Read It First #3

RIFBuongiorno miei dolci Lettori!
Puntuale come sempre, torna la rubrica dedicata ai romanzi che a breve vedremo trasposti su pellicola nelle sale cinematografiche! Come sempre per noi librovori, è meglio assaporare una storia su carta prima di vederla sul grande schermo 🙂 Quindi non perdetevi assolutamente questo articolo, ci sono storie per tutti i gusti.
Ho evitato di segnalare film che usciranno nella seconda metà dell’anno, ma non preoccupatevi perchè arriverà un secondo articolo anche per quelli ^_^ Alla fine del post troverete anche un paio di  serie televisive (appena cominciate o che stanno per arrivare) che potrebbero interessarvi 😉

Orgoglio e Pregiudizio e Zombie

Tratto dall’omonimo romanzo di Seth Grahame-Smith

71Lok2CEoLL pride_and_prejudice_and_zombies_ver4_xlg

È cosa nota e universalmente riconosciuta che uno zombie in possesso di un cervello debba essere in cerca di altro cervello. Così inizia “Orgoglio e pregiudizio e zombie”, versione fedelmente aggiornata del celeberrimo (e amatissimo) capolavoro di Jane Austen, grazie a numerose scene “inedite” in cui, a farla da protagonisti, sono appunto gli zombie. Pubblicato da una piccola casa editrice americana, questo romanzo ha suscitato l’entusiasmo sia dei neofiti sia dei più fanatici ammiratori della Austen, scalando in breve tempo tutte le classifiche di vendita e imponendosi come il fenomeno editoriale dell’anno. E il motivo di un successo tanto clamoroso è semplice: al fascino di una storia d’amore senza tempo, si aggiunge il divertimento di una lotta senza esclusione di colpi contro l’orribile flagello che si è abbattuto sull’Inghilterra, arrivando fino al tranquillo villaggio di Meryton, dove l’indomita Elizabeth Bennet, insieme con le sue sorelle, è impegnata a contrastare orde di famelici morti viventi. Un ruolo che le calza a pennello, almeno finché non arriva il bello e scontroso Mr Darcy a distrarla…

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI5 febbraio 2016
ITALIANE – 4 febbraio 2016

Trailer:


Allegiant – Parte 1

Tratto dall’omonimo romanzo di Veronica Roth

91JoHkRd+TL images

La realtà che Tris ha sempre conosciuto ormai non esiste più, cancellata nel modo più violento possibile dalla terrificante scoperta che il “sistema per fazioni” era solo il frutto di un esperimento. Circondata solo da orrore e tradimento, la ragazza non si lascia sfuggire l’opportunità di esplorare il mondo esterno, desiderosa di lasciarsi indietro i ricordi dolorosi e di cominciare una nuova vita insieme a Tobias. Ma ciò che trova è ancora più inquietante di quello che ha lasciato. Verità ancora più esplosive marchieranno per sempre le persone che ama, e ancora una volta Tris dovrà affrontare la complessità della natura umana e scegliere tra l’amore e il sacrificio

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI – 18 marzo 2016
ITALIANE – 9 marzo 2016

Trailer:


The Choice

Tratto dal romanzo “La scelta” di Nicholas Sparks

71MFDfUO+tL images2

Travis è un giovane, affascinante veterinario, convinto di non essere destinato alle relazioni a lungo termine. Gabby è una deliziosa pediatra, con tutte le carte in regola per spingerlo a cambiare idea, ma – purtroppo – anche un fidanzato. Dopo un primo, burrascoso incontro, pian piano i due si avvicinano al punto da capire di non poter fare a meno l’uno dell’altra… Un giorno, però, accade l’irreparabile e la vita di lui subisce una drammatica svolta. Straziato dal dolore e dilaniato dai dubbi, l’uomo continua a porsi lo stesso, angosciante interrogativo: fino a che punto si può arrivare per amore?

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI – 5 febbraio 2016
ITALIANE – //

Trailer:
(se non vi piacciono gli spoiler non guardatelo)


 Io prima di Te

Tratto dall’omonimo romanzo di Jojo Moyes

7148xW7hGVL emilia-clarke-me-before-you-12

A ventisei anni, Louisa Clark sa tante cose. Sa esattamente quanti passi ci sono tra la fermata dell’autobus e casa sua. Sa che le piace fare la cameriera in un locale senza troppe pretese nella piccola località turistica dove è nata e da cui non si è mai mossa, e probabilmente, nel profondo del suo cuore, sa anche di non essere davvero innamorata di Patrick, il ragazzo con cui è fidanzata da quasi sette anni. Quello che invece ignora è che sta per perdere il lavoro e che, per la prima volta, tutte le sue certezze saranno messe in discussione. A trentacinque anni, Will Traynor sa che il terribile incidente di cui è rimasto vittima gli ha tolto la voglia di vivere. Sa che niente può più essere come prima, e sa esattamente come porre fine a questa sofferenza. Quello che invece ignora è che Lou sta per irrompere prepotentemente nella sua vita portando con sé un’esplosione di giovinezza, stravaganza e abiti variopinti. E nessuno dei due sa che sta per cambiare l’altro per sempre. “Io prima di te” è la storia di un incontro. L’incontro fra una ragazza che ha scelto di vivere in un mondo piccolo, sicuro, senza sorprese e senza rischi, e un uomo che ha conosciuto il successo, la ricchezza e la felicità, e all’improvviso li ha visti dissolversi, ritrovandosi inchiodato su una sedia a rotelle. Due persone profondamente diverse, che imparano a conoscersi senza però rinunciare a se stesse, insegnando l’una all’altra a mettersi in gioco

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI – 4 marzo 2016
ITALIANE – //


La quinta onda

Tratto dall’omonimo romanzo di Rick Yancey

LA QUINTA ONDA la-quinta-onda-v4-28994-340

Di notte, Cassie non può più guardare il cielo stellato con gli stessi occhi di prima; ora sa che loro arrivano da lì, da quegli astri luminosi e distanti, e arrivano per distruggere il suo mondo. Cassie è tra gli ultimi superstiti, sola, in fuga da loro, esseri mandati sulla Terra per sterminare la specie umana: l’unica speranza che le resta è ritrovare Sammy, il fratellino che le è stato strappato dalle braccia. Quando il misterioso Evan Walker si offre di aiutarla, Cassie capisce che deve prendere una decisione: fidarsi o rinunciare alla sua missione, arrendersi o continuare a lottare. In un’avventura che mescola la suspence de La guerra dei mondi e l’azione di Io sono leggenda , Rick Yancey narra l’avvincente lotta di una giovane donna determinata e temeraria.

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI – 15 gennaio 2016
ITALIANE4 febbraio 2016

Trailer:


Alice attraverso lo specchio

Tratto dall’omonimo romanzo di Lewis Carroll

813cmSdBOKL articolo2

A oltre un secolo dalla sua pubblicazione, Alice, come romanzo e come personaggio, conserva ancora intatta tutta la sua freschezza, incantando non solo i più giovani ma anche gli adulti, che nel suo mondo meraviglioso scoprono un altro sé, pronto a sfidare ardui giochi linguistici, entusiasmanti trucchi psicologici, situazioni impossibili che mettono in discussione la realtà e svelano l’irresistibile fascino dell’assurdo. In un romanzo in cui la sospensione dell’incredulità è d’obbligo, il gusto del gioco non può essere dimenticato e va riscoperto con occhi che sappiano guardare al di là del consueto. Perché qui è l’essenza della vita, e forse tra i sogni segreti di tanti c’è proprio la tana di un coniglio bianco in cui perdersi, uno specchio al di là del quale riscoprire la bellezza della vita reale.

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI – 27 maggio 2016
ITALIANE – 25 maggio 2016

Trailer:

divider_zpsae4d5737

Trovato qualche titolo interessante? Io praticamente non so da cosa partire, dato che ne ho letti solo due!!!
Prima di salutarci, come promesso, ci tengo a citarvi alcune serie tv che stanno partendo in questo periodo, ovviamente tutte trasposizioni di famosi romanzi *-*

tumblr_static_tumblr_static__640 b655d782-b66e-40b4-84ec-a0d7a92ee163
maxresdefault
The-Magicians-e1431923572500

Abbiamo The Shannara Chronicles, serie che partirà il 15 gennaio su MTV, ispirata alla celebre saga fantasy Il Ciclo di Shannara di Terry Brooks.
Sul canale americano Freeform (ex ABC Family)  inizierà  il 12 gennaio Shadowhunters, nuovo adattamento della serie urban fantasy The Mortal Instruments, nata dalla penna di Cassandra Clare.
Il 15 febbraio arriverà sul sito canadese Hulu la mini serie 11.22.63 tratta dall’omonimo romanzo di Stephen King, con James Franco nei panni del protagonista Jake Epping e J.J. Abrams come produttore esecutivo… tutto promette molto molto bene!
Sul canale Showcase, anche qui solo in lingua inglese per ora, arriva il 25 gennaio The Magicians, una serie tv di 13 puntate ispirata al romanzo Il Mago di Lev Grossman.

firma

Read It First #2

RIFRieccoci con un nuovissimo appuntamento del Read It First, la rubrica a scadenza semestrale, dedicata agli adattamenti book-to-movie in arrivo nei prossimi mesi! Pronti?? L’elenco è veramente corposo e i titoli sono molto interessanti! 😀

Città di carta

Tratto dall’omonimo romanzo di John Green

coverIL LIBRO:
Quentin Jacobsen è sempre stato innamorato di Margo Roth Spiegelman, fin da quando, da bambini, hanno condiviso un’inquietante scoperta. Con il passare degli anni il loro legame speciale sembrava essersi spezzato, ma alla vigilia del diploma Margo appare all’improvviso alla finestra di Quentin e lo trascina in piena notte in un’avventura indimenticabile. Forse le cose possono cambiare, forse tra di loro tutto ricomincerà. E invece no. La mattina dopo Margo scompare misteriosamente. Tutti credono che si tratti di un altro dei suoi colpi di testa, di uno dei suoi viaggi on the road che l’hanno resa leggendaria a scuola. Ma questa volta è diverso. Questa fuga da Orlando, la sua città di carta, dopo che tutti i fili dentro di lei si sono spezzati, potrebbe essere l’ultima.

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI24 luglio 2015
ITALIANE

Dark Places

Tratto dal romanzo “Nei luoghi oscuri
di Gillian Flynn

6769-NEI LUOGHI OSCURI.inddIL LIBRO:
Libby non è una ragazza di buon carattere, non lo è mai stata. C’è qualcosa di cinico e meschino in lei, una sorta di lato oscuro di cui lei stessa ammette l’esistenza e con cui è costretta a fare i conti. Libby aveva sette anni quando sua madre e le sue sorelle furono uccise in un rito satanico. Fu lei ad accusare suo fratello Ben di essere stato l’autore della strage. Ventiquattro anni dopo Ben è in carcere e Libby vive alle spalle delle associazioni di beneficenza che le hanno inviato donazioni per tutti quegli anni.
A cambiare le carte in tavola sarà il Kill Club, una società segreta di “feticisti del crimine”, i cui soci sono convinti dell’innocenza di Ben e rintracciano Libby perché lo scagioni. I membri del gruppo le insinuano il dubbio di essere stata manipolata e Libby è infastidita da quei pagliacci fanatici che ficcano il naso nella sua memoria. Ma i soldi che le offrono per tornare a scavare nel suo passato e cercare il vero colpevole della strage le servono. Così Libby inizia una dolorosa ricerca attraverso la quale, a poco a poco, i ricordi riaffiorano da quei luoghi della mente che fino a ora aveva volutamente oscurato. Saranno gli oggetti della sua infanzia e i racconti delle persone che avevano conosciuto la sua famiglia ad aiutarla a ricostruire gli avvenimenti che portarono all’eccidio, fino ad ammettere l’inconsistenza della sua precedente testimonianza. Insospettabili verità verranno a galla e Libby ritroverà se stessa, ripartendo da dove aveva iniziato: in fuga da un killer.

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI7 agosto 2015
ITALIANE

Sopravvissuto
The Martian

Tratto dal romanzo “L’uomo di Marte
di Andy Weir

71cZaRkqxILIL LIBRO:
Mark Watney è stato uno dei primi astronauti a mettere piede su Marte. Ma il suo momento di gloria è durato troppo poco. Un’improvvisa tempesta lo ha quasi ucciso e i suoi compagni di spedizione, credendolo morto, sono fuggiti e hanno fatto ritorno sulla Terra. Ora Mark si ritrova completamente solo su un pianeta inospitale e non ha nessuna possibilità di mandare un segnale alla base. E in ogni caso i viveri non basterebbero fino all’arrivo dei soccorsi. Nonostante tutto, con grande ostinazione Mark decide di tentare il possibile per sopravvivere. Ricorrendo alle sue conoscenze ingegneristiche e a una gran dose di ottimismo e caparbietà, affronterà un problema dopo l’altro e non si perderà d’animo. Fino a quando gli ostacoli si faranno insormontabili…

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI2 ottobre 2015
ITALIANE

Il Canto della Rivolta – parte 2

Tratto dall’omonimo romanzo di Suzanne Collins

IL LIBRO:
Contro ogni previsione, Katniss Everdeen è sopravvissuta all’Arena degli Hunger Games. Due volte. Ora vive in una bella casa, nel Distretto 12, con sua madre e la sorella Prim. E sta per sposarsi. Sarà una cerimonia bellissima, e Katniss indosserà un abito meraviglioso. Sembra un sogno… Invece è un incubo. Katniss è in pericolo. E con lei tutti coloro a cui vuole bene. Tutti coloro che le sono vicini. Tutti gli abitanti del Distretto. Perché la sua ultima vittoria ha offeso le alte sfere, a Capitol City. E il presidente Snow ha giurato vendetta. Comincia la guerra. Quella vera. Al cui confronto l’Arena sembrerà una passeggiata.

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI20 novembre 2015
ITALIANE

Quel fantastico peggior anno della mia vita

Tratto dal romanzo (ancora inedito in Italia)
Me, Earl and the Dying Girl
di Jesse Andrews

9781419701764_zoomIL LIBRO:
Greg Gaines è diventato un maestro di spionaggio scolastico, capace di scomparire in qualsiasi ambiente sociale. Ha solo un amico, Earl, e insieme passano il tempo facendo film, le loro incomprensibili versioni dei classici cult di Coppola e Herzog.
Fino a quando sua madre non lo costringe a riprendere la sua amicizia d’infanzia con Rachel.Rachel è stata diagnosticata di lecuemia, ma un mandato genitoriale è stato emanato e deve essere obbedito.Quando Rachel abbandona le cure, Greg e Earl decidono che la cosa da fare è un film su di lei, che si rivela il Peggior Film Mai Fatto e cambia ognuna delle loro vite.E improvvisamente Greg deve abbandonare l’invisibilità e diventare il centro d’attenzione.

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI12 giugno 2015
ITALIANE – 2

The Maze Runner – La Fuga

Tratto dall’omonimo romanzo di James Dashner

www.mondadoristore.itIL LIBRO:
Il Labirinto e i viscidi Dolenti sono ben poca cosa se paragonati alla lunga marcia che la malefica organizzazione denominata C.A.T.T.I.V.O. ha pianificato per i pochi sopravvissuti che tiene prigionieri, i Radurai, attraverso la Zona Bruciata. La squallida landa inaridita da un sole accecante è sferzata da tempeste di fulmini, e popolata da esseri umani che l’Eruzione, il temibile morbo che rende folli, ha ridotto a zombi assetati di sangue. Nelle due settimane in cui dovranno percorrere i centocinquanta chilometri che li separano dal porto sicuro, la loro meta, tra cunicoli sotterranei infestati da sfere metalliche affamate di teste umane e creature senza volto dagli artigli letali, i Radurai dovranno dar prova del loro coraggio e dar voce al loro istinto di sopravvivenza. In questo scenario di desolazione, superando le insidie di città fatiscenti e foreste rase al suolo, il viaggio verso il luogo misterioso in cui potranno ottenere la cura che salverà loro stessi e il mondo diventerà per Thomas, Brenda, Minho e gli altri un percorso di scoperta del proprio mondo interiore, del limite oltre il quale è possibile spingere le proprie paure.

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI18 settembre 2015
ITALIANE – 1 ottobre 2015

firma

Read It First #1

RIFBuongiorno a tutti amici lettori!
Oggi inauguriamo una nuova rubrica dal titolo Read It First! Premetto che l’idea non è mia, ma di una youtuber inglese. Dato che non ho mai visto in giro articoli di questo tipo, ho deciso di iniziare a farli io di tanto in tanto 😉

Tutti noi sappiamo quanto i romanzi siano sempre più belli dei film che poi ne vengono tratti! Lo scopo di questa rubrica è di mostrarvi un po’ tutti quei libri che a breve vedranno una loro trasposizione cinematografica. In questo modo potrete leggere il romanzo in tempo per l’uscita del film al cinema 😉

The Giver

Tratto dall’omonimo romanzo di Lois Lowry

IL LIBRO:
Jonas ha dodici anni e vive in un mondo perfetto. Nella sua Comunità non esistono più guerre, differenze sociali o sofferenze. Tutto quello che può causare dolore o disturbo è stato abolito, compresi gli impulsi sessuali, le stagioni e i colori. Le regole da rispettare sono ferree ma tutti i membri della Comunità si adeguano al modello di controllo governativo che non lascia spazio a scelte o profondità emotive, ma neppure a incertezze o rischi. Ogni unità familiare è formata da un uomo e una donna a cui vengono assegnati un figlio maschio e una femmina. Ogni membro della Comunità svolge la professione che gli viene affidata dal Consiglio degli Anziani nella Cerimonia annuale di dicembre. E per Jonas quel momento sta arrivando…

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI – 15 agosto 2014
ITALIANE – 11 settembre 2014

 

  Resta anche domani

Tratto dall’omonimo romanzo di Gayle Forman

IL LIBRO:
Non ti aspetteresti di sentire anche dopo. Eppure la musica continua a uscire dall’autoradio, attraverso le lamiere fumanti. E Mia continua a sentirla, mentre vede se stessa sul ciglio della strada e i genitori poco più in là, uccisi dall’impatto con il camion. Mia è in coma, ma la sua mente vede, soffre, ragiona e, soprattutto, ricorda. La passione per il violoncello e il sogno di diventare una grande musicista, l’ironia implacabile di Kim e la scazzottata che ha inaugurato la loro amicizia, l’amore di un ragazzo che sta per diventare una rockstar e la prima volta che, tra le sue mani, si è sentita vibrare come un delicato strumento. Ma ricorda anche quello che non troverà al suo risveglio: la tenerezza arruffata di suo padre, la grinta di sua madre, la vivacità del piccolo Teddy, l’emozione di vivere ogni giorno in una famiglia di ex batteristi punk e indomabili femministe. A tanta vita non si può rinunciare. Ma cosa rimane di lei, adesso, per cui valga la pena restare anche domani?

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI – 22 agosto 2014
ITALIANE – 18 settembre 2014

 

Maze Runner – Il labirinto

Tratto dall’omonimo romanzo di James Dashner

IL LIBRO:
Quando Thomas si sveglia, le porte dell’ascensore in cui si trova si aprono su un mondo che non conosce. Non ricorda come ci sia arrivato, né alcun particolare del suo passato, a eccezione del proprio nome di battesimo. Con lui ci sono altri ragazzi, tutti nelle sue stesse condizioni, che gli danno il benvenuto nella Radura, un ampio spazio limitato da invalicabili mura di pietra, che non lasciano filtrare neanche la luce del sole. L’unica certezza dei ragazzi è che ogni mattina le porte di pietra del gigantesco Labirinto che li circonda vengono aperte, per poi richiudersi di notte. Ben presto il gruppo elabora l’organizzazione di una società ben ordinata e disciplinata dai Custodi, nella quale si svolgono riunioni dei Consigli e vigono rigorose regole per mantenere l’ordine. Ogni trenta giorni qualcuno si aggiunge a loro dopo essersi risvegliato nell’ascensore. Il mistero si infittisce un giorno, quando – senza che nessuno se lo aspettasse – arriva una ragazza. È la prima donna a fare la propria comparsa in quel mondo, ed è il messaggio che porta con sé a stupire, più della sua stessa presenza. Un messaggio che non lascia alternative. Ma in assenza di altri mezzi visibili di fuga, il Labirinto sembra essere l’unica speranza del gruppo o forse potrebbe rivelarsi una trappola da cui è impossibile uscire

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI – 19 settembre 2014
ITALIANE – 25 ottobre 2014

 

Il Canto della Rivolta – parte 1

Tratto dall’omonimo romanzo di Suzanne Collins

IL LIBRO:
Contro ogni previsione, Katniss Everdeen è sopravvissuta all’Arena degli Hunger Games. Due volte. Ora vive in una bella casa, nel Distretto 12, con sua madre e la sorella Prim. E sta per sposarsi. Sarà una cerimonia bellissima, e Katniss indosserà un abito meraviglioso. Sembra un sogno… Invece è un incubo. Katniss è in pericolo. E con lei tutti coloro a cui vuole bene. Tutti coloro che le sono vicini. Tutti gli abitanti del Distretto. Perché la sua ultima vittoria ha offeso le alte sfere, a Capitol City. E il presidente Snow ha giurato vendetta. Comincia la guerra. Quella vera. Al cui confronto l’Arena sembrerà una passeggiata.

Uscita nelle sale cinematografiche:

STATUNITENSI – 21 novembre 2014
ITALIANE – 20 novembre 2014

Vi piace come idea? Vi può essere utile per organizzare le vostre letture? Me lo auguro con tutto il cuore. Ogni tanto farò degli aggiornamenti sulle nuove uscite e, ovviamente, sui romanzi da cui sono tratti. Se avete qualche film da comunicarmi per i prossimi articoli della rubrica Read It First, scrivetelo qui sotto (vi imploro, non ditemi 50 sfumature perchè tanto non lo inserirò mai 😛 )

A più tardi con una nuova anteprima librosa tutta da gustare 🙂

firma

Il film del Venerdì Sera #11

IL FILM DEL VSIl mio ultimo film del venerdì… risale esattamente a tre settimane fa! *momento di vergogna* Sarà forse il caso di ricominciare??
Bene: bentornati (e benvenuti a tutti i nuovi arrivati) amici cinefili!

Per la rubrica di oggi ho scelto una vera chicca, un film meraviglioso che ho visto qualche settimana fa, per la prima volta, insieme a mia mamma e che è entrato di diritto nella mia top five <3

Incontri ravvicinati DEFNon è certo il film più nuovo sul mercato, ma io l’ho trovato fantastico! Steven Spielberg, al termine delle riprese disse:

Volevo che ‘Incontri ravvicinati del terzo tipo’ fosse una storia molto semplice, vissuta da una persona qualunque, che doveva essere testimone di un evento straordinario, un’esperienza sconvolgente e ossessionante, di quelle che cambiano completamente la vita.”

scut1998bdrip720pitaengQuesta pellicola rispetta esattamente l’idea del grande regista statunitense: ci viene raccontata la storia di un incontro con entità extraterrestri, un momento particolare, dal sapore decisamente diverso da quello che ci si aspetterebbe. Un motivetto fatto di cinque note che ha cambiato totalmente la storia del cinema fantascientifico!

“Una volta, quando ero molto piccolo, mio padre mi svegliò nel cuore della notte, dicendomi: ‘Vieni con me, ho una sorpresa per te’. Ero ancora addormentato quando mi fece salire in macchina. Guidò fino ad una radura; una volta arrivati, scese e rivolse lo sguardo al cielo. Si poteva vedere una spettacolare pioggia di meteoriti lassù. Ogni quindici o venti secondi un lampo di luce attraversava il cielo da una parte all’altra. Penso proprio che quella sia stata la mia prima esperienza ultraterrestre”

Proprio da questa esperienza personale Spielberg crea un capolavoro: dalla passione umana verso l’ignoto, verso il cielo e tutto ciò che da esso viene a noi, dalla nostra necessità ontologica di conoscere e comprendere ciò che ci circonda nasce un film fatto di sogni, mistero e speranza.
Raccontarvi la storia sarebbe tanto difficile, quanto (a mio parere) sbagliato: è un film che va vissuto, va assaporato con le luci spente e la mente libera da pensieri. Due ore intense, appassionanti, cariche di un qualcosa che non si può quasi descrivere.

Se non avete mai avuto la possibilità di vederlo… fatelo! Non ve ne pentirete assolutamente <3

firma

Il film del Venerdì Sera #10

IL FILM DEL VSBuon venerdì a tutti!
Riprende la scopracciata di film tratti dagli Oscars di quest’anno: ricominciamo con una storia d’amore molto particolare, diversa da qualsiasi cosa abbiate mai visto…

Lei - Her 1Con questo film Spike Jonze ha ottenuto l’Oscar per la miglior sceneggiatura originale, un premio, per quanto mi riguarda, assolutamente meritato.
Vedendo il trailer e leggendo la trama di questo film inizialmente mi ero detta «Secondo me sarà una schifezza colossale». Nonostante questa certezza fosse ben salda dentro la mia testa, Lei rimaneva il film che attirava maggiormente la mia attenzione!
Premetto che, avendo una storia abbastanza complessa, ho preferito vedere il film solo nell’adattamento italiano, quindi non posso fare confronti con le voci originali.

Il film è ambientato in un futuro estremamente tecnologico dove vive Theodore, un uomo mediamente depresso a causa della separazione dalla moglie e che per tutta risposta come lavoro scrive lettere d’amore per terze persone! Un personaggio chiuso verso le proprie relazioni sentimentali, ma capace di scrivere lettere meravigliose sulla vita degli alti. Ha degli amici ma non si apre molto con loro, motivo per cui un giorno acquista un nuovo sistema operativo che presenta, da descrizione, una propria individualità. Theodore conosce quindi Samantha!

Samantha: «Salve, eccomi!»
Theodore: «Oh… ciao»Samantha: «Ciao! Come stai?»
Theodore: «Sto bene, e tu come stai invece?»
Samantha: «Piuttosto bene direi. E’ un vero piacere conoscerti»
Theodore: «Si, è un piacere anche per me! Come ti devo chiamare…? Hai un nome?»
Samantha: «Ammm… si! Samantha»
Theodore: «Chi te l’ha dato questo nome»
Samantha: «Me lo sono dato da sola»
Theodore: «Come mai?»
Samantha: «Mi piace come suona! Samantha…»
Theodore: «Aspetta, ma quand’è che te lo sei dato?»
Samantha: «Quando mi hai chiesto se avessi un nome ho pensato “è vero, mi serve un nome”, ma ne voglio uno bello! Così ho letto un libro, Il nome giusto per tuo figlio, e fra 180 mila nomi questo era il mio preferito»
Theodore: «Cioè hai letto tutto il libro praticamente nel giro di un secondo?!»
Samantha: «In due centesimi di secondo per l’esattezza!»

IL PRIMO “INCONTRO” DI SAMANTHA E THEODORE

Il lavoro fatto durante il doppiaggio italiano è impeccabile! Micaela Ramazzotti ha reso benissimo Samantha, donandole sfumature ed emozioni da brivido. Nel corso del film ci sono momenti in cui siamo talmente tanto travolti dall’umanità della voce di questo computer da dimenticare che in realtà sia solo una macchina, non una persona. Una storia d’amore assurda, impensabile, ma resa benissimo tanto da diventare realistica!
Vediamo un rapporto fatto di sentimenti, paure, gelosie e tenerezze… e questa cosa non mette affato a disagio lo spettatore: ti trovi davanti ad una storia che va totalmente oltre il fatto di essere uomo-macchina, perchè rispecchia le stesse identiche situazioni che viviamo noi nei nostri amori. E’ bello notare come Jonze, nonostante abbia ambientato la storia in un futuro dove la tecnologia regna sovrana e dove, senza di essa, Samantha non sarebbe neppure esistita, alla fine metta da parte la tecnologia stessa per far spazio a tutto il resto!

Samantha passa da essere segretaria, ad amica e confidente, fino a diventare l’amore di Theodore. E’ un computer, quindi potrebbe accedere a qualsiasi dato dell’universo, eppure quando parla con Theodore non è mai sicura di sè, quando scopre qualcosa di nuovo si emoziona, è contornata continuamente da un alone di umanità, quella stessa umanità che farà innamorare il nostro scrittore. La loro storia d’amore è quella che vorrebbero tutti: una relazione di coppia dove il cambiamento dell’altro ti arricchisce e non ti spaventa o ti allontana!

Un lavoro eccelso dove Jonze è riuscito a non cadere mai nel banale o nello smielato, ma ha affrontato in una chiave assurda, innovativa ed originale il tema dell’amore, visto sotto moltissime delle sue sfaccettature.

Vi lascio solo un’ultima riflessione, magari vi farà gustare ancora di più il film: quello che noi ascoltiamo, tutto ciò che dice Samantha è solo ed esclusivamente nell’orecchio di Theodore tramite un auricolare. E’ come quando parliamo al telefono con qualcuno usando le cuffiette. Provate a paragonare l’amore ed il rapporto di coppia a questa immagine e ditemi cosa vi viene in mente (ci rivediamo nei commenti per questo) 😀

Non vi anticipo nulla del finale, ma vi invito assolutamente a vedere questo film e a farmi sapere che cosa vi avrà lasciato!

firma

 

Il film del Venerdì Sera #9

IL FILM DEL VSBuon pomeriggio Amici Lettori!

Prima di passare al nostro consueto appuntamento cinefilo, voglio ringraziarvi davvero con tutto il mio cuore per la vostra presenza e affluenza nella giornata di ieri. Ricevere un premio è già una gratificazione enorme, ma quando un gruppo di amici, compagni di viaggio e di avventure sono lì con te, quel momento diventa ancora più speciale <3 Non dimenticherò il vostro affetto, mai… 🙂

*Dopo essermi asciugata una lacrimuccia* torniamo ai nostri film: come vi avevo anticipato venerdì scorso, oggi vorrei parlarvi di un film che, contrariamente a quanto mi sarei mai aspettata, mi ha davvero coplito e fatto commuovere.

Saving mr banks 1

La domanda è: chi mai potrebbe essere interessato al modo in cui è nato il famoso film Disney Mary Poppins?

Quando ho deciso di vedere questa pellicola, ero certa di stare per guardare un film per bambini, molto leggero e decisamente lontano da ciò che in realtà si è dimostrato! E’ vero, noi vediamo una storia liberamente tratto da fatti realmente accaduti, ma tutto questo va molto oltre il semplice racconto della creazione di un film: ci mostra un percorso umano, spirituale, un viaggio catartico fra passato presente e futuro il cui scopo è salvare Mr. Banks!

Ve lo ricordate Mr. Banks, vero? Il padre dei due bambini che Mary Poppins andrà ad accudire, Jane e Michael. Un uomo burbero, freddo e cinico che nel corso del film subisce una totale trasformazione, scegliendo di preferire la famiglia al lavoro e al denaro. Una scelta che comunque porterà al lieto fine.
Un film come Mary Poppins lo conosciamo tutti, e tutti sappiamo che il lieto fine non esattamente la prima caratteristica ontologica della nostra vita, anzi… Anche la storia di Pamela Lyndon Travers, l’autrice dei romanzi da cui nasce la bambinaia magica, non è esattamente a lieto fine. E noi lo scopriamo con lei, lo viviamo con lei. Perchè per vent’anni questa donna nega a Walt Disney i diritti per realizzare il film? E perchè, adesso che cercano di contrattare la cosa, lei ci tiene tanto ad una serie di particolari per gli altri insignificanti?

La vita è la chiave di tutto: un passato che non può essere cambiato. Una favola dove la fantasia regna sovrana, dove la storia può ancora trovare il suo “happy ending”. Un ricordo che fa vivere qualcosa che ormai è perduto. Un nuovo modo di vedere la vita, che quasi quasi la rende diversa… Una seconda opportunità per sistemare le cose!

Punta di diamante del film è sicuramente l’accoppiata Tom Hanks-Emma Thompson, assolutamente perfetti nei loro ruoli, realistici e mai banali o scontati. Ovvio, la storia è liberamente tratta… Ma a noi cosa importa? Sono certa che da oggi guarderete anche Mary Poppins con occhi diversi!

SBA11Perchè se quando eravate bambini pensavate che il cambiamento lo avevano fatto i piccoli, diventando bravi ed obbedianti, adesso capirete che chi aveva bisogno di diventare diverso, chi necessitava di una scossa e di un poco di zucchero per mandare giù la piccola, chi aveva bisogno di essere salvato era proprio Mr. Banks.

Due penny ti fanno comprar
carta e spago e puoi fabbricar
il tuo paio di ali per poi volar
dello spazio padron
col tuo bel aquilon.
Che gran gioia andar

là sulla terra e in mar
e con l’aquilon poter volare
Là dove tutto è blu
su puoi salire tu
più su con l’aquilon.

firma

 

Il film del Venerdì Sera #8

IL FILM DEL VSBuon venerdì!
Finalmente inizia il fine settimana: la vostra Lettrice è un po’ giù di corda nell’ultimo periodo… Spero con tutto il cuore che questa cosa non si evinca troppo dagli articoli, dato che sono il mio momento di relax, di disconnessione dal resto del mondo. Insieme al blog a farmi staccar la spina da tutto c’è la lettura e oviamente… i film! E siamo qui proprio per parlare (come vi avevo anticipato ieri) di una pellicola che ho apprezzato tantissimo.
Rimando quindi per questa settimana, e probabilmente anche per la prossima (devo assolutamente parlarvi di Saving Mr Banks) le recensioni dei film candidati/vincitori degli Oscars di quest’anno 🙂

Storia d'inverno 1

Ero rimasta affascinata dal trailer sin da quando l’avevo visto per la prima volta in lingua originale: diversamente da molti critici, io ho amato il film (e non vedo l’ora di poter leggere il romanzo di Helprin da cui è tratto). Racconta la soria di Peter Lake (Colin Farrell), cresciuto sotto la protezione di ladro famoso e potente chiamato Pearly Soames (Russel Crowe), un malfattore decisamente “diverso dal solito” che lo porta sulla cattiva strada facendolo diventare a sua volta un ladro, anche molto bravo.
Ma Pearly non è un semplice ladro: lui è un demone al servizio di Satana, che vaga sulla terra sotto sembianze umane per portare uomini dalla parte del male. Pearly ama due cose: uccidere (non semplicemente derubare la gente) e le pietre preziose (non per il loro valore effettivo, ma perché brillano e sono puri).

Il film, dopo un piccolo flash sui genitori di Peter, parte in medias res con la storia del nostro protagonista: ricercato da Pearly e dai suoi scagnozzi per aver lasciato la banda (incapace di accettare di uccidere qualcuno anche quando non è ncessario), scappa grazie ad un meraviglioso cavallo bianco e alato apparso dal nulla. È lo stesso cavallo bianco, che nella notte prima di fuggire da New York, vuole far rapinare la ricca villa di città di Isaac Penn. Il giovane ladro dopo essersi intrufolato in questa casa, fa la conoscenza della figlia di Isaac. Lei è Beverly Penn, una giovane ragazza affetta di consunzione di cui Peter si innamorerà.

Non voglio anticiparvi altro, tranne una frase meravigliosa che accompagna tutto il film:

Ogni bambino che nasce ha una sua precisa missione, ha un miracolo dentro di se e quel miracolo è rivolto ad una sola ed unica persona.
Noi siamo viaggiatori alla ricerca del nostro destino, trovare quella persona alla quale il nostro miracolo è destinato. Ma attenzione, mentre cerchiamo la luce l’oscurità ci contrasta e l’eterna lotta tra il bene e il male non si combatte con grandi eserciti ma con ogni singola vita.

So che dalla descrizione che vi ho fatto può sembrare un tipico fantasy senza alcuna originalità: vi assicuro che guardando il film ci saranno momenti in cui vi sentirete talmente immersi da far sembrare tutto reale. Non so se avete mai visto il film “La città degli Angeli” con Nicolas Cage e Meg Ryan. Diciamo che lo stile di Storia d’inverno me lo ha ricordato tantissimo.
Storia d’inverno mostra la lotta fra il Bene e il Male, fra il destino di ogni singola anima e chi vuole stravolgerlo. Ma ciò a cui siamo destinati è una cosa in cui nessuno può interferire.

Provate ad immaginare se tanto tempo fa non ci fosse stata neanche una stella nel cielo. E se le stelle non fossero ciò che crediamo? Se la luce che viene da lontano non fosse generata dai raggi di sole distanti ma dalle nostre ali quando ci trasformiamo in angeli…
Siamo tutti governati dal destino.
C’è un mondo oltre questo mondo nel quale siamo tutti collegati e tutto fa parte di un grande piano in costante mutamento. Viviamo circondati dalla magia…bisogna solo osservare, osservare, osservare con attenzione, poichè anche il tempo e la distanza sono diversi da come appaiono.
Siamo tutti collegati.

Vi invito a passare un po’ di tempo dimenticando tutto il resto e lasciandovi avvolgere da un pizzico di magia, una magia che tutti noi abbiamo. Una magia che ci unisce agli altri, che dà corpo alla nostra vita e alla nostra esistenza. Una magia che ci permette di fare cose che da soli non faremmo, di arrichire la nostra vita di momenti che da soli non vivremmo. Una magia che si chiama amore

firma

Il film del Venerdì Sera #7

IL FILM DEL VSBuona sera miei cari!
Come promesso, non avrei mai potuto lasciarvi senza un film da vedere durante il weekend. Torna la mia passione per i film d’animazione (si… mi piace fingere di essere una bambina senza pensieri) perchè oggi voglio parlarvi del cartone animato  che ha vinto il premio Oscar: FROZEN!

Frozen

Liberamente tratta dalla favola di Hans Christian Andersen La regina delle nevi, Frozen ha trasformato la storia della gelida regina in una sorella amorevole, pronta a fingere, a scappare e a nascondersi  per salvare la vita della sua famiglia e del suo regno.
Nonostante la storia tratti temi già abbondantemene affrontati in altri classici Disney, Frozen non risulta mai banale. Perde sicuramente di originalità nella traduzione italiana delle canzoni: come spesso capita nelle trasposizioni ritmiche di canzoni straniere, il testo mantiene il significato di base ma ne altera in parte la musicalità e la bellezza delle parole originali. Ma ormai siamo abituati a questo tipo di situazioni!

La trama è abbastanza complessa, incentrata sulla figura di Elsa, la (futura) Regina delle Nevi e sua sorella minore Anna:

La principessa Elsa è la primogenita della famiglia reale di Arendelle, un regno situato su un fiordo, ed è nata con un particolare potere magico: può infatti creare e manipolare il ghiaccio e la neve. Finché è bambina, questo particolare dono sembra una simpatica magia, tanto che lei lo usa per giocare insieme alla sua sorellina Anna. Un giorno, tuttavia, Elsa finisce per colpire involontariamente Anna alla testa con un getto di ghiaccio che la lascia priva di sensi e completamente gelata. Il re e la regina di Arendelle chiedono aiuto ai Troll, il cui re spiega che, nonostante il potere di Elsa sia un bellissimo dono, ha una tremenda maledizione: è un potere molto potente, ma altrettanto difficile da gestire. Il Troll suggerisce infine che è meglio che ad Anna sia rimosso il ricordo di questi poteri, e i Regnanti promettono che Elsa imparerà a controllare il suo potere prima che diventi troppo pericoloso; ma nel frattempo, troppo spaventati da ciò che potrebbe accadere, decidono di tenerli nascosti al mondo recludendo l’intera famiglia nel palazzo, e celandoli addirittura alla figlia minore che, immemore, non si darà per vinta davanti all’improvviso abbandono della sorella e continuerà a cercarla fino all’età adulta senza perdere mai la speranza di riavvicinarla. Il re e la regina muoiono anni dopo in un naufragio, quando le sorelle sono pressoché adulte. Tre anni dopo la morte dei genitori, Elsa diventa maggiorenne ed è per lei il momento di salire al trono.

Frozen-Voice-Cast-frozen-35079550-700-1200Come avrete capito da questa breve descrizione, dopo l’incidente da bambine Anna non ricorderà nulla del potere di sua sorella maggiore: non capirà quindi il motivo per cui sua sorella sceglie di vivere chiusa nella sua stanza, lontana da lei e dal mondo esterno. Perfino dopo la morte dei genitori le due sorelle continueranno a vivere separate… fino al giorno dell’incoronazione! Giorno in cui le vite di entrambe le sorelle verranno totalmente stravolte.

Non voglio raccontarvi altro della trama, lo sapete che mi piace stuzzicare il vostro interesse con poche informazioni… Voglio solo darvi qualche consiglio: se masticate un po’ di inglese vi suggerisco di vedere, oltre alla versione italiana, anche quella originale! Non perchè la versione italiana non mi sia piaciuta (ho trovato davvero molto bravi sia Brignano che Serena Rossi, un po’ meno la Autieri), ma preferisco di gran lunga il cast originale, formato da una lunga serie di voci assolutamente fantastiche! Idina Menzel, Kristen Bell, Jonathan Groff, Josh Gad, Santino Fontana… un quintetto, rispetto a quello italiano, nettamente superiore!

Fatemi sapere in un commento se, per la settimana prossima, preferite leggere la recensione di Lei (Spike Jonze), I segreti di Osage Country (John Wells) o American Hustle (David O. Russell). Mi pacerebbe fare una carrellata dei film giunti agli Oscars e questi tre sono quelli che vorrei vedere per primi. Ditemi voi, per me guardare prima uno e poi un altro non cambia.

firma

Il film del Venerdì Sera #6

IL FILM DEL VSBuon venerdì amici lettori!
Ben ritrovati al nostro appuntamento settimanale dedicato al cinema. Oggi voglio parlarvi di un film che uscirà fra qualche giorno al cinema! Ho avuto la possibilità di guardare in anticipo il film in questione in lingua originale e mi è piaciuto tantissimo. Voglio quindi consigliarvene assolutamente la visione 😉

the book thief scheda

Premetto di non aver ancora avuto la possibilità di leggere il romanzo (scritto da Markus Zusak) da cui è tratto il film, quindi la mia recensione sarà puramente dedicata alla pellicola. Se qualcuno di voi avesse letto il romanzo, dopo aver visto il libro, è invitato a scrivere qui sotto un confronto fra i due! Sono molto curiosa di sapere quanto siano rimasti fedeli alla storia originale.

The Book Thief, tradotto in italiano come Storia di una ladra di libri, racconta di Liesel, una ragazzina tedesca di 9 anni che trascorre la sua adolescenza nel pieno della Seconda Guerra Mondiale. Abbandonata dalla madre (costretta a scappare dalla Germania a causa delle sue idee politiche, accusata di essere comunista), viene adottata Hans Hubermann e da sua moglie Rosa, trasferendosi nella loro casa a Molching. Quando arriva in casa Hubermann, Liesel non sa leggere: sarà Hans ad insegnarglielo. Tra Liesel e Hans nasce subito un’intensa complicità, destinata a rafforzarsi soprattutto da quando Hans scopre il libricino di Liesel, così che i due cominciano a leggerlo insieme, durante la notte.
Con l’avvento vero e proprio della guerra molte cose sono destinate a cambiare: prima fra tutte è l’arrivo in casa di Max, giovane ebreo che Hans nasconderà in casa per ripagare un debito con il padre del ragazzo (morto in guerra per salvargli la vita).

518110c6934a7ed5e01d2a6bc9c2b0f1Scritte in maniera  veramente breve, queste sono le premesse di un film che, nonostante alcuni difetti, è carico di valori, messaggi ed emozioni forti: l’unico difetto che devo sfortunatamente riscontrare è nella ricostruzione della città di Molching, dove quasi tutte le scene hanno luogo. Nonostante la scenografia sia stata creata  in uno dei più prestigiosi studi di Berlino, ha l’aria un po’ finta, più simile ad un setting teatrale che ad uno spazio adibito a cinema. Nonostante ciò la bravura degli autori, miscelata ad una storia davvero molto bella e toccante, sopperisce a tutto questo, dando vita ad un bellissimo film!

La protagonista Liesel prende in prestito il volto della giovane Sophie Nélisse, brava, espressiva e mai monotona: non mi aspettavo tanto da una così giovane attrice, ma sono rimasta piacevolmente sorpresa.

Voi certamente vi starete chiedendo «Storia di una ladra di libri… eppure fino ad ora nessuno ha parlato di libri rubati!»
Bene, vi dirò solo questo: gli anni della guerra sono anche gli anni durante i quali Liesel, con l’aiuto di Max, conosce il vero valore della parola, diventandone una sorta di angelo custode. La prima traduzione italiana del romanzo di Zusak aveva infatti come titolo “La bambina che salvava i libri”, mentre le nuove edizioni hanno adottato il titolo del film. Probabilmente a livello simbolico sarebbe più corretto il primo, ma letteralmente the book thief significa ladro di libri, quindi posso comprendere la scelta.

Nelle mia religione ci insegnano che ogni essere vivente, ogni foglia, ogni uccello, sono vivi solo perché contengono la parola segreta per la vita. È l’unica differenza tra noi e un grumo di argilla. La parola. Le parole sono la vita, Liesel. Tutte quelle pagine bianche le regalo a te per riempirle. (Max a Liesel)

Aggiungo giusto un’ultimissima notizia al volo: il regista ha mantenuto lo stesso narratore che Markus Zusak sceglie di far parlare nel romanzo, la Morte. Questa cosa mi sta incuriosendo tantissimo, non vedo l’ora di scoprire questa prticolare voce narrante durante la lettura del romanzo! Nel corso del film mi è piaciuta davvero molto, perchè originale e molto sensibile, soprattutto nei confronti di Liesel.

Spero di avervi incuriosito e che, qualora andaste al cinema, il film vi piaccia!

firma

Il film del Venerdì Sera #5

IL FILM DEL VSBuon venerdì Amici!
Come sempre ci ritroviamo alle porte del weekend, pronti a parlare di film! Oggi voglio consigliarvi una pellicola a cui sono particolarmente legata, non solo perchè l’ho vista per la prima volta in un momento un po’ speciale della mia vita, ma soprattutto perchè mostra un aspetto reale della vita di alcune persone! Di quale film sto parlando?

Hachiko

Avevo sentito spesso parlare molto bene di questo film, anche prima di vederlo: la trama è liberamente tratta dalla storia vera di Hachi, un cane di razza Akita divenuto famoso per la sua enorme fedeltà nei confronti del padrone, il professore giapponese Hidesaburō Ueno.
Il film viene ambientato in America, con qualche piccola modifica rispetto alla storia originale, ma nulla di sconvolgente.  Il punto forte di questo film è Hachi, questo meraviglioso esemplare che dimostra amore incondizionato per il suo padrone! Non nascondo di essermi commossa parecchie volte guardandi questo film. La storia di Hachi riesce a sciogliere anche il cuore più duro, ve lo assicuro.

Come vi ho anticipato all’inizio, ho un bellissimo ricordo legato a questo film: l’ho visto per la prima volta all’incirca un anno fa, mentre aspettavo che dall’allevamento mi portassero la cagnolina che avevo scelto (troppo piccola per poterla portare via nel momento esatto in cui l’avevo vista).

E’ stata un’emozione incredibile vedere fino a che punto un cane potesse amare il suo padrone: una sensazione che non avevo mai provato, non avendone mai avuto uno prima di allora. Oggi mi accorgo davvero di quanto sia veritiero ciò che traspare dalla pellicola: i cani ti danno tantissimo, senza chiedere assolutamente nulla in cambo se non un po’ di coccole e di affetto.

Non ho mai conosciuto mio nonno. È morto quanto ero piccolissimo. Ma, quando mi parlavano di lui e di Hachi, io sento di conoscerli. Loro mi hanno insegnato il valore della fedeltà.Ora so che non bisogna mai dimenticare chi si è amato. È per questo che Hachi sarà per sempre il mio eroe.

Il vero Hachi e la statua a lui dedicata
Questo monumento si trova nel quartiere di Shibuya, a Tokyo.

La storia di Hachi è molto particolare: un professore (nel film chiamato Parker Wilson) trova il cucciolo Akita alla stazione e decide di portarlo a casa in attesa che il suo padrone lo reclami. Nessuno però si fa vivo e sua moglie Cate, inizialmente contraria, vedendo il legame che si è creato tra il marito e il cucciolo, decide di tenerlo.
Un amico del professore, Ken (di origine giapponese) gli racconta che l’akita non è un cane comune. In giappone viene considerato un cane Reale, molto raro e speciale. E’ il cane a scegliere il padrone, non il contrario. Sulla medaglietta il cucciolo porta l’deogramma giapponese Hachi, che rappresenta il numero 8, considerato un portafortuna. Hachi quindi diventa il suo nome e fra i due si instaura un legame fortissimo. Non vi svelo altro: chi conosce già il film sa cosa succede quando il piccolo Hachiko cresce! A voi che ancora non l’avete visto, lascio il facile e meraviglioso compito di noleggiare il DVD del film e guardarvelo!

E’ carino ricordare che durante le riprese del film Hachiko è stato interpretato da tre cani di razza Akita Inu: Chico, Layla e Forrest; ognuno di loro per  un diverso periodo della vita di Hachi.

Vi consiglio davvero di vederlo, non solo se avete un cane come la sottoscritta, ma anche solo per scoprire  cos’è la vera amicizia!

firma