W…W…W… Wednesdays #6

Buonasera Lettori!
Oggi non so davvero dove sto trovando la forza per tenere gli occhi aperti, figuriamoci per scrivere… Ma sapete quanto sia importante per me questo piccolo angolo virtuale, quindi eccoci qui! Vi capita mai di andare a dormire talmente stanchi da non riuscire a prendere sonno, e poi restare ore a guardare il soffitto con gli occhi spalancati, neanche fosse pieno giorno?? 😱 Ecco, oggi avete il permesso di immaginare la vostra Lettrice come un simpatico zombie ambulante 😂😁

Ma ora parliamo di cose belle!!! Torna, dopo una breve assenza, la rubrica del mercoledì dedicata alle letture della settimana 😍 mi raccomando, fatemi sapere quale romanzo sta accompagnando le vostre giornate! Vi lascio come sempre le domande di rito:

∗ What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

∗ What did you recently finish reading? (Qual è il libro che hai appena finito?)

∗ What do you think you’ll read next? (Quale sarà la tua prossima lettura?)

Cosa stai leggendo?

FB_IMG_1461776970352

Ho appena “assaggiato” i primi capitoli del romanzo Il sange dei Baroni e sono già follemente innamorata ❤ è da parecchio tempo che non sguazzo in acque mistery o thriller, tantomeno noir e credo non sarei mai riuscita a trovare un romanzo migliore per riaprire questa porta, chiusa da troppo tempo *ahi ahi ahi* Nelle ultime settimane ho ricevuto parecchi titoli di questo genere e non vedo l’ora di divorarli uno dopo l’altro. Al momento sono davvero curiosa di scoprire dove la penna di Matteo Strukul mi porterà 😃

Qual è il libro che hai appena finito?

FB_IMG_1459950422553

Aprile è iniziato con momentaneo e grazie al cielo brevissimo blocco del lettore, definibile ancora meglio come quel destabilizzante momento in cui finisci una serie (nel mio caso The Mortal Instrument) e il tuo cervello entra nel panico. Per questo motivo avevo preferito mettere un attimo da parte il romanzo in lettura in quel momento, alias La chimera di Praga, primo capitolo della trilogia Daughter of Smoke and Bone di Laini Taylor, perfettamente conscia dell’immenso potenziale della storia. Nell’ultimo paio di giorni sono finalmente tornata fra le sue pagine impregnate di magia e non mi viene altra parola in mente per definirlo se non MERAVIGLIOSO!!! Non vedo l’ora di proseguire con i prossimi due volumi! ❤

Quale sarà la tua prossima lettura?

Questa sì che è una bella domanda. Avendo appena iniziato un romanzo, non so davvero cosa leggerò dopo. È molto probabile che la scelta ricadarà su uno dei seguenti titoli, quale in particolare non so davvero dirlo 😉

71OI8MyqPFL Lost_Stars suyin IMG_20160427_202747

firma

Shakespeare, 400 anni di poesia e mistero!

Il 23 aprile 1616 si spagneva una delle stelle più luminose del panorama letterario mondiale di tutti i tempi, William Shakespeare!
Sono trascorsi ben quattrocento anni da quel momento, eppure quattro secoli non sono stati sufficienti per dare risposta ai numerosi interrogativi che avvolgono questa figura. Chi era davvero Shakespeare? Era realmente inglese o addirittura italiano? Beh, in realtà non importa! Il vero mistero risiede nelle sue opere: esse hanno l’inspiegabile potere di incantare il lettore ad ogni incontro come se fosse la prima volta ❤

Shakespeare

Per festeggiare insieme la Giornata Mondiale del Libro e ricordare questo gigante della Letteratura, vi lascio il mio personale viaggio all’interno del suo vasto mondo, letterario e non.

Ama, ama follemente, ama più che puoi e se ti dicono che è peccato ama il tuo peccato e sarai innocente.
(Romeo e Giulietta)

Ho studiato Shakespeare a scuola molte volte, ma credo di non aver mai apprezzato tanto i suoi lavori se non quando mi sono ricavata del tempo tutto mio per gustarli pagina dopo pagina. Certo, i professori e le loro nozioni aiutano a comprendere tante cose, ma questo non altera il fatto che la magnificenza e la bellezza di queste opere siano ugualmente forti e coivolgenti da arrivare al cuore di lettori e spettatori, anche se nessuno ti insegna date o lezioncine senz’anima a pappardella.
Se masticate un po’ di inglese vi invito a leggere qualcosina in lingua originale, dove la poesia della penna di Shakespeare si sprigiona!

L’amore guarda non con gli occhi ma con l’anima.
(Sogno di una notte di mezza estate)

È difficile individuare i preferiti in una produzione così ampia e variegata, ma è naturale che i nostri gusti personali ci guidino più verso determinati titoli rispetto ad altri. 61cnHopvzVLHo da poco scoperto un grande amore verso la tragicommedia Racconto d’Inverno, conosciuta più a fondo grazie all’acquisto del romanzo Lo spazio del tempo di Jeanette Winterson. Questa famosa autrice, in collaborazione con la casa editrice inglese  Penguin, ha dato il via ad una collana di retelling ispirati a Shakespeare, in cui saranno presenti nomi del calibro di Margareth Atwood, Anne Tyler, Gillian Flynn e Jo Nesbo. Non vedo l’ora di leggerlo e farvi sapere cosa ne penso 😉

Io considero il mondo per quello che è: un palcoscenico dove ognuno deve recitare la sua parte
(Il mercante di Venezia)

