Shakespeare, 400 anni di poesia e mistero!

Il 23 aprile 1616 si spagneva una delle stelle più luminose del panorama letterario mondiale di tutti i tempi, William Shakespeare!
Sono trascorsi ben quattrocento anni da quel momento, eppure quattro secoli non sono stati sufficienti per dare risposta ai numerosi interrogativi che avvolgono questa figura. Chi era davvero Shakespeare? Era realmente inglese o addirittura italiano? Beh, in realtà non importa! Il vero mistero risiede nelle sue opere: esse hanno l’inspiegabile potere di incantare il lettore ad ogni incontro come se fosse la prima volta ❤

Shakespeare

Per festeggiare insieme la Giornata Mondiale del Libro e ricordare questo gigante della Letteratura, vi lascio il mio personale viaggio all’interno del suo vasto mondo, letterario e non.

Ama, ama follemente, ama più che puoi e se ti dicono che è peccato ama il tuo peccato e sarai innocente.
(Romeo e Giulietta)

Ho studiato Shakespeare a scuola molte volte, ma credo di non aver mai apprezzato tanto i suoi lavori se non quando mi sono ricavata del tempo tutto mio per gustarli pagina dopo pagina. Certo, i professori e le loro nozioni aiutano a comprendere tante cose, ma questo non altera il fatto che la magnificenza e la bellezza di queste opere siano ugualmente forti e coivolgenti da arrivare al cuore di lettori e spettatori, anche se nessuno ti insegna date o lezioncine senz’anima a pappardella.
Se masticate un po’ di inglese vi invito a leggere qualcosina in lingua originale, dove la poesia della penna di Shakespeare si sprigiona!

L’amore guarda non con gli occhi ma con l’anima.
(Sogno di una notte di mezza estate)

È difficile individuare i preferiti in una produzione così ampia e variegata, ma è naturale che i nostri gusti personali ci guidino più verso determinati titoli rispetto ad altri. 61cnHopvzVLHo da poco scoperto un grande amore verso la tragicommedia Racconto d’Inverno, conosciuta più a fondo grazie all’acquisto del romanzo Lo spazio del tempo di Jeanette Winterson. Questa famosa autrice, in collaborazione con la casa editrice inglese  Penguin, ha dato il via ad una collana di retelling ispirati a Shakespeare, in cui saranno presenti nomi del calibro di Margareth Atwood, Anne Tyler, Gillian Flynn e Jo Nesbo. Non vedo l’ora di leggerlo e farvi sapere cosa ne penso 😉

Io considero il mondo per quello che è: un palcoscenico dove ognuno deve recitare la sua parte
(Il mercante di Venezia)

Mi sento legata in maniera particolare a due opere teatrali: la straziante tragedia Romeo e Giulietta e l’immortale commedia Sogno di una notte di mezza estate. Questi due capolavori mi accompagnano da molto tempo e hanno accarezzato la mia vita in varie forme, da quella scritta a quella teatrale, passando per musiche e tempi che è difficile riassumere in poche righe. Anni fa ho anche messo in scena con un gruppo di talentuosi bambini un musical ispirato alla storia di Puck, Titania e Oberon. Un’esperienza magnifica! 😍

La gloria è simile a un cerchio nell’acqua che va sempre allargandosi, sin quando per il suo stesso ingrandirsi si risolve nel nulla
(Enrico VI)

Vi consiglio con tutta me stessa di dedicare un po’ del vostro tempo alla scoperta di uno qualsiasi dei capolavori che Shakespeare ci ha donato! Che sia poesia o teatro, la magia è insita nella penna di questo autore e vale ogni secondi che gli viene dedicato ❤

divider_zpsae4d5737

Se infine volete trascorrere una bella serata all’insegna del cinema Shakespeariano, ecco i miei “imperdibili” 😁❤

Romeo e GiuliettaSono moltissime le trasposizioni cinematografiche tratte dalle opere di questo autore. Romeo e Giulietta è il più “gettonato”, se così vogliamo dire… Ogni due per tre esce una nuova rivisitazione della tragedia d’amore più famosa al mondo, ma a parer mio nessuna supererà mai la bellezza della pellicola di Zeffirelli.Sogno_di_una_notte
Un altro adattamento che amo molto è, ovviamente, Sogno di una notte di mezza estate, film uscito al cinema nel ’99 e diretto da Michael Hoffman: il cast è assolutamente eccezionale, impossibile non amare questa pellicola. Riconoscerete una scena della commedia appena citata nel celebre film L’attimo fuggente, con Robin Williams  e Robert Sean Leonard, che in particolare vede il suo personaggio Neil interpretare il folletto Puck nell’ultima scena dell’opera.
macbeth-posterUltimo arrivato al cinema è il Macbeth, interpretato da Michael Fassbender e Marion Cotillard e diretto da Justin Kurzel. Ahimè di questo film ho viste solo alcune scene, ma quel poco mi è bastato per inserire senza dubbio questa pellicola fra i must have!
shakespeare-in-love-posterSe siete degli inguaribili romantici, è obbligatoria la visione di Shakespeare in Love, film dedicato al drammaturgo in persona e alla sua immaginaria storia d’amore con una nobildonna di nome Viola.
E se in casa avete dei piccini, perchè non optare per un classico della Disney chiaramente ispirato ad un’opera di Shakespeare? locandinaParlo ovviamente del Re Leone, la cui trama è fortemente basata sull’Amleto: il Re di Danimarca (ora Mufasa) viene ucciso da suo fratello Claudio (Scar) perchè invidioso del suo potere. Dopo una lunga lontananza dal regno, il principe erede Amleto (Simba) torna a riprendere ciò che gli spetta, in compagnia dei suoi fedeli compagni, Rosencrantz and Guildenstern (gli adorabili Timon e Pumba). Meglio di così? 😀

divider_zpsae4d5737

Spero che questa carrellata cine-librosa vi sia piaciuta e vi abbia stuzzicato un po’ 🙂 Vi auguro un magnifico fine settimana!

firma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *