Calendario dell’Avvento #19

Buon pomeriggio Lettori,
come procedono i preparativi per le feste? Spero alla grande!
Dato che il Natale è una ricorrenza da passare in compagnia, oggi ho alcuni ospiti speciali, che sicuramente conoscerete già se siete frequentatori assidui de Le Parole Segrete dei Libri.

In diretta dalla casa di Babbo Natale *si si, sogna pure Lettrice* ci sono Chiara del blog A zonzo fra le pagine, Vittorio di Ordine e Caos e infine Marco (UmanoAlieno) dal blog Dubbi Alieni.  Avanti, non fate i timidi, questa è anche un po’ casa vostra!

VITTORIOVittorio: Non faccio il timido. Anzi, già che ci siamo: è pronta l’e-zine?
Ehm…. Vit, al momento sto canalizando le mie energie verso un altro progetto (dovresti saperlo!) ma a brevissimo sarà finito! *giurin giurello*
Vittorio: Sempre la risposta pronta. Povero me! Povero me! XD
Non lamentarti boss, altrimenti l’e-zine te lo puoi anche scordare *ahahahah risata diabolica*

CHIARAChiara: Il nostro Vittorio fa il direttore stalker XD A rapporto gente 🙂
Ciao bilancina <3 adesso manca solo quel Grinch Alieno di Marco!!! Probabilmente si sarà perso in qualche sciame di meteore! Meglio iniziare a parlare del vero motivo per cui siete qui!
Chiara: Giusto, giusto… questione di priorità!

Se vi è capitato di fare un salto sui blog dei miei tre colleghi e amici, avrete certamente notato qualche strano annuncio in merito ad uno specialissimo regalo di Natale da parte nostra… Abbiamo disseminato indizi qua e là: cosa sarà mai questo regalo?

MARCOMarco: Eccomiiiiiii!!! Scusate il ritardo 🙂
Sei sempre il solito, si può sapere che fine avevi fatto?? Qui stiamo già parlando del super regalo per i nostri lettori!
Marco: Di già?! Non potevate aspettare qualche altro momento… ufffffffff!
Non sbuffare! La nominata del brontolone è solo di Vittorio XD

…Come stavo dicendo, abbiamo preparato un regalo davvero speciale per tutti voi, che durante l’anno ci avete seguito e supportato!
Vittorio: Abbiamo unito le nostre menti per creare qualcosa di divertente e che potesse piacervi!

Proprio come ha scritto Vit sul suo blog “quattro menti e otto mani” che sono riuscite a mettere insieme… Chissà cosa!!! 😛
Chiara: Per noi è stato come recitare a teatro e speriamo con tutto il cuore che possiate gradire “lo spettacolo”!
Shhhhhh Chiara, non possiamo dire nient’altro! Se no, che sorpresa è?!

Marco: Vi aspettiamo proprio qui… 

Lunedì 22 DICEMBRE
su Le Parole Segrete dei Libri

per scartare (o forse non del tutto) il nostro regalo 😀

Credo che i nostri lettori ora saranno ancora più confusi di prima!
Chiara: Probabile! XD
Lunedì noi saremo tutti riuniti davani al camino per consegnarvi il nostro regalo, vi aspettiamo numerosissimi! <3

CHRISTMAS IS COMING!

 

Calendario dell’Avvento #11 e #12

Caro Babbo Natale…

dear santa

Buon pomeriggio Lettori!
I piani per la giornata di ieri erano ben diversi da come poi sono andate realmente le cose… Tra avvisi inaspettati e boss rompini che non la smettono di dire “è da ottobre che aspetto un tuo articolo” (cit. Vittorio Tattisì ragazzi, è proprio un puffo brontolone: rassegnamoci!) la casella del Calendario di ieri è andata in fumo…
Ma oggi sono qui per rimediare!

Se vi dicessi che nella lista dei desideri per Babbo Natale potete inserire solo 3 doni… Cosa chiedereste?

Caro Babbo Natale,
Sarei un’ipocrita colossale se, solo per fare bella figura con chiunque dovesse leggere queste poche righe, ti chiedessi tre doni solo per gli altri! Sarebbe una bellissima scelta, in perfetta sintonia con lo spirito di amore che riempie i cuori il 25 dicembre… ma, ammettiamolo, decisamente poco realistica!

Quindi un regalo, me ne basta uno, lo terrò per me. Gli altri due so già bene come usarli! *ma siamo sicuri che stia parlando con Babbo Natale, mi sembra più il genio della lampada… Mah, chi li capisce questi Claus di oggi!*

Bene, il mio primo regalo dovrai cederlo a Mamma Lettrice, tu sai chi è 😉 per lei vorrei tanto il giro del mondo in 80 giorni (e non perchè voglio toglierla da davanti alle balls per due mesi e mezzo, sia chiaro)!!!
Un viaggio è quel regalo meraviglioso che oggi come oggi non potrei mai farle, ma vorrei davvero tanto! <3

Il mio secondo regalo dovrai farlo in tanti micro pezzettini e portarlo in giro per l’Italia! Ci sono tanti amici che vorrei abbracciare, ma la lontananza me lo impedisce: caro sig. Claus, toccherà a te volare di porta in porta e riempirli di coccole. Non saltarne neppure uno, mi raccomando!!! La lista è in allegato alla lettera 😀

L’ultimo regalo è quello per me: immagino già cosa ti starà passando nella testa (una mega libreria, saper guidare decentemente, un’idea brillante per uno scritto, una vincita alla lotteria…), ma ahimè, devo deluderti o forse no
Caro Babbino *molto “alla Littizzetto” questa eheheh*, per il 2015 vorrei un po’ di serenità! Portamela come vuoi, sotto forma di polvere di fata, di granelli di stelle, di campanelle magiche o di sorrisi, scegli tu: l’importante è sapere che l’anno che viene sarà bello, tranquillo, magari con qualche soddisfazione sparsa qua e là!
Lo so che gli intoppi nella vita sono dietro l’angolo, e non mi aspetto di vivere 365 giorni perfetti, ma se la maggior parte fossero anche solo vicini alla perfezione mi basterebbe… ci provi ad esaudire il mio desiderio?

Chiedo troppo? Forse… ma che importa! Sognare non ha mai fatto male a nessuno ^_^

Nella vostra letterina cosa c’è scritto?  Sono curiosa!!! 😀

 

Calendario dell’Avvento #10

Inizierò con l’uomo nello specchio
gli ho chiesto di cambiare la sua strada
e nessun messaggio può essere più chiaro
“Se vuoi rendere il mondo un posto migliore
guarda te stesso e fai un cambiamento”

MAN IN THE MIRROR (Michael Jackson)
Tratto dal film Joyful Noise

Non è una canzone natalizia… ma ha tanto da insegnare! <3

Calendario dell’Avvento #7 e #8

Ciao a tutti e buona festa dell’Immacolata! 😀

La giornata di ieri si è rivelata più impegnativa di quanto mi aspettassi, e non sono riuscita ad aprire il blog neppure un momento! *immensa tristezza* Oggi quindi si ripara subito con un super post!
Una delle cose che amo di più delle vacanze natalizie è lo stare insieme, magari in poltrona con una bella coperta sulle gambe, a guardare film <3 non che non ne guardi durante il resto dell’anno, anzi! Però ho la mia lista personale di immancabili pellicole da vedere nel mese di dicembre, quindi oggi ve ne presenterò alcune (divise, per vostra comodità, in categorie)!

Un bacio sotto il vischio

La prima categoria racchiude le commedie romantiche ambientate nel periodo natalizio. Concedersi un po’ di dolcezza è una cosa importante, e trovo che questo genere di film regalino un sorriso speciale durante l’attesa del 25 dicembre.

Family_man_movieTHE FAMILY MAN

Adoro questo film! La storia è incentrata su Jack Campbell (Nicolas Cage), un uomo di successo di Wall Street, a cui viene data la possibilità di dare “un occhiatina”, ovvero di vedere ciò che avrebbe potuto essere se avesse preso una decisione diversa 13 anni prima. Cosa farà Jack: continuerà ad essere un ricco scapolo stakanovista, o rimpiangerà la famiglia e gli affetti che, in un’altra vita, avrebbe potuto costruire insieme a Kate (Tea Leoni), la donna che amava?

4918_bigL’AMORE NON VA IN VACANZA

Una commedia davvero carina, che segue la storia di due donne: Iris (Kate Winslet) e Amanda (Cameron Diaz). La prima è una giornalista inglese, la seconda una ricca produttrice americana di trailer cinematografici. Entrambe molto sfortunate in amore.
Dopo essersi conosciute online, decidono di scambiarsi le case per le vacanze natalizie. Lo scopo? Dimenticare le rispettive delusioni amorose e staccarsi dalla propria quotidianità. Ne uscirà fuori molto più di ciò che si aspettano!

Babbo Natale esiste!

La seconda categoria è dedicata a quella serie di pellicole incentrate sulla magica figura di Santa Claus.

displaymedia.php-MIRACOLO NELLA 34ª STRADA

Remake dell’omonimo film del ’47, è in assoluto il mio film di Natale preferito e solitamente lo rivedo più di una volta nelle settimane che precedono il grande giorno <3 Ci mostra la storia del signor Kris Kringle (Richard Attenborough), il vero Babbo Natale, che per una serie di vicissitudini, si trova a dover interpretare se stesso in un grande magazzino. La piccola Susan (Mara Wilson) , figlia dell’addetta marketing del magazzino, non crede nella sua esistenza, e per Kris diventa una sfida quella di convincere non solo la bambina, ma anche la mamma di essere il vero Babbo Natale.

Polar_expressPOLAR EXPRESS

Un film speciale, che a mio parere incarna a pieno l’essenza magica, infantile e spensierata della notte di Natale. Esageratamente penalizzata dalla critica (e non ho mai compreso il perchè), questa pellicola racconta la storia di un bambino che come tanti altri, crescendo, smette di credere a Babbo Natale. Lo scopo del viaggio sul Polar Express è quello di provare l’esistenza del grande omone con la barba bianca e ricominciare a sentire le magiche campanelle della sua slitta. Una favola ben costruita che fa tornare tutti i grandi un po’ bambini <3

Un_magico_Natale_a_Manhattan_2011UN MAGICO NATALE A MANHATTAN

Un film per la TV davvero tenero, incentrato sulla ricerca della magia del natale, dei veri sentimenti e dell’amore sincero. La protagonista di questa storia è Mamma Natale, la Signora Claus! Sotto falso nome di Mrs Clausburger, l’adorata moglie di Babbo Natale comincia a fare la governante in una famiglia sulla via dello sfacelo: genitori in piena crisi verso il divorzio, una figlia adolescente che si rifiuta di avere contatti con il mondo e un bambino piccolo alla ricerca di affetto che non riesce a trovare. Un pizzico di magia potrà riportare tutte le cose al loro posto? 🙂

MV5BMTEzNzU1MTMxMjNeQTJeQWpwZ15BbWU4MDU3MTI3NDAx._V1_SX640_SY720_ANGELS SING
UN ANGELO ALLA MIA PORTA

Mettete insieme un triste ricordo legato al Natale,  un uomo che ha bisogno di far pace con il suo passato, un cast ricco di grandi nomi della musica americana, un pizzico di magia natalizia e un evento che cambierà tutto! Poche parole, piccole premesse per un film che mi ha fatto commuovere molto più di quanto mi sarei mai aspettata!
Ovviamente, ci sarà anche il nostro Santa Claus, ma… non esattamente come ce lo si aspetta 😉

A Natale tutto può succedere…

Dagli adattamenti cinematografici del racconto Dickensiano, alle storie più dolci… questa terza categoria mostra tutti i meravigliosi e straordinari miracoli del Natale 🙂 Tante vite che cambiano, sarà forse una coincidenza? ^_^

00806006UNA POLTRONA PER DUE

Grande classico dei film natalizi, se non lo trasmettono in tv almeno una volta non sono contenti… e non lo siamo neppure noi! Inutile che vi racconti la storia: tutto parte da una scommessa, fatta da due grandi proprietari di una società finanziaria, i Duke & Duke, secondo la quale due persone, una presa dai bassi fondi e una dall’alta società, se scambiate di posto nel giro di poco diverrebbero la prima un gentleman di grande ingegno e la seconda un delinquente. Sarà vero oppure no? 😀

A CHRISTMAS CAROL & Co

Ecco tutti gli adattamenti cinematografici del famoso Canto di Natale di Dickens che non posso non rivedere in questo periodo!

mickeys-christmas-carol SOS Fantasmi 12061_big

20936ANGELI CON LA PISTOLA

Un altro CAPOLAVORO della filmografia natalizia! Remake di un film dello stesso Capra, Angeli con la pistola è una favola moderna, recitata in maniera impeccabile da un cast eccezonale, ricca di scene indimenticabili e un finale stupendo e inaspettato.
Grandi nomi del cinema (Glenn Ford, Bette Davis, Peter Falk, Thomas Mitchell, e tanti altri) in una storia dolcissima fatta da gangster e gente di strada, nobili, ballerine e giudici maghi del biliardo… Un mix di personaggi, equivoci e situazioni comiche per un film genuino, divertente e sognatore <3

 Buona visione a tutti!

Calendario dell’Avvento #6

Buongiorno miei adorati Lettori,
Oggi ho lasciato la piccola Necile a riposare e sono tornata a chiacchierare con voi!

Questa mattina, aprendo la porta di casa, ho trovato sul pianerottolo una vaso di Poinsettie. Non ho idea di chi l’abbia messa lì, se un vicino o qualcun altro… non importa! Mi piace che una pianta, simbolo di amore, di fiducia e carità venga messa in un luogo freddo e grigio come questo senza chiedere nulla in cambio <3

6 dicembre
“Se hai dimenticato le parole

per pregare, per avvicinarti al
Cielo, raccogli un mazzo di
Stelle sulla collina di Taxco,
portalo nella tua casa e
accendi una candela: sarà il
miracolo della notte di
Natale.

Da un antico canto messicano

Sono numerose le leggende legate a questo fiore: dalla prima storia Azteca secondo cui alcune gocce di sangue una loro divinità, morta per amore, avessero tinto i petali del fiore di rosso, o ai racconti messicani, grazie ai quali in quelle zone prende il nome di “Flores de Noche Buena”, fiore della Notte Santa, perchè sbocciato per la prima volta proprio il 25 dicembre.

A me piace moltissimo il racconto della piccola bambina povera. La leggenda è ambientata durante la notte della Vigilia, quando tutti i credenti si riuniscono in chiesa per celebrare la Santa Messa.

Immaginate una chiesetta di campagna, dove tutti i fedeli lì riuniti indossano vesti sfarzose, ricche di colori e luccichii. In fondo, nascosta in un angolino, c’è una famiglia povera – mamma, papà e una bambina – vestita con abiti semplici, molto modesti, che segue con grande raccoglimento la cerimonia.
Giunti al momento dell’offertorio, tutti in chiesa si alzano per portare davanti all’altare grandi doni, regali costosi, offerte cospicue… tutti, tranne quella famiglia, troppo povera per potersi privare di qualunque cosa.

Intristita da quella scena, la bambina comincia a piangere, chiedendo al Signore cosa potergli donare, lei che non aveva nulla da dar via. Una voce dall’alto le dice: «Va fuori, piccola, e raccogli quelle sterpaglie che sono accanto alle scale della chiesa… poi portale sull’altare! Quello sarà il tuo dono per Me».
Subito corre fuori, strappa le erbacce che erano appena fuori il portone e torna dentro. Poi corre verso l’altare, portando in mano quelle brutte erbacce. La gente che la guarda e ride di lei, sporcatasi per strappare le piante, malconcia e gracilina.

Non appena posa le piante ai piedi dell’altare, tutti si ammutoliscono, vedendo che da quelle orribili sterpaglie vengono fuori dei meravigliosi fiori color rubino. Così, da un gesto di pura bontà d’animo della bambina sono nati i fiori simbolo del Natale <3

Calendario dell’Avvento #4

Buongiorno Lettori!
bd51e83b73c5b6bb2889b07a42089859Oggi vorrei tornare un pochino con i piedi per terra… Siamo solo al 4 dicembre, e mi sembra sia già arrivato il momento di dire la verità! *non che non mi piaccia la fantasia, mondo da cui io stessa provengo, ma voi non siete elfetti come me*

La vita non è una favola! Su questo concordiamo un po’ tutti… Non esistono principi con il cavallo bianco, non ci sono le famiglie del Mulino Bianco, non si risolvono i problemi con una bacchetta magica, nè tantomeno basta una festa come il Natale per cambiare il mondo e renderlo migliore!
Con questo, tuttavia, non voglio sminuire tutti i discorsi fatti fino ad ora! *No no no… io non cambio mai idea* Anzi, li voglio rafforzare: vorrei che si provasse davvero a rendere più bella una festa che di anno in anno diventa arida e priva di spirito!

Quindi vi propongo un gioco!
Vorrei che ognuno di voi commentasse questa tappa del Calendario con una foto, una frase, un estratto libresco… una qualsiasi cosa che descriva cosa dovrebbe essere il Natale!

L’estratto che ho scelto è davvero molto speciale: non parla del Natale, nè tantomeno è tratto da un romanzo ambientato in questo periodo. Tuttavia rappresenta molto bene quei sentimenti veri di affetto, gioia e amore che tutti dovrebbero provare durante queste festività.

Rimasero così, senza aver voglia alcuna di sciupare quel momento che appariva così vero, giusto, da non poter essere spezzato o spazzato via. Quell’attimo di pace era il simbolo e la certezza di una felicità condivisibile. Laddove due anime sembravano volersi unire fra i silenzi e la poesia e nella magia di un momento.

tratto da IL FIGLIO RIBELLE
di Cristina Zavettieri

 Voi che estratto scegliereste? <3

Necile

Calendario dell’Avvento #3

Ciao a tutti <3
Roberta Topini 2Sono ancora io, Necile! Non vi libererete tanto facilmente di me *non prima di Natale, almeno* hihihi!

La vostra amica Lettrice mi ha incaricato di dirvi una cosina al volo prima di passare alla casella di oggi del Calendario. Dato che sono una smemorina, meglio farlo subito, altrimenti… Mi ha chiesto di ringraziarvi tanto tanto tanto perchè aumentate ogni giorno di più, sia qui sul blog che sulla pagina Facebook! <3

Vi rivelo un supersegreto: se per caso doveste diventare tanti quanti un numerino che la Lettrice ha in testa, lei vi direbbe chi è!!! *shhhhhhh è un segreto segretissimo che non avrei mai dovuto dirvi, quindi… acqua in bocca!!!*

divider_zpsae4d5737Ma torniamo al nostro viaggio libroso (e non) attraverso la magia di questa bellissima festa!

Non ho voglia di tuffarmi
in un gomitolo di strade
Ho tanta stanchezza
sulle spalle
Lasciatemi cosi
come una cosa posata
in un angolo
e dimenticata
Qui non si sente altro
che il caldo buono
Sto con le quattro
capriole di fumo
del focolare

Dolci e malinconiche allo stesso tempo le parole del grande Ungaretti che, in licenza dalla guerra, può finalmente gustare un momento di tranquillità davanti al caminetto, dove il fuoco e le sue capriole lo fanno sentire a casa. Nonostante il mare di tristezza legata a questi versi e alla guerra che Ungaretti stava combattendo, amo molto questa piccola lirica perchè porta con sè una delle bellezze del Natale. Il calore.

429534_2784326096779_2026642811_nChe venga da un fuoco acceso nel camino o da un abbraccio affettuoso, il calore che sentiamo in questo periodo è davvero particolare, perchè scalda il cuore più di altri. Pensate, per esempio, a quante volte ci capita durante l’anno di incontrare qualcuno per strada, dire solo un freddo “Ciao!” e andare avanti a passo svelto perchè abbiamo altre mille cose da fare.
A Natale, anche se per molta gente è solo una festa comandata, siamo soliti scambiarci gli auguri. Provate ora ad immaginare la scena nella vostra mente: vi fermate, vi avvicinate all’altra persona, le stringete la mano o magari gliel’appoggiate sulla spalla e, a quel punto, vi scambiate gli auguri… Ecco! Proprio in quel momento, in quell’attimo in cui vi siete sfiorati avete sentito calore.
Forse era solo per il contatto, o magari perchè un sorriso e una parola gentile ci riempiono un po’ il cuore… Non importa quale spiegazione vogliate dargli, l’importante è che il calore ci sia! 😀

 Necile

Calendario dell’Avvento #2

Buongiorno Elfi… ops! Lettori 🙂
Benvenuti alla seconda tappa del nostro Calendario! Per la giornata di oggi ho pensato di portarvi nel meraviglioso mondo della musica *adoro le canzoni natalizie, le canterei tutto l’anno… voi no??*

La canzone di oggi *si si, ce ne saranno tante altre* è un vero concentrato di Magia del Natale! La bellezza del confronto fra un bambino sfortunato che non ha mai davvero vissuto un Natale e una bambina che con la sua dolcezza non può fare altro che catturare il cuore di chiunque!

Poi ci sono scatole di pacchi un gran via vai,

Sono tante cose belle ma non le ho viste sai,

Non sò più se dormirò mi sento molto lieve

HO BISOGNO DI MAGIA

bd51e83b73c5b6bb2889b07a42089859Potrà sembrare una grande banalità, ma davvero il Natale non è solo grandi mangiate, grandi bevute e soldi che volano da una parte a l’altra! Per quanto sembri incredibile al giorno d’oggi, Il Natale è un concentrato di sentimenti veri, una batteria a cui attingere dopo essersi scaricati durante tutto l’anno, perchè costantemente circondati da persone che ci fanno dimenticare cosa significhi essere BUONI!
Scoprirete che basta molto molto poco per tornare ad essere un po’ bambini e vivere in maniera diversa questa festa <3 Io, piccola Elfa senza macchia e senza paura proverò a farlo! E voi?

 Necile

Calendario dell’Avvento #1

Roberta Topini*toc toc* E’ permesso?
Salve, mi chiamo Necile e sono una piccola elfa del Polo Nord!

Ho un nome speciale, sapete… Si racconta che quando Nicholas fu abbandonato nei boschi ancora neonato, una ninfa di nome Necile lo abbia allevato nel mondo della magia, rendendolo il Babbo Natale che tutti oggi conosciamo.

*Ma che sbadata che sono, sciocchina sciocchina* Vi starete chiedendo perchè ci sia io qui, e non la vostra Lettrice!
Beh, è facile… Sarò proprio IO a condurvi in un’avventura speciale che ci porterà al 25 dicembre! E’ stata proprio Lettrice ad invitarmi: pensava che fossi molto più adatta di lei in questo genere di cose *effettivamente lei non ne ha mai fatte, è davvero inesperta, avrebbe provocato un colossale disastro rovinando il Natale a tutti!!!!*

Ok ok… mi calmo! *respira, fiuuuuuuu*

Il primo tassello di questa avventura
vi parla di un uomo dal cuore gelato
rimasto da solo, incapace di amare
ma presto il Natale lo tramortirà!

scrooge«Sono tutte fesserie!», disse Scrooge. «Non ci voglio credere.»
Però cambiò colore allorché, senza una pausa, qualcosa attraversò la porta pesante ed entrò nella stanza davanti ai suoi occhi. Al suo arrivo, la fiamma morente avvampò, come se avesse voluto gridare: «Lo conosco, è lo spettro di Marley!», e poi ricadde.
«Allora!», disse Scrooge, caustico e freddo come sempre. «Che cosa vuoi da me?»
«Molto.» Era la voce di Marley, non c’era dubbio.
«Chi sei?»
«Chiedimi piuttosto chi ero.»
«Chi eri, dunque?», disse Scrooge, alzando la voce. «Sei pignolo per essere un’ombra.»
«Da vivo, ero il tuo socio, Jacob Marley.»
«Sei incatenato», disse Scrooge, tremando. «Dimmi il perché.»
«Porto la catena che ho forgiato in vita», replicò lo Spettro. «Sono io che l’ho fatta, un anello dopo l’altro, un braccio dopo l’altro; sono io che me la sono cinta di spontanea volontà e di spontanea volontà l’ho portata. Ti pare strana?»
Scrooge tremava sempre di più.
«O non conosci forse», proseguì lo Spettro, «il peso e la lunghezza della catena che tu stesso porti? Aveva la stessa lunghezza e lo stesso peso di questa già sette Natali fa. Da allora ci hai lavorato ancora. È una catena imponente!»

******

Marley«Io sono qui stasera per ammonirti che per te esiste ancora la possibilità e la speranza di sfuggire al mio destino: una possibilità e una speranza che io ti ho procurato, Ebenezer.»
«Sei sempre stato un buon amico per me», disse Scrooge. «Ti ringrazio!»
Lo Spettro riprese: «Sarai visitato da tre Spiriti».
Il viso di Scrooge si abbatté quasi quanto quello dello Spettro. «È questa la possibilità e la speranza di cui parlavi, Jacob?», chiese con voce tremante.
«Proprio così!»
«Io… io preferirei di no!»
«Senza la loro visita», disse lo Spettro, «non puoi sperare di evitare la strada che sto percorrendo io. Aspetta il primo domani, quando l’orologio suonerà l’una.»
«Non potrei averli tutti e tre insieme e farla finita subito, Jacob?», suggerì Scrooge.
«Aspetta il secondo la notte successiva alla stessa ora. Il terzo la notte seguente, quando cesserà di vibrare l’ultimo colpo delle dodici. Non contare di rivedermi: e cerca, nel tuo stesso interesse, di ricordarti quello che è accaduto stasera tra noi!»

Mettete da parte le vostre certezze
provate a sognare, Lettori, perchè
tre spiriti presto verranno a cercarvi
sfuggire è impossibile, ormai son già qui!

 Necile