Mi sento legata in maniera particolare a due opere teatrali: la straziante tragedia Romeo e Giulietta e l’immortale commedia Sogno di una notte di mezza estate. Questi due capolavori mi accompagnano da molto tempo e hanno accarezzato la mia vita in varie forme, da quella scritta a quella teatrale, passando per musiche e tempi che è difficile riassumere in poche righe. Anni fa ho anche messo in scena con un gruppo di talentuosi bambini un musical ispirato alla storia di Puck, Titania e Oberon. Un’esperienza magnifica! 😍

La gloria è simile a un cerchio nell’acqua che va sempre allargandosi, sin quando per il suo stesso ingrandirsi si risolve nel nulla
(Enrico VI)

Vi consiglio con tutta me stessa di dedicare un po’ del vostro tempo alla scoperta di uno qualsiasi dei capolavori che Shakespeare ci ha donato! Che sia poesia o teatro, la magia è insita nella penna di questo autore e vale ogni secondi che gli viene dedicato ❤

divider_zpsae4d5737

Se infine volete trascorrere una bella serata all’insegna del cinema Shakespeariano, ecco i miei “imperdibili” 😁❤

Romeo e GiuliettaSono moltissime le trasposizioni cinematografiche tratte dalle opere di questo autore. Romeo e Giulietta è il più “gettonato”, se così vogliamo dire… Ogni due per tre esce una nuova rivisitazione della tragedia d’amore più famosa al mondo, ma a parer mio nessuna supererà mai la bellezza della pellicola di Zeffirelli.Sogno_di_una_notte
Un altro adattamento che amo molto è, ovviamente, Sogno di una notte di mezza estate, film uscito al cinema nel ’99 e diretto da Michael Hoffman: il cast è assolutamente eccezionale, impossibile non amare questa pellicola. Riconoscerete una scena della commedia appena citata nel celebre film L’attimo fuggente, con Robin Williams  e Robert Sean Leonard, che in particolare vede il suo personaggio Neil interpretare il folletto Puck nell’ultima scena dell’opera.
macbeth-posterUltimo arrivato al cinema è il Macbeth, interpretato da Michael Fassbender e Marion Cotillard e diretto da Justin Kurzel. Ahimè di questo film ho viste solo alcune scene, ma quel poco mi è bastato per inserire senza dubbio questa pellicola fra i must have!
shakespeare-in-love-posterSe siete degli inguaribili romantici, è obbligatoria la visione di Shakespeare in Love, film dedicato al drammaturgo in persona e alla sua immaginaria storia d’amore con una nobildonna di nome Viola.
E se in casa avete dei piccini, perchè non optare per un classico della Disney chiaramente ispirato ad un’opera di Shakespeare? locandinaParlo ovviamente del Re Leone, la cui trama è fortemente basata sull’Amleto: il Re di Danimarca (ora Mufasa) viene ucciso da suo fratello Claudio (Scar) perchè invidioso del suo potere. Dopo una lunga lontananza dal regno, il principe erede Amleto (Simba) torna a riprendere ciò che gli spetta, in compagnia dei suoi fedeli compagni, Rosencrantz and Guildenstern (gli adorabili Timon e Pumba). Meglio di così? 😀

divider_zpsae4d5737

Spero che questa carrellata cine-librosa vi sia piaciuta e vi abbia stuzzicato un po’ 🙂 Vi auguro un magnifico fine settimana!

firma

ANTEPRIMA: Novità Les Flaneurs Edizioni

Buongiorno Lettori!
Era da un po’ che non scrivevo una ricca segnalazione su recenti o imminenti pubblicazioni, ma siamo qui per porvi subito rimedio! L’anteprima di oggi è dedicata ad una giovane casa editrice che mi piace molto, non solo perchè gestita con grande serietà da persone che ho avuto il piacere di conoscere personalmente, ma soprattutto perchè i loro titoli sono originali e interessanti 😉 Parliamo di Les Flaneurs Edizioni e queste sono le loro pubblicazioni per la primavera 2016 ❤ Buona lettura!

sito

Titolo: Infelici e scontenti
Autore: Alice Chimera
Pagine: 216
Prezzo: € 14,00 cartaceo

Alice però era troppo simile a una falena che insegue la luce: ormai non poteva più fermarsi. Quanto avrei voluto che la malattia mi avesse lasciato la forza di fermarla, di impedirle di bruciarsi e di divenire cenere.

Nell’immaginario collettivo le fiabe possono finire solo con il classico “… e vissero felici e contenti”. Eppure, chi non si è mai chiesto cosa è successo dopo? Che cosa accadde a Belle dopo la rottura dell’incantesimo? Jasmine, che ha sempre sognato di scappare da palazzo, è felice della sua vita? I racconti si aprono sul finale disneyano che conosciamo tutti e proseguono con la narrazione di fatti tenuti nascosti: l’eroina diviene fautrice della propria infelicità.
Cenerentola si ritrova sposata con un principe che la considera un giocattolo sessuale, Ariel scopre che non è diventata davvero umana e che le manca la possibilità di procreare, Alice, che avrebbe voluto crescere e diventare donna, si ritrova a rimpiangere il Paese delle Meraviglie e la spensieratezza dell’infanzia… Agli occhi delle protagoniste, una scelta: assecondare la sfortuna e stringere i denti oppure sfidarla e soccombere.

