SEGNALAZIONE: “I Giardini dell’Altrove” finalmente in eBook (+Intervista)

Bentornati miei cari Lettori!
Oggi vi porto una segnalazione che mi sta molto a cuore. Parliamo del primo romanzo di Loredana La Puma per l’editore pugliese Les Flaneurs, I Giardini dell’Altrove, e in questo momento non potrei sentirmi più “a casa” di così. Conosco Loredana da oltre un anno e ho avuto il piacere di affiancarla nella presentazione ufficiale del romanzo presso la sua libreria Il Paiolo Magico.
Ho amato profondamente I Giardini dell’Altrove in ogni sua pagina, nel suo raccontare e emozionare senza essere mai sfrontato o sopra le righe… motivo per cui sono felicissima di dirvi che potete finalmente trovarlo in formato eBook sulle principali piattaforme online ❤

AMAZONKOBO
LES FLANEURS SHOP

Due settimane a Natale. Sara Brera, ventitreenne che ha lasciato la famiglia per cercare la propria strada, si licenzia dall’ultimo di una lunga lista di lavoretti precari e indegni delle sue reali aspirazioni. Sull’orlo della disperazione e con gli ultimi spiccioli in tasca, si ritrova casualmente davanti a una vetrina polverosa: è L’Antro di Leo, libreria dall’aria antiquata che sembra quasi materializzarsi lì per lei. La ragazza si fa coraggio e chiede un lavoro al proprietario Ismaele, uno strambo vecchietto che la accoglie e la accetta in prova fino alla vigilia; con sommo disappunto dell’altro commesso, lo scontroso Gabriel. La ragazza sente finalmente di aver trovato il suo posto, ma da quel momento in poi iniziano a susseguirsi una serie di avvenimenti inspiegabili di cui l’Antro sembra essere il fulcro: l’invalicabile porta della cantina, quello scampanellio che sembra fermare il tempo e infine l’incontro con il piccolo Marco e la sua storia inquietante. Cos’è accaduto nelle ultime ore? Cosa nascondono i due librai? Sara sta per scoprire una realtà più grande di lei che la precipita nel bel mezzo di un’indagine investigativa a tinte sovrannaturali. E sta per compiere una scelta: sarà in grado di rinunciare ai suoi sogni in nome di un bene superiore?

Prezzo: €22,00 cartaceo – €4,99 eBook
Pagine: 464
Pubblicazione: 26 giugno 2017
Editore: Les Flaneurs Edizioni


Vi lascio anche un paio delle domande fatte in fase di presentazione, sono certa che stuzzicheranno la vostra curiosità 😉

Uno degli aspetti più particolari del romanzo è il suo vasto cast di  personaggi. Qual è quello che ti ha stimolata di più a livello di scrittura e fantasia?
Loredana: Un personaggio che mi è piaciuto tantissimo scrivere è certamente Ismaele, questo libraio un po’ misterioso e dal carattere non sempre facile, con la sua brutta abitudine di non raccontare sempre le cose davvero come stanno, ma dando solo mezze verità. Fra lui e la protagonista non ci sarà un costante rapporto idilliaco. A livello di fantasia mi ha stimolato moltissimo, nel suo essere un tipico “personaggio da fiaba” (sa tutto, esperto in tutto, con un negozio alle spalle da tanto tempo, ammantato da un’aura di mistero, perfetto come mentore) che lascia poi a lettura conclusa ancora qualche segreto da svelare… 😉

Per chi ti conosce già come autrice, una delle prime cose che salta all’occhio è la differenza di genere fra questo romanzo e i tuoi precedenti lavori. Sei passata dall’Urban Fantasy al Mistery (aggiungendo quel pizzico di magia che per te non deve mai mancare). Come mai questo cambiamento?
Loredana: I gialli mi hanno sempre affascinato, non solo a livello letterario, ma specialmente dal punto di vista cinematografico e televisivo. Mi piaceva l’idea di cominciare qualcosa che riprendesse questo elemento. Come tutte le storie che mi capita di scrivere è venuta un po’ da sé: ho avuto un’idea, ho cominciato a buttarla giù e a quel punto si è scatenata una voglia incredibile di proseguire, quasi si stesse scrivendo da sola. Un grande aiuto me lo ha dato aprire la mia libreria Il Paiolo Magico, che con L’Antro di Leo ha un fattore fondamentale in comune: sono luoghi unici che hanno una vita propria, data dalle persone che la frequentano.

Quanto c’è di Loredana in questo romanzo?
Loredana: Chi mi conosce lo sa, io detesto i romanzi programmati a tavolino dove l’autore prende una penna in mano solo per scrivere di un determinato tema X qualsiasi. Della serie “Devo far passare questo messaggio importantissimo!”, stop. A livello artistico trovo queste opere un po’ fasulle e artificiose. Quando un opera è spontanea, tutto quello in cui l’autore crede e ha vissuto inevitabilmente finisce fra le sue pagine.
Man mano che scrivevo I Giardini dell’Altrove, mi sono resa conto che una delle tematiche più ricorrenti era il rapporto genitori-figli. È diventato un filo conduttore di tutta la storia senza che me ne rendessi conto. Tanto i protagonisti quanto i personaggi secondari hanno qualcosa da raccontare sui loro legami familiari: questo rispecchia ovviamente quanto l’argomento mi stia a cuore ❤

divider_zpsae4d5737

Mi raccomando, non lasciatevi sfuggire l’occasione di leggere questa storia… non ve ne pentirete 😀

firma

8 Pensieri su &Idquo;SEGNALAZIONE: “I Giardini dell’Altrove” finalmente in eBook (+Intervista)

  1. Che bel post, tesoro! Io AMO il Natale, quindi credo proprio che tra qualche settimana darò un’occhiata un po’ più approfondita a questo libro ♥

  2. Con “Natale” già ero presa, ma con “libreria” mi hai conquistata! Questo libro deve essere mio! Complimenti per questo percorso, e complimenti all’autrice che ha dato bellissime risposte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *