Cantami, o Diva #3

Buongiorno Cuori Vibranti!
Vi è mai capitato di svegliarvi fin dal mattino con una canzone in mente, un motivetto che vi accompagna per tutta la giornata e vi segue fino a quando, ormai stanchi, poggiate la testa sul cuscino, pronti a scivolare tra le dolci braccia di Morfeo?
A me succede spessissimo e proprio oggi, neanche fosse il mio cantante preferito (anzi tutt’altro direi…), c’è Vasco Rossi a martellare il mio cervello con una canzone che, in realtà, non è poi tanto male!

Voglio trovare un senso a questa vita
Anche se questa vita un senso non ce l’ha…
… Sai che cosa penso
Che se non ha un senso
Domani arriverà…
Domani arriverà lo stesso
Senti che bel vento
Non basta mai il tempo
Domani un altro giorno arriverà…

Io sono convinta che nulla accade per caso ed ecco che, pensando alla poesia da proporvi quest’oggi, con ancora in testa le parole di Vasco, mi sono venute alla mente quelle molto più profonde di una delle penne più autorevoli del XX secolo, Jorge Luis Borges, scrittore, poeta, saggista e traduttore argentino, conosciuto però in tutto il mondo.

L’OROLOGIO DI SANGUE NEL MIO PETTO
BATTE IL PAUROSO TEMPO DELL’ATTESA

Ci sono momenti in cui si deve vivere la propria vita per capire se stessi. Perché si cambia, il nostro mondo cambia, cambiano le cose senza che te ne accorgi, un mattino è come se ti svegliassi dopo i cento anni della Bella Addormentata. E ti chiedi cos’è successo a te, nel frattempo: se tutto è cambiato così, dov’eri tu che non te ne accorgevi.
Chiedi, ma nessuno risponde.

Ci sono momenti in cui si deve vivere la vita attraverso la vita degli altri. Altri che soffrono, altri che ti hanno aspettata a lungo, altri che dopo anni di silenzio finalmente parlano. Altri che hanno bisogno di un compagno nell’attesa delle loro attese. E altri per i quali il tempo che passa nell’aspettare è già un dono.

Non sai bene se la vita è viaggio, se è sogno, se è attesa, se è un piano che si svolge giorno dopo giorno e non te ne accorgi se non guardando all’indietro. Non sai se ha senso. In certi momenti il senso non conta. Contano i legami.

Creare legami. È, dunque, questo il senso della vita? Che siano legami familiari, d’amicizia o amorosi, l’importante è che siano profondi, sinceri e persistenti nel tempo, perché solo attraverso il loro svolgersi ed evolversi ogni cuore troverà una ragion d’essere e di battere!

A presto, Cuori Vibranti!

IMG_2208