12802918_10207585438128349_3589050781855165144_n

Titolo: L’ultimo tango
Autore: Michele Scaranello
Pagine: 88
Prezzo: € 10,00 cartaceo

La mia vita ha imboccato un’altra brusca virata. Procedo verso un binario morto senza poter frenare. Un capolinea inatteso e improvviso mi attende. In questo tragitto c’è il buio a ingoiarmi, a oscurare ogni attesa, ogni speranza. Non ho scelta. E nemmeno paura…

Andrea è un uomo affermato sia nel lavoro che nella vita. Apparentemente non c’è nulla che non vada, eppure negli ultimi anni la sua esistenza è stata colpita in modo indelebile. Il cancro, feroce, gli ha stroncato il futuro e Andrea sa già di non avere più molto tempo da vivere. Nella malattia, nascosta ai suoi cari, tutte le emozioni diventano più acute: il dolore indelebile per la morte della figlia Nicole, il rimpianto per un sogno non realizzato, quello del tango, e la dolcezza di Nina, un’infermiera che si occupa di lui. Michele Scaranello dipinge un affresco in cui la vita e la morte s’incontrano e si scontrano, si confondono fino ad assottigliare i loro confini. Sul fondo delle parole, un grande insegnamento: è necessario cavalcare i sogni e le passioni per non morire mai.

12928209_10207851291574519_8055974484689068021_n

Titolo: Non posso non guardarti negli occhi
Autore: Nadia Boccacci
Pagine: 144
Prezzo: € 12,00 cartaceo

Forse Diana era passata come un treno rapido e io non l’avevo vista, fermo e cieco alla stazione del dolore e del tormento. Non avevo saputo cogliere l’attimo, chiuso in un mondo lontano e solitario.

Diana è cresciuta in un paese della Toscana, fianco a fianco con Fausto, un bambino particolare che solo con lei ha imparato ad aprirsi e a vivere la sua diversità in piena serenità. Ora che è donna, Diana ha fatto tesoro dell’esperienza con Fausto e l’ha incanalata in un desiderio che spera possa divenire realtà: diventare una maestra. Costretta ad abbandonare gli studi, risparmia per la scuola serale lavorando in una fabbrica. Incaricata di dipingere gli occhi su piccole statue, Diana inizia a comprendere l’immenso valore di uno sguardo, delle sue parole mute. Così, quando i suoi occhi incontrano per la prima volta quelli di Ugo, capisce in un attimo che non riuscirà più a liberarsi della forza che quello sguardo sprigiona. Tuttavia, le loro strade saranno presto destinate a separarsi. Dunque l’amore è solo un’illusione? O l’istinto conosce già tutte le risposte? Nadia Boccacci intesse una storia d’amore e pazienza, di attese e desideri che si susseguono nel rincorrere una grande verità: esiste sempre qualcosa di meraviglioso in fondo al percorso di chi sa attendere.

Copertina-web (1)

Titolo: Piacere, Amelia
Autore: Milica Marinković
Pagine: 120
Prezzo: € 12,00 cartaceo

Poi ci siamo accarezzati per ore, ridendo e parlando di vecchie storie, chiedendoci quale dei nostri professori fosse andato in pensione, quale fosse morto. Poi abbiamo rifatto l’amore. Vita-morte-vita.

Amelia è una donna curiosa e sensibile, attenta alla realtà che la circonda e alla variegata gamma di persone che incontra quotidianamente. Lavora all’università, in una biblioteca di dipartimento, e da lì assiste al lento trasformarsi delle abitudini umane, al progressivo chiudersi al mondo esterno per rifugiarsi nella realtà virtuale. Non ama Facebook, eppure è proprio nel famoso sito blu che incontrerà la persona che metterà in discussione tutte le sue convinzioni: Pierre, un canadese con la sua stessa passione per i libri. Tra i due nascerà un rapporto intimo, intenso, fatto di assenze e di vuoti, di parole e di paure. Quanto è sottile la linea che separa la realtà virtuale da quella materiale? Amelia dovrà comprenderlo da sola, in una continua lotta tra ciò in cui crede e ciò che solo ora inizia a capire, nel costante sforzo di non perdere ciò che ha di più prezioso: se stessa

firma

L’Angolo delle Recensioni: Germoglio (L. Marchesi)

Buongiorno miei adorati Lettori!
La recensione di oggi non poteva davvero aspettare un giorno di più 🙂 Mi sento un po’ come la fata madrina delle favole, che accompagna e segue il protagonista nella sua crescita… Germoglio, l’ultimo figlio d’inchiostro di Liliana Marchesi, non è stato soltanto un romanzo per me, è stata un esperienza di vita e voglio condividerla con voi!
Ho avuto la fortuna di leggere questa storia non solo in anteprima, ma in fase di creazione ed elaborazione capitolo dopo capitolo, affiancando l’autrice con tutto il sostegno che meritava e martellando le sue instancabili fan con qualche chicca in anteprima (a volte anche un po’ diabolica). Ho agito sotto copertura come una 007, un gioco letterario che si è rivelato un momento di crescita senza paragoni.
Se poi aggiungiamo che Liliana è una vera maestra del genere distopico e meriterebbe davvero tanto tanto di più… beh, allora non avrei mai potuto chiedere di meglio! L’ho riempita di domande, da curiosona quale sono, tanto dal lato tecnico quanto emotivo. Mi ritengo molto più che fortunata, non potrò mai ringraziare abbastanza l’autrice per avermi coinvolta nel suo progetto! Buona lettura ♥

Se ancora non conoscete la Saga R.I.G. vi rimando alle recensioni dei precedenti capitoli:

Radice Impianto
*Clicca sulle cover per leggere le recensioni di Radice e Impianto*

divider_zpsae4d5737

Germoglio


Germoglio

Capitolo finale della Saga che ha tenuto con il fiato sospeso i Lettori amanti del genere Distopico, ma non solo, che si sono lasciati coinvolgere dall’appassionante storia d’amore fra Kendall e Trevor. Una storia d’amore complessa, tormentata e ostacolata da un governo il cui unico scopo è quello di trasformare l’intera umanità in un’accozzaglia di burattini.
Brooklyn.
Kendall è finalmente riuscita a fuggire dalla sede principale del Mind, dove Axel la teneva prigioniera con l’aiuto di una Manipolazione mentale.
Ma ora che il suo passato è riemerso, come affronterà il presente e il terribile futuro che l’attendono?
Gli Orfani residenti al Mausoleo cercheranno di addestrarla, e Trevor, che con lei sarà il più duro di tutti, farà il possibile per aiutarla a entrare in contatto con la propria Radice.
Ma tutto questo sarà sufficiente?
“A volte nella vita ci sono momenti in cui per vincere… bisogna perdere”.
Un finale che vi farà riconsiderare ogni singolo personaggio. E fino all’ultima pagina ricordatevi che… tutto può ancora succedere!

