De Profundis

RIP-DE-PROFUNDIS-HD

Il patto tra il primo Venator e le tre Veggenti, stipulato in gran segreto, è più saldo che mai, e i cimiteri maledetti devono essere sigillati per sempre. Il Venator Borislav Todorov non può permettersi di perdere questa battaglia o la guerra, contro chi manovra la razza umana dall’inizio dei tempi, sarà persa. Egli dovrà affrontare i propri demoni, quelli che gli azzannano l’anima con brutalità senza dargli pace. La soglia dell’Inferno rimarrà aperta per permettere al valoroso Bor di oltrepassarla, al di là di essa, egli dovrà combattere il più arduo scontro della propria esistenza. In questo conflitto contro il tempo, il Venator coinvolgerà vecchi alleati, ma anche chi non conosce nulla dell’oscurità che avanza. Le Veggenti tenteranno di serbare ancora il segreto che le lega a lui, ma i membri dell’Avatara sono ormai vicini alla verità: il tempo della Rivelazione è alle porte. Bor è pronto a rischiare tutto per raggiungere lo scopo finale, ma ora il suo unico obiettivo è la giovane Asia, la Custode del cimitero del Wawel. L’Inferno lo attende e lui non desidera altro che bruciare. “L’immortalità induce a odiare la vita.” Secondo volume di “The R.I.P. trilogy”.

Voto: ★★★★★

Recensione: *coming soon*


Miglior Sequel
Impianto

51M-U7NVBOL._SX355_BO1,204,203,200_

Dopo essere stata strappata ad una vita che credeva sua, Kendall si è ritrovata immersa in un mondo completamente diverso da come le era apparso sino a quel momento. E proprio mentre era sul punto di scoprire l’origine del legame fra lei e Trevor, il leader degli Orfani, un susseguirsi di avvenimenti imprevedibili l’hanno costretta a separarsi da lui.
Kendall è ora nelle mani di Axel, che più di chiunque altro desidera riesumare i suoi ricordi perduti in modo tale da poter entrare in possesso dell’informazione che brama disperatamente.

Ma come la convincerà a collaborare?
Che effetto avrà l’innesto della Radice su di lei?
I giorni che trascorrerà nella sede del Mind comprometteranno l’opinione che si era fatta degli Orfani?
Oppure farà di tutto per trovare il modo di tornare al Mausoleo da Trevor?

Voto: ★★★★★

Recensione: clicca qui


Miglior Serie Completa
La Trilogia di “Hunger Games”

5560009_283670

Quando Katniss urla “Mi offro volontaria, mi offro volontaria come tributo!” sa di aver appena firmato la sua condanna a morte. È il giorno dell’estrazione dei partecipanti agli Hunger Games, un reality show organizzato ogni anno da Capitol City con una sola regola: uccidi o muori. Ognuno dei Distretti deve sorteggiare un ragazzo e una ragazza tra i 12 e i 18 anni che verrà gettato nell’Arena a combattere fino alla morte. Ne sopravvive uno solo, il più bravo, il più forte, ma anche quello che si conquista il pubblico, gli sponsor, l’audience. Katniss appartiene al Distretto 12, quello dei minatori, quello che gli Hunger Games li ha vinti solo due volte in 73 edizioni, e sa di aver poche possibilità di farcela. Ma si è offerta al posto di sua sorella minore e farà di tutto per tornare da lei. Da quando è nata ha lottato per vivere e lo farà anche questa volta. Nella sua squadra c’è anche Peeta, un ragazzo gentile che però non ha la stoffa per farcela. Lui è determinato a mantenere integri i propri sentimenti e dichiara davanti alle telecamere di essere innamorato di Katniss. Ma negli Hunger Games non esistono gli amici, non esistono gli affetti, non c’è spazio per l’amore. Bisogna saper scegliere e, soprattutto, per vincere bisogna saper perdere, rinunciare a tutto ciò che ti rende Uomo.

Voto: ★★★★★

Recensione: *coming soon*


Miglior Serie Iniziata
(ma non completata)
La Saga “The Mortal Instrument”

15719795

La sera in cui la quindicenne Clary e il suo migliore amico Simon decidono di andare al Pandemonium, il locale più trasgressivo di New York, sanno che passeranno una nottata particolare ma certo non fino a questo punto. I due assistono a un efferato assassinio a opera di un gruppo di ragazzi completamente tatuati e armati fino ai denti. Quella sera Clary, senza saperlo, ha visto per la prima volta gli Shadowhunters, guerrieri, invisibili ai più, che combattono per liberare la Terra dai demoni. In meno di ventiquattro ore da quell’incontro la sua vita cambia radicalmente. Sua madre scompare nel nulla, lei viene attaccata da un demone e il suo destino sembra fatalmente intrecciato a quello dei giovani guerrieri. Per Clary inizia un’affannosa ricerca, un’avventura dalle tinte dark che la costringerà a mettere in discussione la sua grande amicizia con Simon, ma che le farà conoscere l’amore.

Voto: ★★★★★

Recensione: *coming soon*


Miglior Graphic Novel
Nimona

nimona-by-noelle-stevenson

La graphic novel d’esordio graphic dell’astro nascente Noelle Stevenson, è basato sulla sua web comic, amata e acclamata dalla critica, a cui la rivista statunitense Slate ha assegnato il premio Cartoonist Studio.
Nemesi! Draghi! Scienza! Simbolismo! Tutto questo e molto altro ancora vi aspettano in questo brillante, sovversivo, epico e irriverente fumetto di Noelle Stevenson. Caratterizzato da un epilogo esclusivo mai visto nel fumetto web, questa splendida graphic novel in full-color è perfetta per i fan del fumetto web e ne assicura una schiera di nuovi.
Nimona è un giovane mutaforma impulsiva e con uno spiccato talento per scelleratezza. Lord Ballister Blackheart è un cattivo con un piano di vendetta in mente. Come spalla e supercattivo, Nimona e Lord Blackheart stanno per causare dei gravi disastri. La loro missione: dimostrare al regno che Sir Ambrosius Goldenloin ei suoi amici presso l’istituto del “Law Enforcement e Heroics” non sono gli eroi che tutti pensano.
Ma, come piccoli atti di malizia iniziano a degenerare in una battaglia feroce, Lord Blackheart si rende conto che i poteri di Nimona sono oscuri e misteriosi come il suo passato. E il suo lato selvaggio e imprevedibile potrebbe essere più pericoloso di quanto sia disposto ad ammettere.

Voto: ★★★★★

Recensione: *coming soon*


Miglior Romanzo di un Autore letto per la prima volta quest’anno
Ragazze che scompaiono

Safarà_Ragazze_che_Scompaiono_Oliver_bassa

Dara e Nick erano inseparabili prima che un terribile incidente lasciasse il bellissimo viso di Dara sfigurato, allontanando irrimediabilmente le due sorelle. Quando Dara scompare il giorno del suo compleanno, Nick pensa che la sorella si stia prendendo gioco di tutti per vendicarsi di un destino insostenibile e crudele. Ma quando anche un’altra bambina di soli nove anni, Madeline Snow, svanisce nel nulla, Nick si convince sempre di più che le due sparizioni siano collegate; e quanto più Nick scopre della sua enigmatica sorella e della doppia vita che conduceva prima dell’incidente, meno è sicura di voler conoscere la verità. Tuttavia oramai la posta in gioco si fa sempre più alta, mentre gli eventi la spingono verso un passato perduto e un futuro impossibile, animati dalla volontà di svelare il legame apparentemente insondabile tra le due ragazze che scompaiono. In questo romanzo acuto e coinvolgente Lauren Oliver crea un mondo di intrighi, perdite e sospetti mentre due sorelle cercano di trovare il doppio filo che lega indissolubilmente le loro stesse vite.

Voto: ★★★★★

Recensione: clicca qui


Miglior Romanzo d’Esordio
Ti scriverò prima del confine

barbera_definitivo

M***o è stato ricoverato in una prestigiosa clinica privata dopo il Fatto che lo ha trasformato in un eroe nazionale e, suo malgrado, si ritrova al centro di un folle circo mediatico.
Tutti vorrebbero parlare con lui tranne Giulia, una ragazza ricoverata nella stanza 27, che non parla ma ama ascoltare. La ragazza, affamata di storie, gli propone un patto: M***o le racconterà la sua vita, senza pronunciare nomi e senza fare domande su di lei, mentre Giulia lo ascolterà e gli scriverà delle lettere.
Tra incontri rubati e storie da raccontarsi, M***o ricostruisce gli eventi che lo hanno condotto fino al Fatto e si lega a Giulia così profondamente che, quando le cose si mettono male, anche un eroe come lui deve rimettere tutto in discussione.
Diego Barbera prende la domanda “Hai mai avuto paura?” e la stravolge, attraverso lo sguardo di un ragazzo come tanti che forse, di paura, non ne ha mai avuta. Tra racconto di formazione e storia d’amore, Ti scriverò prima del confine è un libro che prende alla gola e che racconta, con il passo dell’incoscienza, un nuovo modo di guardare il mondo.

Voto: ★★★★★

Recensione: clicca qui


Miglior Romanzo Breve
Siara – Il sentiero d’oro

11224070_784487435004826_380040404114696446_n

Jerusalem, 3055 L’Apocalisse è venuta dall’alto, sotto la spregevole forma di bombe atomiche, capaci di distruggere quanto l’uomo, fino a quel tempo, aveva creato di buono e giusto. Siara ricordava soltanto una millesima parte dell’accaduto, adesso conosceva il freddo delle celle, il sangue nelle arene, la corruzione e l’immoralità di Melanize e lui, suo nemico senza volto. L’evasione è l’unica possibilità di salvezza, il ritorno a casa un’incertezza e la fiducia nel futuro manca. Nel deserto fino alle porte di Isra, cercherà la verità, incontrerà l’amore, l’avventura, la speranza, incosciente di quanto lei sia la salvezza di un intero popolo. Per ritrovare la sua vera natura dovrà perdere una parte di se stessa. Ma d’altronde, non desidera davvero la libertà?

Voto: ★★★★★

Recensione: clicca qui


Fatemi sapere nei commenti quali sono i vostri “best books” o, se per caso avete letto anche voi questi romanzi, cosa ne pensate in proposito! Iniziamo il 2016 in compagnia 🙂

firma