Titolo: Germoglio
Autore: Liliana Marchesi
Prezzo: €2,99 ebook
Pagine: 272
Pubblicazione: 18 marzo 2016
Editore: Self Publishing

la-mia-recensione

Credevo di rivolere il mio passato per poter concepire un futuro, ma mi sbagliavo.
Avevo bisogno del mio passato per poter vivere il presente. Altrimenti quest’ultimo mi sarebbe scivolato dalle mani come sabbia finissima, lasciando solamente un sottile strato di polvere a testimoniarne il passaggio.
E adesso che ero stata messa di fronte all’ennesimo muro da abbattere, il traguardo mi sembrava talmente irraggiungibile, da crederlo inesistente.

La strada che conduce alla verità è spesso lunga, impervia e faticosa. Ciò che siamo destinati a scoprire non sempre coincide con ciò siamo disposti a conoscere. La mente umana è un complicato labirinto di luce e ombra, dove i ricordi vanno svanendo sempre più, per lasciare spazio ad un nuovo mondo di immagini, suoni e colori così decisi e travolgenti da fare quasi paura.

In questi anni lo abbiamo imparato,  gli scrittori sono fatti così: scelgono di dipingere nuovi strati sulla tela della realtà. C’è chi la impreziosisce, ne esalta la bellezza addolcendo i bordi più spigolosi. C’è chi, invece, sceglie di enfatizzare tutto ciò che di oscuro e terribile alberga nel cuore umano, perchè solo in uno scenario di distruzione e tenebra i protagonisti possono brillare come scintillanti stelle del firmamento.

E’ questo che, di libro in libro, Liliana Marchesi ha scelto di regalare al lettore. Un continuo scontro fra ciò che è giuso e ciò che è semplice, una battaglia che, non senza perdite, ci ricorda quanto sia difficile ottenere la vera libertà.

Mi sembrava di essere in balia delle onde che con la loro forza impetuosa continuavano a spingermi sotto la superficie. Giù, giù, sempre più giù dove l’oscurità e la paura mi avrebbero divorato.
Rinunciare a nuotare, e a lottare, sarebbe stato così semplice. Mi sarebbe bastato lasciarmi andare. Farmi trasportare dalla corrente fino a che il mio cuore non avesse cessato di battere.
Ma io non potevo lasciarmi trascinare sul fondo.
Io non volevo!

Kendall, Trevor e tutti gli Orfani sono ormai a un passo dalla fine. I sacrifici e le sofferenze affrontate nei precedenti capitoli della saga sono davvero nulla in confronto alle sfide che saranno costretti ad affrontare per mettere definitivamente la parola fine sulla spietata organizzazione del Mind. Le pagine di Germoglio sono un continuo alternarsi di emozioni e colpi di scena che, instancabili, conducono il lettore ad una fine… che nasconde ancora qualche segreto!

Siamo ormai lontani dalla Kendall che metteva i primi passi nella melma di bugie in cui il Mind lascia affogare il mondo. Ora è una donna consapevole di tutto l’orrore provocato da quattro uomini senza scrupoli. Il tempo è poco, scorre inesorable e c’è ancora tanto da imparare. Cosa potrebbe succedere se la giovane non fosse all’altezza dell’immenso caos che la circonda?

Volevo nascondermi.
Nascondermi da ciò che mi era accaduto nelle ultime ventiquattrore. Ore in cui avevo dovuto erigere un muro per mostrarmi forte. Forse più forte di quanto non fossi in realtà.

La nascita degli Orfani Liliana chiude la storia di Kendall e Trevor con grande maestria, dimostrando pagina dopo pagina una sempre maggiore maturità. La storia procede dal primo al terzo libro senza alcun intoppo, preparando il lettore a saziare la sua fame di curiosità con l’ultimo romanzo della saga, lo spin-off La nascita degli Orfani.

Poter osservare da vicino questo romanzo nel momento della sua crescita e piena fioritura è stato un onore immenso e un grande piacere. Mi ha regalato tanto come lettrice, come blogger e come persona! Ogni granello d’anima che Liliana Marchesi lascia nelle sue pagine compone un meraviglioso puzzle che non può non affascinare il lettore. Perchè tutti hanno una personale battaglia nella vita, piccola o grande che sia, una dolce e disperata ricerca di luce quando intorno si fa scuro. Kendall e Tevor sono un po’ in tutti noi, dobbiamo solo avere il coraggio di sprigionare i poteri della nostra Radice ❤

firma

L’Angolo delle Recensioni: Ovunque con te (K. McGarry)

Buongiorno Lettori!
Come potete vedere sto finalmente prendendo la sana abitudine di recensire i romanzi non appena finisco di leggerli. Questo ovviamente non cancella la pila infinita di arretrati, ma almeno mi permette di non accumularne altri 😀 diciamo che sono sulla buona strada per la redenzione, ma necessito di ancora un paio di mesi per rimediare alle attese infinite di alcuni romanzi eheheh!
Detto ciò oggi vi parlo di una delle ultimissime pubblicazioni in casa HarperCollins Italia, Ovunque con te di Katie McGarry, primo romanzo di quella che sarà una quadrilogia di companion novels dal titolo Thunder Road Series.

Potremmo certamente definire la mia storia con questo romanzo come altalenante e travagliata. Anche se la McGarry si riscatta molto bene nelle ultime cento pagine, ho dovuto aspettare che arrivassero prima di sentirmi davvero coinvolta da ciò che stavo leggendo. Non è scattata la scintilla come avrei voluto, ma ho comunque concluso la lettura con piacere. Buona recensione 😉

Ovunque con te


HM_OvunqueConTe

Emily ha diciassette anni ed è felice della propria vita così com’è: genitori amorevoli, buoni amici e un’ottima scuola, in un quartiere tranquillo. Certo, non può negare di essere curiosa riguardo al suo padre biologico, quello che ha preferito unirsi a un club di motociclisti – il Regno del Terrore piuttosto che essere genitore; ma questo non significa che lei vorrebbe far parte di quel mondo. Quando però una timida visita si trasforma in una lunga vacanza estiva tra parenti che non sapeva di avere, una cosa le è chiara: niente è come sembra. Il club, suo padre, e nemmeno Oz, un ragazzo che ipnotizza con i suoi occhi blu e che può aiutarla a capire quella vita. Oz desidera una cosa sola: unirsi al Regno del Terrore. Loro sono quelli buoni. Proteggono la gente. Loro sono… una famiglia. Mentre Emily è in città, Oz glielo dimostrerà. Così, quando il padre di lei gli chiede di tenerla al sicuro da una banda rivale con un conto da regolare, per Oz è un sogno che diventa realtà. Quello che non sa è che Emily potrebbe infrangerlo, quel sogno.

Titolo: Ovunque con te
Autore: Katie McGarry
Prezzo: €6,99 ebook – €14,9o cartaceo
Pagine: 476
Pubblicazione: 14 aprile 2016
Editore: HarperCollins Italia

la-mia-recensione

I tre momenti peggiori della mia vita: conoscere il mio papà biologico a dieci anni; rompermi il braccio in tre punti quando ne avevo nove; cadere in un fosso e restarci intrappolata per tutta la notte assieme a un cadavere a otto.
A parte questo, amo la mia vita.

Tutte le storie sono diverse.
È vero, molte si assomigliano, vuoi per trama, ambientazione, scelte narrative o per genere… Ma, in fondo, ognuna di esse ha un’anima unica, nasce dalla penna di chi la scrive e poi vibra quando le sue pagine scorrono sotto le dita di un lettore.
Che possa infine piacere o no, un romanzo è intriso di emozioni, battiti e respiri, destinati a rimanere nei cuori di chi impara a sentirli come propri.

Probabilmente quando ho cominciato a leggere la storia di Emily e Oz il mio non era sintonizzato sulla frequenza giusta… sta di fatto che ho avuto bisogno di quasi tutto il romanzo per entrare realmente in connessione con la storia e lasciare che gli ultimi avvenimenti mi coinvolgessero e sconvolgessero come erano destinati a fare.

Il mondo è fatto di tanti frammenti. Si muovono gli uni accanto agli altri, a volte senza mai toccarsi. Coesistendo, ma non sempre.

Emily ha 17 anni, Oz uno in più. Probabilmente non riuscireste a trovare due persone più diverse sulla faccia della terra. O forse non ne trovereste di più simili 😉 Entrambi vivono sotto una cupola di vetro distrutta e rimessa insieme molte volte, rattoppata qua e là con bugie e mezze verità.

È un errore di Eli, il padre biologico di Emily, a permettere che questi due ragazzi si conoscano. Quando, invece di invitare la famiglia della ragazza ad una festa, spedisce via mail il necrologio di una certa Olivia, la mamma della giovane vede tutte le emozioni represse negli ultimi anni risvegliarsi come un vulcano e costringe figlia e marito a tornare nella sua città natale, dove non metteva piede da anni.

Le cose, però, non vanno esattamente lisce come l’olio a Snowflake. Non potrebbe esserci cosa peggiore per Eli, Oz e tutto il club dei Reign of Terror, se non  l’arrivo di Emily e dei suoi genitori in città proprio adesso 😱 il club motociclistico di cui tutta la famiglia di Eli fa parte è in pieno scontro con un loro “vicino di casa” dai modi estremamente violenti e una giovane figlia ricomparsa all’improvviso in città potrebbe essere un prezzo troppo alto da pagare, per molti dei membri.

«Hai intenzione d’impedirmi di andarmene?»
«Sì» risponde mentre inizia a muovere le mani sul mio corpo e io avvicino la testa a lui, mettendo innegabilmente la bocca accanto alla sua.
«A meno che tu non abbia paura, fermami, Oz.» Mentre parlo le nostre labbra si toccano brevemente. «Baciami e impediscimi di andarmene adesso.»
Con il naso mi sfiora la guancia e sta ancora cercando di contrastare l’attrazione fra di noi. Il mio stesso sangue smania e a quel punto accuso una punta di frustrazione. «Baciami. Smettila di pensare, baciami e basta.»

È nel caos più totale che i cuori di Emily e Oz imparano a battere all’unisono. La fiducia che si instaura fra i due, intrecciata ad una forte dose di attrazione, porta i ragazzi ad aprire se stessi all’altro, tracciando le fila di un intricato mistero fatto di segreti, silenzi, emozioni e reso ancora più complesso dai membri di una famiglia allargata alquanto bislacca che Emily impara, giorno dopo giorno, a conoscere 😊

23492282Capita, ogni tanto, che un romanzo non ci prenda quanto vorremmo. Magari non è il momento adatto, o forse più semplicemente abbiamo bisogno di un po’ di tempo per trovare il vento giusto e navigare in compagnia dei protagonisti.

La McGarry apre la Thunder Road Series con una storia particolare, stratificata e complessa, di quelle dove devi scavare a fondo prima di capire davvero dove si nasconde la verità. Ovunque con te invita a superare le apparenze e i luoghi comuni, a vedere oltre quello che ti è stato detto e riferito, a ragionare su ciò che si ha intorno e trarre le conclusioni con la propria testa, anche quando questo significa non essere d’accordo con le persone a cui tieni. A volte chi ci ama crede di fare le scelte migliori per il nostro bene, ma arriverà prima o poi il momento in cui non starà più a loro decidere per noi. È proprio lì che impariamo a diventare adulti 😉❤

firma

BlogTAG: Intimidating TBR Tag!

Buonasera miei dolci Lettori!
Quanti di voi hanno una lista più che chilometrica di libri in attesa di essere letti?? La mia TBR (To Be Read) è davvero lunga, ormai non ho più il coraggio di contare il numero di volumi in coda *non appena avrò comprato la nuova libreria vedremo finalmente quanti sono, promesso!*
Nell’attesa volevo condivider con voi un tag molto simpatico dedicsto appunto alle nostre TBR e ai libri che pazientemente aspettano il loro momento 😀 Buona lettura!

divider_zpsae4d5737

Un romanzo della tua TBR che non hai mai finito

*Shame on me* direi che questa domanda avrebbe potenzialmente una decina di risposte, alcune anche parecchio gravi, ma andrò per le tre più brutte per quel che mi riguarda: hip hip urrà per I Malavoglia di Verga (che non sono mai riuscita a finire, o meglio… ad andare oltre pagina venti), Il seggio vacante di J.K. Rowling e Inferno di Dan Brown (che ahimè, pur essendo entrembi scritti da autori che amo profondamente, non mi hanno convinta per vari motivi)!

71hawHEaDeL 9788867150960_il_seggio_vacante inferno


Un libro che non hai ancora
avuto il tempo di leggere

71OI8MyqPFL

Ok, per questo sono giustificata… È arrivato proprio ieri a casa dalla Newton Compton, Gli occhi neri di Susan di Julia Heaberlin, un thriller di cui ho visto foto e articoli in ogni dove, ma per fortuna non ho ancora incontrato spoiler di alcun genere! Sarà un piacere leggerlo e farvi sapere cosa ne penso 😉


Un romanzo che non hai letto perché è un sequel

Da brava bambina sto mantenendo uno dei buoni propositi dell’anno, ovvero leggere (e tentare di concludere) almeno cinque serie. Ne ho già concluse due, ne ho in lettura davvero tante o forse troppe, ma sono abbastanza fiduciosa sulla buona riuscita dell’impegno entro dicembre… Ecco quindi alcuni dei sequel che devo ancora leggere, ma solo perché sono in lettura i volumi precedenti 😊

Le serie:
Daughter of Smoke and Bone di Laini Taylor
Lunar Chronicles di Marissa Meyer
The Chaos Walking Trilogy di Patrick Ness.

71a8bzcKWRL 71x+td+YBsL 61fxiB9eaLL


Un libro che non hai letto perchè appena pubblicato

61Mm0D+TUmL

Posso avvalermi della facoltà di citare Signora della Mezzanotte?? Chiariamo, avevo tutte le intenzioni di leggerlo a pochissima distanza dalla pubblicazione (giusto il tempo di recuperare Le cronache di Magnus Bane e i nuovi racconti all’Accademia degli Shadowhunters), ma poi è spuntata fuori come un funghetto velenoso la questione degli errori fatti mooolto consapevolmente dalla Mondadori nella traduzione del romanzo. Quindi sto aspettando che esca la nuova versione corretta, e cercherò di recuperare il racconto esclusivo in qualche modo! *certe scelte geniali degli editori non le capisco proprio* 😡


Un libro della tua TBR che non hai letto
perchè non sei nel mood adatto

51Rkzv4NxIL 51FR8wthTGL

La risposta è solo una: Tatiana e Alexander e Il giardino d’estate, gli ultimi due capitoli della trilogia epica storica di Paullina Simons. Posso senza alcun dubbio affermare che Il cavaliere d’inverno è uno dei miei romanzi preferiti in assoluto, ma allo stesso tempo è uno dei più devastanti che abbia mai letto. Sapendo già cosa dovrei affrontare in fase di lettura, sono talmente frenata da non averli neppure acquistati 😭 troverò mai il coraggio??


Un romanzo della tua TBR
che non hai letto perché è un “mattone”

81FlgpZqEnL

Questo romanzo è sicuramente una delle storie che più mi intriga in assoluto, ma la sua mole non è delle più incoraggianti! Parliamo di Il nome del vento di Patrick Rotfuss,famosissimo titolo della letteratura High Fantasy, un imperdibile lettura per gli amanti del genere… ma anche uno dei libri più lunghi che abbia in tbr! L’intenzione è di leggerlo quest’estate,nel periodo in cui tutti gli editori vanno in vacanza e io (almeno in teoria) dovrei essere più libera ❤ vedremo!


Il libro della tua TBR che ti fa più paura di tutti

trono

Dai, non guardatemi così… Non sono l’unica al mondo che guarda la serie TV de “Il Trono di Spade” senza aver letto l’infinita (nel vero senso della parola, lunga e non ancora finita) serie libresca di George R.R. Martin!
Ogni libro pesa un quintale, non sappiamo se è quando il sig. Martin deciderà di scrivere la parola “Fine” a questa storia e la pila di libri da leggere e recensire cresce praticamente ogni giorno… mettiamo insieme tutto questo e l’ansia da lettura sale alle stelle! Facciano un patto: nell’esatto momento in cui l’ultimo libro sarà pubblicato, io comincio la serie e la leggo tutta! Fino ad allora, temporeggio 😃

firma

L’Angolo delle Recensioni: Wolf – La ragazza che sfidò il destino (R. Graudin)

Buongiorno Lettori!
Quanti di voi si sono mai soffermati sulla fatidica domanda «E se…?»: «E se mi fossi comportato in modo diverso?», «E se avessi detto qualcos’altro?». L’autrice americana Ryan Graudin ha deciso di porsi un interrogativo ancora più terrificante: «E se la Seconda Guerra Mondiale fosse stata vinta da Hitler e i suoi “scagnozzi”?»

E’ così che nasce Wolf – La ragazza che sfidò il destino, un romanzo appassionante e diverso da qualunque cosa voi possiate immaginare. Una storia fatta di segreti, di suspence e ribellione, che trasporta il lettore in un mondo parallelo dove la liberà è un utopia, ma c’è qualcuno tanto folle e determinato da richiare la propria vita pur di ottenerla.

Wolf
La ragazza che sfidò il destino


81h-MXx+f6L

È il 1956 e l’alleanza tra le armate naziste del Terzo Reich e l’impero giapponese governa gran parte del mondo. Ogni anno, per celebrare la Grande Vittoria, le forze al potere organizzano il Tour dell’Asse, una spericolata e avvincente corsa motociclistica che attraversa i continenti collegando le due capitali, Germania e Tokyo. Il premio in palio? Un incontro con il supersorvegliato Führer, al Ballo del Vincitore. Yael, una ragazza sopravvissuta al campo di concentramento, ha visto troppa sofferenza per rimanere ancora ferma a guardare, e i cinque lupi tatuati sulla sua pelle le ricordano ogni giorno le persone che ha amato e che le sono state strappate via. Ora la Resistenza le ha dato un’occasione unica: vincere la gara, avvicinare Hitler … e ucciderlo davanti a milioni di spettatori. Una missione apparentemente impossibile che solo Yael può portare a termine. Perché, grazie ai crudeli esperimenti a cui è stata sottoposta, è in grado di assumere le sembianze di chiunque voglia. Anche quelle di Adele Wolfe, la Vincitrice dell’anno precedente. Le cose però si complicano quando alla gara si uniscono Felix, il sospettoso gemello di Adele, e Luka, un avversario dal fascino irresistibile…

Titolo: Wolf – La ragazza che sfidò il destino
Autore: Ryan Graudin
Prezzo: €6,99 ebook – €14,9o cartaceo
Pagine: 416
Pubblicazione: 12 aprile 2016
Editore: De Agostini

la-mia-recensione

Ci fu un tempo, un tempo diverso, in cui una ragazza visse in un regno di morte.
I lupi ululavano sul suo braccio. Un intero branco, disegnato dall’inchiostro di un tatuaggio e dal dolore, dal ricordo e dal lutto.
E questa era l’unica cosa di lei che non cambiava mai.

Germania, 1956.
Sono trascorsi dieci anni da quando il Terzo Reich e l’Impero Giapponese hanno vinto la Seconda Guerra Mondiale. I campi di concentramento non sono mai stati liberati. I confini delle nazioni non esistono più. Solo due grandi potenze, una rossa e una grigia, che governano il mondo.

Yael è ebrea. Yael è un membro della Resistenza. Yael è la chiave per la fine del Terzo Reich. È solo una ragazzina, ma sulle sue spalle grava un peso enorme. La libertà del mondo intero.

C’è un segreto che la protegge, spaventoso e speciale allo stesso tempo. Lei non ricorda più quale fosse un tempo il suo volto. È un’immagine ormai svanita, un ricordo offuscato dai  dolorosi esperimenti nel campo di concentramento in cui era rinchiusa. Per soddisfare la follia di un medico alla ricerca della soluzione chimica definitiva ai tratti somatici non ariani, Yael era sottoposta a continue iniezioni di veleno, letali per molti, ma che su di lei ottengono risultati alquanto peculiari.

«Il dottore ha ragione. Sei speciale, Volchitsa.» La Babushka lo disse in tono d’intesa. «Tu cambierai le cose.»

Potremmo definire Yael una “mutaforma”, ma sembrerebbe un elemento troppo fantasy per il contesto in cui è inserito. Perché qui, cari lettori, è la brutalità dell’uomo a creare, senza volerlo, un arma che può distruggerlo. La giovane ebrea acquista inspiegabilmente la capacità di assumere le sembianze di altre persone. Le basta vedere una foto, imbattersi in un cartellone pubblicitario o incrociare un volto per strada… ogni immagine diventa un possibile aspetto!

Quando il Tour dell’Asse, la gara motociclistica annuale in onore della vittoria, viene vinto dalla tedesca Adele Wolfe, spacciatasi durante la corsa per suo fratello gemello, è lì che tutto cambia!
Con lei nasce una nuova speranza, un nuovo piano per mettere la parola fine alla tirannia di Hitler.

«Volchitsa.» L’ufficiale lo ripeté in un modo che Yael, nonostante il suo russo impeccabile, non sarebbe mai riuscita a imitare. Con la stessa cadenza secca che aveva la sua vecchia amica, con l’amore di una lingua madre. «Lupa. Una scelta interessante.»
«Non l’ho scelto io» lo corresse. «Lui ha scelto me.»

La Graudin esordisce in Italia con un romanzo di grande qualità, un mix ben calibrato di storia, mistero, azione e quel pizzico di amore che non guasta mai. I suoi personaggi, eterogenei e perfettamente amalgamati nell’originale setting da lei creato, percorrono strade di grande impatto emotivo, coinvolgendo il lettore dalla prima all’ultima pagina, in un costante alternarsi di presente e passato, di lacrime e sudore, di dolorosi ricordi e adrenalinica lotta alla vittoria.

Wolf – La ragazza che sfidò il destino è un romanzo bello, da leggere e da vivere, una storia che ricorda quanto siano importanti la forza d’animo, la determinazione e il potere di andare avanti nonostante le atrocità che ahimè la vita può mettere sul nostro cammino. Da non perdere ♥

firma

Blog Tour “Lastworld” di Samantha M. Swatt – 6ª Tappa – Intervista + Estratto

blogtout Lastworld

Buongiorno Lettori!
Quale modo migliore per cominciare la settimana, se non con un blog tour? Siamo in compagnia di Samantha M. Swatt e del suo ultimo figlio d’inchiostro, Lastworld, capitolo conclusivo della trilogia The Different Worlds. Per voi, miei adorati Lettori del blog, e per tutti coloro che stanno seguendo il tour sin dalla sua prima tappa, oggi è un appuntamento speciale: ho avuto il piacere di chiacchierare un po’ con Samantha su Lastworld e tante altre cose… Vi aspetta una ricchissima intervista e un piccolo assaggio di questo romanzo!
Alla fine del post troverete tutte le info per il giveaway che inizierà domani nell’ultima tappa del tour 😉 Mi raccomando, seguite tutte le regole perchè il premio è stupendo *_* Buona lettura!

Estratto

In quel preciso istante, col timore di non riuscire più a ritornare alla mia vita, avevo finalmente capito a chi volevo appartenere. Il solo pensiero di non rivederlo più mi faceva mancare l’aria. E poco importavano gli errori che aveva commesso, quelli che avevamo commesso entrambi, l’amore aveva fatto la sua scelta e non mi aveva nemmeno domandato il permesso. Ma non potevo ammettere ad alta voce ciò che provavo, specialmente non adesso. Dovevo restare lucida e vigile. Per di più, confessarlo senza neppure avere la certezza di poterlo stringere o essere stretta dalle sue braccia sarebbe stato senz’altro deleterio.
Forse la realtà era che per me, in un presente come il nostro, non c’era possibilità di ammissione. Forse il nostro amore era impossibile.
Al solo considerare quell’ipotesi, percepii il mio cuore sanguinare.
Dannazione. Perché dovevo scoprire cosa fosse l’amore proprio in un momento come questo, quando tutte le garanzie di assaporarlo erano solo un’utopia lontana?

Continua a leggere

W…W…W… Wednesdays #5

Buon pomeriggio miei prodi Lettori!
Come sempre gli impegni sono tantissimi e vorrei con tutto il cuore avere più tempo da trascorrere qui sul blog… Mi piace tenervi almeno aggiornati sulle mie letture con l’articolo, ormai di rito, del mercoledì ❤ Oggi, se il Fato avverso non decide di stavolgere i miei piani, dovrei finalmente avere un po’ di tempo per buttare giù parecchi articoli *incrociate le dita per me* ma per ora concentriamoci sui libri che mi stanno accompagnando in queste frenetiche giornate!
Vi ricordo che, per rimanere sempre in contatto (oltre a Facebook), potete seguire il mio profilo Instagram, dove sono costantemente attiva *che volete farci… adoro questo social!!!*

Come sempre, Ecco le domande di questa rubrica:

∗ What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

∗ What did you recently finish reading? (Qual è il libro che hai appena finito?)

∗ What do you think you’ll read next? (Quale sarà la tua prossima lettura?)

Cosa stai leggendo?

FB_IMG_1459950422553

Al momento sono avvolta dalle magiche e surreali avventure di Karou, protagonista del romanzo La chimera di Praga. Sto adorando lo stile della Taylor, la sua penna magnetica riesce a tenermi sveglia fino a tardi, quando il corpo reclama il tanto meritato riposo, ma al contempo la curiosità è talmente tanta che scalpita. Non vedo l’ora di finirlo e di leggere il seguito che la Fazi mi ha già gentilmente inviato 🙂

Qual è il libro che hai appena finito?

FB_IMG_1459612141036

L’ultima lettura conclusa è stata Perfect – La perfezione di un attimo di Alison G. Bailey. Di questo romanzo si è parlato ovunque *in tutti modi, in tutti i luoghi e in tutti i laghi* e (avevate qualche dubbio?!) io mi schiero decisamente dalla parte di chi non è rimasto tanto tanto convinto dalla storia di Amanda e Noah. Mi spiego meglio… Il romanzo in sé è piacevole, si è lasciato leggere in un paio d’ore ed è scritto meglio di tanti altri “capolavori” recentemente pubblicati. Il problema è la trama, o meglio il collage che fa finta di essere una trama: sembra che l’autrice abbia preso elementi qua e là da famosi contemporanei YA e NA e li abbia cuciti insieme… Ulteriori approfondimenti nella recensione che andrà online fra un paio di giorni 😉

Quale sarà la tua prossima lettura?

HM_OvunqueConTe

Senza alcun dubbio Ovunque con te di Katie McGarry! Questo romanzo uscirà in libreria il 14 aprile, ma la HarperCollins è stata così gentile da inviarmi una copia ARC! Non possiamo mica lasciarla in libreria a prendere polvere, vero?? XD

firma